ManfredoniaMattinata
Lettera inviata a Stato Quotidiano dall'avvocato Pierpaolo Fischetti

Tentato omicidio a Mattinata, “Impropria l’accusa di omertà ai cittadini”

Complessivamente 3 gli autori dei fatti, sottoposti a fermo di indiziato di delitto dagli inquirenti

Di:

Il legale dell'uomo avv. Pierpaolo Fischetti (ph: FFTP/2015)

Il legale dell’uomo avv. Pierpaolo Fischetti (ph: FFTP/2015)

Mattinata. ”Lo shock iniziale di chi partecipa di riflesso a un delitto sanguinoso e sanguinario porta a comportamenti incontrollati e di rifiuto”. Così l’avvocato Pierpaolo Fischetti del Foro di Foggia, che – attraverso una lettera inviata a Stato Quotidiano – commenta l’episodio di cronaca avvenuto il 7 aprile 2016 all’esterno di un locale a Mattinata, con ferimento di un 30enne in seguito a un’aggressione a colpi di accetta. 3 complessivamente gli autori dei fatti, sottoposti a fermo di indiziato di delitto dagli inquirenti. L’intervento dell’avvocato Fischetti fa riferimento in particolare alle polemiche determinate dal presunto silenzio delle persone che hanno assistito ai fatti.

La lettera dell’Avvocato Pierpaolo Fischetti. ”In ogni vicenda criminale vi sono vari ruoli e differenti funzioni che talvolta inconsapevolmente chiunque può ricoprire. Nel caso del tentato omicidio avvenuto la sera del 7 aprile in Mattinata, al di là delle responsabilità degli autori materiali del reato, affermarecosì come di fatto è stato dichiarato, che vi è stata assoluta omertà da parte delle persone presenti all’esterno del locale luogo del misfatto, appare un azzardo soprattutto dell’accezione dell’aggettivo usato. Nell’assumere la difesa di alcuni degli avventori di detto avvenimento, denunciati a piede libero per favoreggiamento personale e false informazioni al pubblico ministero, sono a ribadire la piena collaborazione di essi agli inquirenti i quali avranno ben compreso che nell’immediatezza di scene cruente come quella di un tentativo di omicidio nientemeno con una scure da lavoro, il primo impulso di chi si trova accidentalmente presente non è cercare di focalizzare persone e dinamica degli eventi bensì trovare immediato riparo e protezione: posto che capita raramente nella vita di una persona comune ritrovarsi in siffatti episodi. Lo shock iniziale di chi partecipa di riflesso ad un delitto sanguinoso e sanguinario porta a comportamenti incontrollati e di rifiuto. Successivamente riacquisita la propria personale sicurezza e analizzate tutte le circostanze occorse si matura piena coscienza e una maggiore affidabilità che prontamente ai fatti in discussione sono stati messi a disposizione delle autorità competenti intervenute. Infine spiace leggere che tout court i cittadini siano omertosi: ci si domanda sul punto il perché una intera comunità non si difenda e non sia difesa”. (Mattinata, 14 aprile 2016, Avv. Pierpaolo Fischetti).

Redazione Stato Quotidiano.it – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
9

Commenti


  • Franco

    Ma per piacere…


  • Fillippo carta

  • Io non sò se a Mattinata esiste la omertà, però posso dire che a Monte Sant’Angelo la popolazione è vicina alla commissione prefettizia e non ci sono più rapine, incendi e sparatorie. Da quando sono arrivati i commissari Monte è diventata una isola felice, speriamo che duri.

  • Sento dire anche io dai miei parenti che stanno a Monte che da loro ora non succede più niente di brutto da quando anno i commissari, ma anno paura che quando vanno via torna tutto come prima e come è adesso negli altri posti intorno a Monte.


  • PolliceVerde

    Ci vuole semplicemente più collaborazione ma soprattutto più solidarietà, anche manifesta come la vicinanza fisica. Così si scoraggiano ben presto quegli atteggiamenti atti al sopruso e alla violenza più becera. Il resto poi lo fa l’educazione della prole.

  • Vero che occorre partire dalla educazione dei figli, ma se a Monte sono riusciti in un attimo a far cessare furti, rapine, atti incendiari ecc ecc vuol dire che c’è un sistema per farlo. Per me Mattinata è amministrata bene, ma sento parlare molto bene del “sistema Monte” che non ho ben capito in cosa consiste, però tutte le volte che vado a Monte vedo cantieri che hanno finito i lavori e gente che è soddisfatta perché non c’è più delinquenza.


  • roberto

    se non fosse stato per le telecamere, i tre non sarebbero stati affidati alla giustizia…altro che collaborazione della popolazione! io non difenderei nè l’omertà incalzante di questi posti nè, come legale, tre presunti assassini che con una accetta tentano di massacrare un loro simile….


  • Antoninovergura

    Giustificare con l’ OMERTA’ tutti gli avvenimenti criminosi di tentati omicidi, rapine, stupri,…….che ogni giorno aumentano sempre di piu’, nella nostra nazione, non credo sia giusto, mentre si vuole nascondere un sistema dove difficilmente si sconti la giusta pena di DETENZIONE CARCERARIA, sostituita con gli arresti domiciliari per poter continuare a delinquere o in strutture di recupero.


  • Franco

    Grazie a Dio il Medioevo è finito: esistono i processi e la Giustizia e non le piazze e i tribuni…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi