FoggiaGarganoManfredonia
35 sanzioni amministrative

Operazione “Carne No-Strana” della forestale: anche da Foggia a Manfredonia

Sempre nell’ambito dell’operazione è stato scoperto anche un giro di macellazione clandestina che ha portato al sequestro e distruzione di diverse carcasse di ovicaprini macellati e capi di agnello sprovvisti di marchio di tracciabilità pronti per la macellazione

Di:

Foggia. Più di un centinaio di macellerie della provincia setacciate dai Carabinieri Forestali di Foggia, quasi la metà colpite da sanzioni.

Nell’ambito dell’operazione denominata “Carne No-strana”, svolta nei principali centri della provincia (Foggia, San Severo, Lucera, Cerignola, San Giovanni e Manfredonia), infatti, 80 uomini del Comando Gruppo Carabinieri Forestale di Foggia hanno controllato 105 macellerie riscontrando irregolarità nel 40% dei casi che ha portato ad elevare 35 sanzioni amministrative per un importo di 65.000 euro complessivi e al sequestro di circa 20 Kg di carne.

Tra le infrazioni più frequenti: la mancata esposizione delle indicazioni obbligatorie relative alla provenienza delle carni bovine, la mancanza di sistemi di tracciabilità dei prodotti esposti in vendita, omissioni e/o indicazioni errate nelle etichettature; frequente, tra le altre irregolarità, la dicitura di carne di “vitello” quando invece si trattava di carne di “bovino adulto”.

Sempre nell’ambito dell’operazione è stato scoperto anche un giro di macellazione clandestina che ha portato al sequestro e distruzione di diverse carcasse di ovicaprini macellati e capi di agnello sprovvisti di marchio di tracciabilità pronti per la macellazione. Denunciata anche una persona alla Procura della Repubblica.

(A cura di Salvatore Fratello, San Severo 14.04.2017)

redazione stato quotidiano.it



Vota questo articolo:
11

Commenti


  • Cittadino consumatore

    I Macellai non dovrebbero esporre al pubblico la carta d’identità della carne venduta? A prescindere da ciò mi fido dei macellai di Manfredonia. In fondo il macellaio è come il dottore piuttosto che il dentista o l’avvocato, dev’essere un professionista della carne davvero di fiducia. A manfredonia ce ne sono tanti veramente affidabili e comunque tutti i macellai emettono SEMPRE gli scontrini!
    Oggi ho visto vendere pesce per migliaia di euro e manco un scontrino!! Semplicemente pazzesco, una evasione fiscale terrificante ma solo a Manfredonia succede ovunque io vada ti fanno lo scontrino hanno i prezzi esposti etc.!!


  • svolta

    La illegalità diffusa è presente in tutti i settori…. e l’evasione alimenta il mercimonio e la corruzione.
    Le forze preposte alla affermazione della legalità sono l’unico ns baluardo. Preservateci tanti malfattori.


  • Mario

    Bisognerebbe estendere la delega dei controlli ittici hai c/c forestali.


  • agguerrito

    Bravi. Complimenti.


  • bla bla

    Attenzione xche’ la carne bovina francese circola ed e’ infetta da HIV.servono controlli a tappeto


  • mp

    Ci vorrebbero anche controlli per evitare che chi maneggia la carne tocchi anche i soldi, cosa che dal punto di vista igienico fa schifo….


  • Menaldonialik

    Manfredonia e’ purtroppo unica località dell’ occidente dove –che bello dopo aver preso il pongono per fare la pipi, pulirsi il deretano e toccare la valuta di carta.


  • C'era una volta una città bellissima e civilissima

    Anni 60, 4 o 5 vigili controllavano dalla mattina alla sera oltre 40 mila sipontini. Incutevano rispetto e timore, controllavano affinché tutte le leggi sanitarie/giuridiche venissero rispettate. Erano i tempi vespasiani c”erano gli orinatoi pubblici allo scoperto. Il grande vigile Carbone era l’ incubo dei centauri/Teddy Boys e degli automobilisti indisciplinati poi c’era un vigile sino a sera tardi in ogni quartiere che erano l’o cubo di ragazzacci, negozi che sbarravano sull’apertura/chiusura attività commerciali, multavano chi esponeva la vaschetta del baccalà fuori l’ingresso del negozio e comunque punivano inflessibilmente. I trasgressori. Ora non ci sono più ahonoi a Manfredonia polizia annonaria e ufficiale sanitario e non c’è più un mercato ittico. Quando Manfredonia era dotata di una flottiglia tra le piu% grandi d’ Europa oltre 700 imbarcazioni tutto il pesce confluiva nel mercato ittico per i controlli sanitari e le aste. Quando a Manfredonia c’erano guardia di finanza e CP c’ erano tutti gli ingressi del porto erano presidiati da finanzieri e marinai, anche di notte. Ora Manfredonia sembra una zona del profondo continente sudamericano del 1800. Tutto qui. Buona Pasqua


  • Patty

    Oggi sono andata nella mia macelleria “di fiducia” nella speranza di trovare i cartelli che indicassero la provenienza della carne. Ebbene neanche l’ombra. E quindi? Questi controlli fatti una volta ogni tre o quattro anni a cosa servono?


  • Il portaborse sipontino

    La carne infetta da HIV? Devi essere un consumatore di bufale bla bla…L’asino vola!! ahahahahahahahahahahah!!!


  • patrono

    ancora non avete capito niente imparatevi a farvi i c………i vostri,perche i caca………….zi devono fare i controlli a natale pasqu,pasquett e il resto dei 360 meno le festività a duca……..zz stann a,e vero a fare colazzione al ……bar,perche non vanno a rompere le scatole alle multi nazzionali di carni,ovini caprini,l’anim di chitemurt,perche li li fanno il cu………lo e, e. reso l’idea,ma sono 80 anni che noi manfredoniani mangiamo carne che arriva dall est europa,e formaggi che vengono dalla franc e germania,allora che cazz……. dite.ora sono diventati tutti profe…ori,si lagnello mi fa paura dice qualche personaggio,però l’uccello del marito nooo,e.perciò non vi fate confondere le idee dai mass media e solo spettacolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This