Cultura

Mi immedesimo nel mondo di Anna Laura


Di:

Anna L. d'Ecclesia (fonte image: ladysilvia)

Foggia – ANNA Laura d’Ecclesia è nata a Foggia il 21 gennaio 1997 e qui è residente. Ha cominciato a scrivere da subito e all’età di nove anni ha vinto il suo primo premio di poesia ,il premio Yolanda Favorito organizzato tra tutte le scuole della sua città Foggia. La poesia che a nove anni ha fatto commuovere gli organizzatori del premio si
chiama “Regaliamo un sorriso” che ora riporto

Io piango per chi non ha famiglia,
piango per chi non ha una casa,
rimpiango quando eravamo amici.
Diamo un sorriso a chi è triste,
diamo amore a chi ha odio,
diamo gioia a chi ha dolore,
diamo vita a chi ha morte nel cuore.
Vorrei un arcobaleno ed usarlo come scivolo
uscire da questo mondo ed entrare in un altro.
Vorrei il sole aggrapparmi ad i suoi raggi
e portare con me chi è triste.
Vorrei le stelle sopra saltare e qualcuno
con me portare via per amare.
Regaliamo più di un sorriso a chi è triste
.

Il 19 marzo del 2010 ha vinto il premio speciale dell’Accademia mondiale della poesia ,del concorso “Gocce”. Alla presenza di grandi autori da Wim Wenders,Theo Angelopulos, Marcia Theophilo, Tonino Guerra, e altri, nella giornata mondiale della poesia, partecipando con una sua poesia tra l’altro scritta a nove anni,ha vinto uno dei premi speciali della giuria,unica bambina a vincere nella sua categoria, insieme a grandi poeti già affermati. Il tema del concorso era dedicata all’acqua

Acqua regina.
Acqua regina,
acqua sovrana,
acqua che scorri,
acqua lontana.
Acqua che credi,
acqua che ascolti,
acqua che scorri sui monti.
Acqua dolce, acqua salata
tu non sarai mai addormentata
come una stella in cielo ora esprimi un desiderio.
Tu sbocchi nel mare per poi ritornare, da
una goccia, oceano puoi diventare.


Un altro premio prestigioso lo ha vinto a Pescara dedicato alla poesia
femminile, premio teso a valorizzare la scrittura delle donne in Italia. Fanno parte della giuria alcune tra le maggiori poetesse italiane, tra cui due candidate al Nobel per la letteratura quali Maria Luisa Spaziani (Presidente della giuria del premio) e Marcia Theophilo (Testimonial Internazionale dell’UNESCO per la Biodiversità), le altre componenti la giuria sono Anna Maria Giancarli e Nicoletta Di Gregorio.

Nella 18 edizione del Premio “Scriveredonna” Anna Laura si classifica terza e nessuno delle giurate credeva che la giovane poetessa avesse solo 13 anni. E l’ultimo premio lo ha avuto al Campidoglio a Roma,il 26 Gennaio 2011, menzione speciale con la motivazione “poetessa le cui opere sono un continuo inno all’amore per la natura” Un riconoscimento nato sotto l’alto patronato del presidente della Repubblica e sponsorizzato dal ministero dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare. Nei suoi 6 anni di vita “Un Bosco per Kyoto” ha riconosciuto meritevoli di questo premio personaggi di rilievo internazionale, capi di Stato, sindaci di comuni virtuosi italiani ed europei, scienziati e ambientalisti seri. Tra gli ultimi premiati in ordine di tempo per i loro impegni nei confronti dell’ ambiente: il nostro presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il presidente Americano Barack Obama.

A Seguire l’elenco di chi ha beneficiato del riconoscimento in oggetto dal 2006 al 2010:

ALBO D’ORO DEI RICONOSCIMENTI INTERNAZIONALI DI UN BOSCO PER KYOTO IN ORDINE DI ASSEGNAZIONE (dal 2006 al 2010)

Nora Jounblatt (2006) Libano ( Per aver piantato un milione di cedri del
libano); Silvana Kuhtz(2007) Austria ( per aver elaborato un modello matematico sull’ evoluzione del clima sulla Terra); Atef Hamdy(2007) Egitto ( per i suoi studi relativi al riscaldamento del Mediterraneo); Presidente del Costarica (2007) – il Costa Rica protegge oltre il 25% del proprio territorio naturale; Ministro dell’Ambiente del Costa Rica (2008) per la politica di tutela delle foreste pluviali; Ministro dell’Ambiente della Svezia (2008) per la politica di salvaguardia
ambientale; Ministro dell’Ambiente della Finlandia(2008)per l’istituzione di una nuova grande riserva naturale; Angela Merkel (2008) Cancelliere Germania ( per la decisione di abbassare le emissioni di CO2 nell’atmosfera di oltre il 20%); Ministro Ambiente del Congo di Brazzaville (2008) per aver realizzato un grande parco naturale alle foci del fiume Congo; Sindaco di Valencia (2008) Spagna ( per aver realizzato una delle più grandi centrali solari d’Europa); Catherine Grèze (2008) Responsabile studi cambiamenti climatici dei Verdi
Francesi; Marcia Teophilo (2008) Brasile – Poetessa che sta dedicando la propria vita a sostegno delle popolazioni indios; Tomasz Bovecki (2009) Rettore Università di Varsavia ( per aver attivato corsi
di laurea di tutela della biodiversità); Josef Proll (2009) Vice Cancelliere Austriaco (per aver promosso iniziative di tutela dei boschi alpini); Ministro dell’Ambiente dell’Islanda(2009) per la politica di incentivazione
dell’energia geotermica in contrapposizione a quella inquinante del carbone e del petrolio; Cardinale Tarcisio Bertone (2009) Città del Vaticano ( per aver reso autonomo dall’energia tradizionale l’auditorium Paolo VI attraverso il fotovoltaico e per aver incentivato la nascita di boschi in varie parti del Mondo); Plinio Leite de Encarnaçao (2009) Brasile ( per aver realizzato, con l’aiuto di 6 tribù indios un parco naturale di oltre 300.000 ettari in Amazzonia); Ibrahim Matar (2009) Palestina ( per aver piantato 10.000 alberi in Palestina); Barack Obama (2009) – per la sua politica ambientalista in USA; Helga D. Kromp- Kolb (2010) Vienna ( per i suoi studi sull’evoluzione del
global change a livello planetario).

Ma cos’è Un Bosco per Kyoto? è un premio internazionale assegnato ogni anno a personalità scientifiche e politiche che più delle altre si sono distinte nella difesa dell’ambiente e della qualità dell’aria nel loro Paese. In particolare il riconoscimento viene assegnato per chi ha adottato o pubblicizzato sistemi per il risparmio energetico e per la riduzione di gas serra nell’atmosfera. Il premio ogni anno viene assegnato a Roma, presso la prestigiosa sala della Protomoteca in Campidoglio. Il premio viene consegnato dal Ministro all’Ambiente Italiano o da altre personalità di valore internazionale. La Poesia con cui Anna Laura ha partecipato a questa manifestazione si chiama Mi immedesimo nel mondo.

Mi immedesimo nel mondo,
nel vento, che come me non può essere imprigionato.
Nel mare che cambia ogni giorno, e non può essere domato.
Noi siamo il mondo.
Allora perché ci distruggiamo?
Il sole è buio.
L’aria soffocante.
Gli alberi urlano tra le fiamme.
La vita nel mare si sta lentamente spegnendo.
Voglio aiutarlo, aiutarmi.
Aiutiamoci.

Durante la manifestazione Anna Laura ha avuto l’onore di essere premiata dalla grande Poetessa brasiliana Marcia Theophilo,che l’ha voluta in anticipo nel palco per la premiazione prima del suo omaggio all’Amazzonia.

(A cura di Alfredo d’Ecclesia)

Mi immedesimo nel mondo di Anna Laura ultima modifica: 2011-05-14T19:40:28+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • Angelo

    Complimenti a questa ragazza è davvero molto brava


  • Alessandro

    Scommetto che è stata ignorata completamente nella sua città…


  • Alessandro

    Vero completamente ignorata come il padre che qualche giorno fa ha vinto il secondo premio all’accademia mondiale della poesia un concorso paesaggi e natura e con una poesia dedicata al gargano e nessun giornale ne ha parlato….


  • Redazione

    A breve l’articolo; a brevissimo; grazie; Red.


  • Marco

    Complimenti a questa ragazza domani verra premiato il Presidente della Bolivia Evo Morales

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This