Manfredonia
Il corso è stato organizzato da Posturalmed come docenti il luminare Daniele Raggi ideatore di Pancafit

Informarsi per formare

Una sera ascoltavo su facebook una vecchia canzone interpretata da coetanee dell’Unitre e dirette da Rosa Ricciotti

Di:

Monte Sant’Angelo. Stazione Centrale di Milano, 18 Aprile c.a. un’ora di dialogo con Rosa Ricciotti, docente di Canto e Vocologa. Due sue trasferte a Milano: 20/21 Febbraio e 16/17 Aprile per seguire il corso di “Voce e Canto tra Postura e Diaframma”. Il corso è stato organizzato da Posturalmed come docenti il luminare Daniele Raggi ideatore di Pancafit (un metodo per correggere gli atteggiamenti posturali scorretti e ridonare elasticità ed equilibrio al corpo) e fondatore del centro, Roberto Bono docente di Posturologia e Eleonora Bruni vocal coatc e docente di Vocologia. Incuriosito le ho rivolto una domanda: “Può servire questo corso a chi come te è già affermato nel mondo dello spettacolo e in quello didattico?”.

Questa è stata la sua risposta: “Le informazioni che riguardano la postura servono per migliorare il buon accordo tra l’apparato respiratorio e il risuonatore, con un lavoro mirato su diaframma e catene muscolari su pancafit si raggiungono risultati straordinari, io stessa nel mettere in pratica gli esercizi sui miei allievi ne sono rimasta sbalordita. Per chi canta è di estrema importanza avere consapevolezza del proprio corpo il quale è sottoposto a continue sollecitazioni che tendono ad alterare la postura. Ma anche gli stati d’animo agendo sul diaframma alterano il suo funzionamento e chi usa la voce professionalmente, che canti o reciti, deve sapere come risolvere i problemi che direttamente o indirettamente influenzano l’emissione. Sarà mia cura utilizzare gli esercizi appresi dai nostri eccellenti docenti per offrire agli allievi insegnamenti con una visione sempre più ampia. A tal proposito mi piace citare una frase di Einstein: la mente è come un paracadute, funziona se si apre”.

Molti sono i suoi allievi che si stanno affermando e mai come adesso il Gargano può vantare talenti da Michela Nardella, Rossana Piccaluga, Nazario Pantaleo Gualano a Serena Grieco, Rocco Lucio Caputo, Angela Cataluddi, Maria Melchionda, Simona Ritoli. La nostra soprano, Rosa Ricciotti, grazie alle sue doti vocali ha onorato il Gargano in tanti famosi teatri d’Italia e cantato anche per il Santo Padre Giovanni Paolo II e Il Presidente della Repubblica Carlo Azelio Ciampi. E’ stata impegnata in politica come Assessore alla Cultura. Da anni offre il suo tempo libero per l’Università della Terza Età della sua città Sannicandro G., nell’ambito del quale ha formato un coro spettacolare ospitato anche su Rai 3 in una trasmissione sulla buona Italia.

Una sera ascoltavo su facebook una vecchia canzone interpretata da coetanee dell’Unitre e dirette da Rosa Ricciotti. Nel mentre stavo ascoltando rientrava mio figlio dopo una permanenza in Uruguay dove aveva collaborato alla produzione di un film. Si fermò per non disturbare la mia euforia. Infatti, stavo cantando anch’io. La cosa è stata riportata al compositore amico, Andrea Liberovici, musicista e regista di fama internazionale, che ha espresso il desiderio di prendere contatti con la nostra artista. Potrei definirla Ulisse in gonnella per le tante iniziative che intraprende . Mi ha raccontato della missione in Tanzania a Chibumagwa per aiutare la missionaria Suor Carmina. Chilometri a piedi per rifornirsi di acqua. “Le donne e i bambini di Chibumagwa sono nei miei pensieri ogni giorno” mi disse “anzi penso di ritornarci per fargli sentire che non sono soli, a Sannicandro e da tutto il Gargano ci sono molte persone che si adoperano per loro, tante piccole gocce ma…si sta facendo tanto.” Bello sarebbe destinare il 5xmille a quelle popolazioni per aiutarle nel proprio territorio ridonandogli la dignità di cui ogni essere umano avrebbe diritto. Nessuno abbandonerebbe il proprio tetto se non fosse costretto, la fame e la sete non sai come ti rendono irrequieto. Realizzare dei progetti su quei territori dimenticati porterebbe la speranza di poter sopravvivere.

Gradirei precisare che la Ricciotti ha sostenuto personalmente le spese dei due corsi a Milano, degli altri corsi e dei Master in Vocologia e Management della Musica e dello Spettacolo. I responsabili amministrativi e quelli della Cultura dovrebbero sostenere tutte le belle personalità che si adoperano per arricchire di competenze il nostro Gargano come il nostro soprano Rosa Ricciotti.

(A cura di Antonio Monte, 14.05.2016)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This