Capitanata

Emergenza abitativa, avviate procedure per consegna 16 alloggi

Di:

Il sindaco di Foggia Gianni Mongelli (St)

Foggia – IL Comune ha attivato le procedure per la consegna di 16 alloggi ottenuti a seguito della realizzazione di un accordo di programma nella zona di via Einaudi. Il primo atto è stato l’approvazione della delibera che fissa i criteri per l’assegnazione, avvenuta nella riunione di Giunta svoltasi ieri pomeriggio.

E’ stato deciso di utilizzare la graduatoria definitiva stilata per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Ciò consentirà la rapida consegna di 14 dei 16 appartamenti già trasferiti nella disponibilità del Comune dalla Dragen S.r.l.. Gli altri due saranno riservati: alla sistemazione provvisoria, non superiore ai 2 anni, di una famiglia sfrattata da una casa il cui fitto era pagato dal Comune; all’esito del ricorso giudiziario attivato dinanzi al Tribunale Amministrativo Regionale da uno degli aventi diritto per il riconoscimento di un punteggio più elevato rispetto a quello attribuito dalla Commissione Alloggi.
In poco più di un anno, dall’approvazione della graduatoria ad oggi, l’Amministrazione comunale ha soddisfatto 49 domande di assegnazione di alloggi popolari.

“Nonostante gli uffici abbiano agito con la massima celerità, alcuni appartamenti sono già stati occupati e stiamo procedendo allo sgombero. Come già in passato, è bene si comprenda che non saranno accettate forzature e non saranno tollerate illegalità – afferma il sindaco Gianni Mongelli – L’emergenza abitativa è uno dei problemi più gravi e complessi con cui ci confrontiamo quasi quotidianamente, ma stiamo offrendo risposte che mirano a risolverla in modo strutturale così da garantire tanto l’esercizio di un diritto che una riduzione della spesa sostenuta dalla comunità”.


Redazione Stato@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi