Cronaca

Foggia, sequestro di ambulatorio medico non autorizzato

Di:

Tribunale di Foggia (fonte image: Tavoliereweb.it)

Foggia – IL tribunale di Foggia ha rigettato la domanda di riesame proposta da un indagato avverso l’ordinanza con cui il giudice per le indagini preliminari ha disposto il sequestro preventivo di un ambulatorio medico-specialistico istituito senza specifica autorizzazione.


Il fatto.
Il tribunale di Foggia ha rigettato la domanda di riesame proposta da un indagato per il reato previsto dall’articolo 193 R.D. 1265/1934 (T.U. leggi sanitarie), avverso l’ordinanza con cui il giudice per le indagini preliminari ha disposto il sequestro preventivo di un ambulatorio medico-specialistico istituito senza specifica autorizzazione presso una struttura di terapia fisica e riabilitativa. Contro il provvedimento, per ottenerne l’annullamento, è stata adita la Suprema Corte.


Il diritto.
La Cassazione, in altra vicenda, ha già osservato che configura il reato previsto dal Regio Decreto n. 1265 del 27 luglio 1934, articolo 193, comma 3, e non un’ipotesi di inosservanza delle prescrizioni dell’autorizzazione, sanzionata con la mera chiusura dell’istituto, lo svolgimento presso una struttura di cura medicochirurgica di attività specialistiche ulteriori a quelle autorizzate. La Corte di legittimità, in tempi recenti, ha avuto occasione di pronunciarsi in merito al caso in cui all’interno di un ambulatorio medico polispecialistico, autorizzato per attività di analisi e radiologia, venivano praticate prestazioni sanitarie ulteriori non comprese tra quelle autorizzate.

Il ricorso è stato rigettato.


Redazione Stato@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi