Cronaca

Rodi Garganico. Positivo l’incontro per l’impianto di depurazione

Di:

L'assessore regionale Fabiano Amati (archivio)

Bari – “GRAZIE all’unanime condivisione della proposta avanzata da Acquedotto pugliese, con relativa modifica del Piano di Tutela delle Acque, potremo attuare tutte le iniziative utili a non perdere i finanziamenti ministeriali destinati agli interventi sull’impianto di depurazione di Rodi Garganico”. Lo ha detto l’Assessore regionale alle Opere pubbliche e Protezione civile Fabiano Amati, a margine dell’incontro tecnico tenutosi oggi a Bari alla presenza dei Sindaci di Rodi Garganico e Cagnano Varano e tecnici di Acquedotto pugliese.

Alla luce del sollecito inoltrato dal Ministero dell’Ambiente, relativo ai finanziamenti di € 7.176.023,18 destinati al potenziamento dell’impianto di depurazione della località Lido del Sole in agro di Rodi Garganico, Acquedotto pugliese ha proposto opere di collettamento delle due frazioni di Capoiale e Isola Varano al depuratore Lido del Sole di Cagnano Varano. Al momento esistono infatti due diversi agglomerati: Lido del Sole e Santa Barbara. Dei due, quest’ultimo risulta essere perfettamente a norma e rispettare i limiti tabellari; Lido del Sole invece, necessita di opere di adeguamento strutturali e funzionali già intraprese da Aqp con fondi a carico della tariffa.

I problemi sono in particolare legati alle due frazioni di Capoiale e Isola Varano, che secondo i tecnici di Aqp e dei Sindaci che hanno condiviso la proposta, dovrebbero essere collettati sul depuratore di Lido del Sole. Questa, nel breve termine, sembra essere la migliore soluzione tecnica condivisa, avendo a disposizione già il finanziamento ministeriale ed in corso interventi di adeguamento.

Nel lungo termine, invece, la proposta riguarda l’ipotesi di dismissione e delocalizzazione dell’impianto di depurazione di Santa Barbara. Il progetto, nella sua interezza, prevede dunque due distinte tipologie di intervento, che riguardano l’una le opere di collettamento con fondi ministeriali e con il mantenimento del Soggetto Attuatore nel comune di Cagnano Varano e l’altra le opere in corso di adeguamento e potenziamento a carico della tariffa e con Aqp nel ruolo di Soggetto Attuatore.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi