GarganoManfredonia
Il GAL Gargano conclude l’attività di ascolto del territorio e si prepara a presentare il Piano di Azione Locale

Il GAL Gargano presenta il bilancio

Di:

Foggia/Monte Sant’Angelo. Terminata la fase di ascolto del territorio, elaborati i dati acquisiti e raccolte le proposte di sviluppo, il GAL Gargano presenta il bilancio del lavoro svolto fino ad ora in tre tappe: Vieste 18 luglio ore 20.30 (Hotel Falcone), San Giovanni Rotondo 21 luglio ore 17.00 (Chiostro Santa Maria Maddalena) e Lesina 22 luglio (Lagoloso). Le tre tappe hanno lo scopo di permettere al territorio di apportare ulteriori miglioramenti a quanto elaborato fino ad ora affinché il PAL che sarà presentato alla Regione Puglia risponda ai reali bisogni del Gargano. È questa, infatti, l’imprescindibile condizione affinché il Piano di Azione Locale sia efficace e crei reale sviluppo alla comunità garganica.

“Presenteremo al territorio le proposte giunte sino ad ora in modo da poter fare le ultime integrazioni prima della stesura finale del PAL; – afferma il Presidente del Gal Gargano Biagio Di Iasio – avevamo promesso un PAL condiviso con il territorio e il percorso sarà questo fino alla sua stesura definitiva”.

Giovedì, presso la sede del GAL, si è tenuto un incontro con i sindaci dell’area GAL alla presenza dell’assessore regionale Leonardo Di Gioia; anche quella è stata occasione di presentazione dei risultati ottenuti fino ad ora dal percorso di partecipazione dal basso oltre che di confronto con le amministrazioni locali sull’importanza del GAL Gargano nella governance del territorio. L’assessore Di Gioia ha illustrato il ruolo dei GAL nella nuova programmazione e il loro configurarsi come Agenzie di Sviluppo del territorio. Tra i requisiti importanti l’elevata competenza della squadra dei GAL per puntare agli obiettivi di sviluppo del territorio. I GAL dovranno, inoltre, collaborare con i Piani di Zona ed aprirsi a collaborazioni che portino benefici concreti alla popolazione.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati