Manfredonia
Nota stampa

“Scontro treni in Puglia, vigili del fuoco modello efficienza nei soccorsi”

Il Corpo Nazionale Vigili del Fuoco non può continuare ad essere considerato esecutore a basso costo di un sistema politico perverso

Di:

Foggia. Un lavoro straordinario quello dei soccorritori ed in particolare quello dei Vigili del Fuoco che hanno dimostrato di essere sempre pronti ed in prima linea, ancora una volta esempio di generosità, solidarietà e spirito di sacrificio. Ma questo gli italiani lo sanno molto bene ed il loro “grazie” risuona già forte tutti i giorni e non solo nelle grandi tragedie che colpiscono il Paese, perché al contrario della politica noi Vigili del Fuoco siamo vicini ai cittadini poiché viviamo, soffriamo e subiamo al loro fianco; gli italiani dunque non hanno bisogno di alcun portavoce nei nostri confronti, specie poi se ad esserlo è proprio colui il quale è complice di reiterati abbandoni, colui che si limita a fare la comparsa nel teatrino delle mancanze, delle ingiustizie e delle parzialità.

Il Corpo Nazionale Vigili del Fuoco non può continuare ad essere considerato esecutore a basso costo di un sistema politico perverso che non sempre comprende i problemi dei cittadini, facendogli svolgere funzioni di supplenza a quelle impellenti problematiche e necessità a cui invece devono essere offerte soluzioni concrete, ma che invece non sono state mai nemmeno lontanamente programmate; il Corpo Nazionale non può continuare ad essere chiamato ad arginare i danni e a contenere le vittime che potevano essere evitate, non è morale abusare della pazienza dei cittadini e dei Vigili del Fuoco! Egregio Presidente, l’unica risposta che siete in grado di offrirci la conosciamo ormai fin troppo bene ed è quella dell’esiguità delle risorse, noi però sappiamo bene, così come lo sapete molto meglio voi, che il problema, quello vero, non è quello delle risorse insufficienti, ma di come invece queste risorse decidete di impiegarle e con quali obbiettivi!

Il Segretario Regionale
Uil Pa Vigili del Fuoco Puglia
Valentino Prezzemolo



Vota questo articolo:
1

Commenti

  • il problema e che noi meridionali veniamo sempre abbandonati dallo stato sulla sicurezza delle linee ferroviare meridionale sulla sanita e per la mancanza di fondi sulle forze dell odine compreso il corpo dei vigili del fuoco che sono degli angeli custodi invece per il centro nord loro sono sempre quelli al quale lo stato pensa sempre di piu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati