FoggiaManfredonia
La CONFSAL e la FAST “ Subito la convocazione del resto del partenariato socio-economico per rappresentare i contenuti dell’incontro con il Ministro Delrio”

Confsal e Fast “Informazione ufficiale su incontro con Delrio”

Di:

La CONFSAL e la FAST chiedono un incontro con la delegazione del partenariato (costituitosi lo scorso 1 giugno) e con la rappresentanza istituzionale, economica e sociale di Foggia, che lo scorso 12 luglio a Roma, ha partecipato al tavolo convocato dal Ministro Delrio. CONFSAL e FAST chiedono di conoscere in maniera puntuale ed ufficiale tutti i dettagli degli impegni assunti dal Ministro in merito al progetto Hub intermodale sulla rete TEN-T e nuova stazione A.V. Foggia.

Per CONFSAL e FAST l’incontro con la delegazione potrà essere utile a definire le linee guida della vertenza Trasporti Capitanata nonché a co-determinare le azioni da mettere in campo e rispondere alle esigenze di mobilità della Capitanata. “Crediamo che possa essere condiviso l’obiettivo di realizzare un sistema di trasporti intermodale adeguato e al passo con i tempi” spiegano le segreterie sindacali “Un sistema che non riguarda quindi solo la nuova stazione Av, ma anche l’operatività dell’aeroporto Gino Lisa, il collegamento con la rete TEN-T ed il trasporto territoriale, ferroviario e non, di collegamento con Foggia-Manfredonia, e le altre linee locali (Gargano/San Severo, Monti Dauni/Lucera e Alto Tavoliere/Termoli e Basso Tavoliere/Cerignola) ed extraregionali come la Foggia-Potenza e Foggia-Benevento”.

CONFSAL E FAST richiamano, inoltre, l’attenzione sul ruolo della Provincia di Foggia “Pur avendo un ruolo strategico nel rappresentare le esigenze del territorio ed indispensabile ad una efficace pianificazione della mobilità in un’area identificata come livello ottimale nell’esercizio unitario delle funzioni di programmazione in materia di trasporto pubblico in Puglia, la Provincia guidata dal presidente Miglio ha brillato, fino ad oggi, per l’assenza istituzionale, oltre che politica ed amministrativa”. Prova ne è la mancata elaborazione, da parte della Provincia di Foggia, del Piano di Bacino della Capitanata. Una mancanza che ha permesso alla Regione l’applicazione del Contratto di Servizio Ferroviario sperimentale con Trenitalia fino al 31 – 12 – 2017.

La Provincia ha praticamente abdicato alla sua funzione” – aggiungono le segreterie di CONFSAL E FAST “Spetta, infatti alla Amministrazione pubblica rappresentare le esigenze dei flussi di mobilità. Le nostre stesse richieste di incontro, per discutere dei piani di bacino, sono state tutte ignorate”. Fast Confsal e Confsal, sono state le uniche OO. SS ad aver prodotto, con il coinvolgimento delle istituzioni, sin da giugno 2015, proposte, progetti ed osservazioni sia in merito al Piano Attuativo Regionale dei Trasporti 2015-2019 che al Piano Triennale dei Servizi 2015-2017 . “Non è una questione di primogenitura” concludono le segreterie sindacali “Ma ci preme sottolineare e ricordare che proprio CONFSAL E FAST sono state le prime a rappresentare la necessità di una nuova Stazione AV di Foggia sulla Rete TEN-T, la realizzazione del prolungamento della pista dell’aeroporto “Gino lisa” e l’elettrificazione della tratta Foggia Manfredonia, già prevista negli interventi programmati dal Piano Attuativo 2009-2013 del Piano Regionale dei Trasporti Puglia , che possedeva la previsione tecnico progettuale ed un’ orizzonte temporale immediato per la realizzazione già dal 2009 con le stesse potenzialità del servizio ferroviario Foggia –Lucera”



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi