GarganoManfredoniaVieste
A cura dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste

Gargano, 9 verbali per bagnino non presente e assenza defibrillatore

"Si ricorda infine che per tutte le emergenze in mare è sempre attivo il NUMERO BLU 1530, operativo e gratuito su tutto il territorio nazionale 24 ore su 24"


Di:

Vieste. Dopo una prima fase di sensibilizzazione ed informazione a favore di tutti gli operatori del settore turistico balneare sulle nuove norme di sicurezza dettate dalle vigenti ordinanze, gli uomini dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste hanno avviato su tutto il territorio del Nord Gargano serrati controlli a tutela della sicurezza delle attività balneari e della libera fruizione delle spiagge.

I militari in servizio presso i Comandi di Vieste, Peschici, Rodi Garganico e Lesina, in questo primo scorcio di stagione balneare, durante i loro costanti pattugliamenti della costa via mare e via terra, hanno già contestato le seguenti sanzioni penali ed amministrative:
– N. 1 sequestro di prodotto ittico venduto abusivamente in spiaggia.
– N. 9 verbali per bagnino non presente in postazione e/o stabilimento balneare privo di defibrillatore;
– N. 3 verbali per sosta di unità da diporto in zona non consentita; – N. 1 verbale ad un diportista per noleggio abusivo della sua imbarcazione; – N. 3 denunce penali per occupazione abusiva di demanio marittimo;
– N. 2 denunce penali per navigazione pericolosa in prossimità di bagnanti;

In tale contesto, il Comandante della Guardia Costiera di Vieste, Tenente di Vascello Francesco Maria Ricci, raccomanda a tutti i diportisti ed agli appassionati della tavola a vela di riporre particolare attenzione nel navigare a debita distanza dallo specchio acqueo riservato alla balneazione – segnalato da boe di colore rosso/arancione – e di utilizzare esclusivamente gli appositi corridoi di lancio per l’avvicinamento alla battigia (delimitati da boe di colore giallo).

Si ricorda infine che per tutte le emergenze in mare è sempre attivo il NUMERO BLU 1530, operativo e gratuito su tutto il territorio nazionale 24 ore su 24.

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata

Gargano, 9 verbali per bagnino non presente e assenza defibrillatore ultima modifica: 2017-07-14T22:11:37+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
7

Commenti


  • Carmela

    Finalmente. Era ora. Un applauso al Tenente di Vascello Francesco Maria Ricci. Tale e quale agli operatori di Manfredonia. I quali su trecento chilometri di costa ispezionata hanno trovato soltanto quattro infrazioni. E’ evidente che gli operatori del Gargano nord non accettano omaggi stagionali dai lidi e dagli abusivi. E sono liberi di poter esercitare il loro mestiere in modo serio e rigoroso nel far rispettare le leggi vigenti. A favore della sicurezza di tutti, degli operatori onesti e dei bagnanti che non possono permettersi di pagare ombrelloni e lettini ormai riservati solo a pochi ricchi. Bravi, veramente bravi. Spero sia da esempio per i loro colleghi di Manfredonia


  • Michele

    Manfredonia ci siete? ce la fate? siete connessi? o vi svegliate a settembre ?


  • Polemico sempre

    Tristissime queste foto col “bottino”….di pessimo gusto


  • Patrizia

    A Manfredonia da qualcge giorno si è insediato un nuovo Capitano. A questo oltre ai miei auguri vorrei fare la seguente domanda; Sig.Capitano mi scusi tanto, ma dopo i festeggiamenti e le onoranze del sindaco ecc ecc si metterà al lavoro facendoci vedere che un capitano vale più di un tenente, oppure i gradi sono solo un fatto formale dovuto all’anzianità di servizio? Che dice un nuovo giro a Ippocampo, Mattinata, Mattinatella, Vignanotica e baia delle zagare,…. … A proposito almeno a voi a baia delle zagare vi fanno entrare? Sà io ed i miei amici ci abbiamo provate decine di volte ma niente. Non esiste un pettine per poter entrare e poter usuffruire della spiaggia libera. Sembra una spiaggia di uno stato a parte. dove le leggi Italiane non valgono. Lei farà qualcosa?


  • Luciano

    Venite a Manfredonia! Evasione fiscale da miliardi di euro!


  • L'oro nero di Manfredonia

    Tra pesca e balneari c’ è da sanare mezzo debito pubblico dello stato italiano e con le multe pitemmo diventare la prima potenza economica e l mondo! Si vendono i pesci e i mitili con 48° all’ombra, non esiste alcun rispetto delle creole sanitarie, legali e amministrative tranne pochissime rivendite. Affitti di ombrelloni, sdraio e casotto emettendo fatture e scontrini fiscali?


  • Ant

    Speriamo ke quelli di manfredonia si sveglino x davvero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi