EconomiaStato prima
Zabeo (Ufficio studi): “Secondo i dati del Ministero dell’Economia, l’evasione al Sud sfiora il 60 per cento, al Nord è al 27 per cento”

“Inefficienza PA ha risvolti peggiori dell’evasione fiscale”

Di:

Roma. Il malfunzionamento della Pubblica amministrazione (Pa) italiana continua ad avere un impatto molto negativo sull’economia del nostro Paese, frenandone la ripresa. E sebbene la comparazione presenti tutta una serie di limiti, possiamo in linea di massima affermare che l’incapacità, gli sprechi e la cattiva gestione della macchina dello Stato hanno una dimensione economica superiore al mancato gettito riconducibile all’evasione fiscale presente in Italia.

A ricordarlo è l’Ufficio studi della CGIA che, per prima cosa, ha raccolto ed elencato le principali inefficienze della nostra macchina pubblica e i conseguenti effetti economici che queste criticità producono sul sistema economico italiano.

In sintesi si puntualizza che:
il deficit logistico-infrastrutturale penalizza il nostro sistema economico per un importo di 42 miliardi di euro l’anno;
i debiti della Pa nei confronti dei fornitori ammontano a 64 miliardi di euro: di cui 34 ascrivibili ai ritardi nei pagamenti;

il peso della burocrazia grava sulle Piccole e medie imprese (Pmi) per un importo di 31 miliardi di euro l’anno;

gli sprechi, le inefficienze e la corruzione presenti nella sanità ci costano 23,6 miliardi di euro l’anno;

la lentezza della nostra giustizia civile costa al sistema Paese 16 miliardi di euro l’anno.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT

“Inefficienza PA ha risvolti peggiori dell’evasione fiscale” ultima modifica: 2017-08-14T10:27:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • Antonello Scarlatella

    È il gioco delle parti. Più è inefficiente la pubblica amministrazione più si annida il malaffare ,corruzione ad esempio che costa altri 60 miliardi di euro circa.
    Quindi 42+60= 100 miliardi di euro degli Italiani in fumo circa 7 punti di pil.
    Se poi sommiamo l evasione fiscale circa 130 miliardi sono altri 9 punti di pil. Ergo buttiamo nel cesso e tiriamo lo scarico ogni anno 16 punti di pil grazie ad una politica nazionale incapace di fare riforme radicali.


  • Franco

    Verissimo. L’esperienza di una vita di lavoro lo confermano. Inefficienza, impreparazione, menefreghismo, corruzione della pubblica Amministrazione e dei politici giustificano la situazione disastrosa del paese Italia e anche di Manfredonia. Le industrie, il contratto di Area e il mancato Turismo a Manfredonia sono il risultato degli ultimi venti anni di cattiva amministrazione.


  • svolta

    Ammesso che arrivino le riforme tanto auspicare, mi pongo il problrma chi le deve applicare o far applicare ?
    Tutto il malaffare che gironzola per l’Italia da chi è gestito…. Non penso proprio dai rubagalline…. In sintesi ritengo che chi è al vertice delle varie macchine amministrative dovrebbe restare allo stesso posto Max 3 anni e quindi applicare il ricambio, spoil system (?).
    Perché non viene applicato, evidentemente fa comodo al sistema ?
    Si è cercato di distinguere i ruolo tra dirigenza e organi politici…. Con quale risultato…… Come prima, più di prima….
    Pier Camillo Davigo, docet.


  • Partito della Zappa

    Qualcuno disse: creiamo i problemi e poi facciamo vedere che noi stessi li risolviamo


  • Partito della Zappa

    Si crea il problema per poi prendersi i meriti di averli risolti..,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi