Cronaca

Detenzione illegale armi, 4 arresti a Barletta

Di:

polizia-notte (archivio, rmtod.)

Controlli polizia notte (archivio, rmtod.)

Barletta – PERSONALE del Reparto Prevenzione Crimine di Bari ha tratto in arresto ieri pomeriggio a Barletta 4 pluripregiudicati, due originari di Melfi, Blasucci Vincenzo, di anni 27 e Monticelli Daniele Rosario di anni 24, e due originari di Canosa di Puglia, Moscaritolo Massimo Sabino e Caccavo Lorenzo, entrambi di anni 39, resisi responsabili in concorso tra loro dei reati di detenzione illegale e porto abusivo di arma clandestina, munita di relativo munizionamento , possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso.

Gli operanti nel corso di straordinari servizi anticrimine su Barletta, predisposti per contrastare il fenomeno delle rapine in danno di esercizi commerciali, intercettavano in via Vecchia Minervino, all’altezza del Bowling e nelle vicinanze di numerosi negozi, un’ Alfa Romeo 147 con a bordo quattro persone, che viaggiava in direzione del centro città. Gli agenti decidevano di fermare il veicolo e procedere al controllo degli occupanti, ingiungendo ai quattro di scendere dall’auto. Uno di questi, risultato poi essere Caccavo Lorenzo, seduto sul sedile posteriore lato conducente, prima di scendere, con un movimento veloce della mano, si disfaceva, di un oggetto, precisamente di uno spadino della lunghezza di 7 cm, solitamente utilizzato per forzare i congegni di chiusura delle autovetture. Gli operanti procedevano ai controlli di rito nei confronti degli occupanti dell’Alfa ed appuravano trattarsi di quattro pluripregiudicati. I fermati venivano sottoposti a perquisizione personale che veniva estesa altresì alla suddetta Alfa Romeo 147, sortendo esito positivo.

Infatti, all’interno dell’abitacolo e precisamente sotto il volante, a portata di mano sia del conducente, sia del passeggero anteriore, venivano rinvenute due pistole semi-automatiche di cui una di marca Beretta Mod. 70 calibro 7.65, avente matricola abrasa, completa di un caricatore rifornito con nr. 6 cartucce dello stesso calibro ed una scacciacani semi-automatica, priva di tappo rosso, con canna modificata e parzialmente occlusa, completa di caricatore privo di cartucce. Nel frattempo giungeva in ausilio una pattuglia del Commissariato di P.S. di Barletta. Sotto il sedile posteriore destro si rinveniva una busta di cellophane di colore celeste, avente fessure strappate in corrispondenza di occhi e bocca, come se la medesima potesse essere utilizzata per occultare parzialmente il viso. Inoltre, nel portabagagli dell’auto, si rinvenivano due passamontagna di colore nero. I quattro venivano quindi accompagnati in Commissariato e dopo l’espletamento delle formalità di rito venivano tradotti presso il carcere di Trani. Giova precisare che a Caccavo oltre ad i reati in concorso sopra descritti, venivano contestati anche i reati di false attestazioni a P.U. sulla propria identità, nonché inosservanza delle prescrizioni relative alla misura dell’Affidamento ai Servizi Sociali a cui in atto è sottoposto.

CERIGNOLA – Arrestato a cura Commissariato Cerignola: Dalessandro Franco, nato Cerignola, cl. 1987, per resistenza, minaccia e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Redazione Stato@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi