Cronaca

Proteste contro Manovra, Perrone (Anci): “per tutelare diritti dei cittadini”

Di:

Il presidente dell'Anci Puglia Gino Perrone (ST)

Bari – IL prossimo giovedì 15 settembre sindaci e amministratori dei comuni pugliesi si riuniranno a Bari, alle ore 11, in Piazza Prefettura, per aderire alla giornata nazionale di protesta indetta dall’ANCI contro i contenuti della manovra economica varata dal governo.

Si tratta del primo sciopero dei sindaci, i quali per esprimere il disagio e l’impossibilità di assicurare servizi essenziali ai cittadini, restituiranno simbolicamente al Prefetto e al Ministero dell’Interno la delega in materia di anagrafe e stato civile. La mobilitazione si colloca in una serie di iniziative ANCI, tra cui anche il ricorso alla Corte costituzionale per gli articoli 4 e 16, rispettivamente quelli che obbligano i comuni alla dismissione delle società partecipate e che intervengono sulla organizzazione istituzionale dei piccoli comuni.

L’iniziativa pugliese è stata comunicata dal presidente Luigi Perrone, durante l’Assemblea precongressuale dell’ANCI Puglia svoltasi ieri, presso il comune di Bari, per la sostituzione dei delegati regionali non più in carica, in vista dell’elezione del nuovo presidente di ANCI Nazionale che si terrà a Brindisi il prossimo 5 ottobre, nel corso della XXIII^ Assemblea annuale dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani. “La protesta dei sindaci riguarda i diritti dei cittadini – ha dichiarato Perrone – La manovra economica, benché necessaria, resta insostenibile per le istituzioni territoriali, compromette il mantenimento di servizi essenziali ed il rilancio economico. In Italia il 75% degli investimenti pubblici risulta essere realizzato da amministrazioni locali le quali hanno una grande responsabilità per la crescita e la competitività del nostro sistema-paese. La revisione del patto di stabilità resta fondamentale e prioritaria per il futuro dei Comuni e per quello del paese”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi