Eventi

Cacc’e Mmitte Festival, notte jazz a Lucera

Di:

Lucera Cacc'mitt (st)

Foggia – HANNO sfidato la pioggia e regalato al pubblico emozioni uniche Fabrizio Bosso, Guido Di Leone, Giuseppe Bassi e Mimmo Campanale portando sul palco-palmento del Cacc’e Mmitte Festival il loro recente progetto: Four Friends in Bari.

La naturalezza di quattro amici che si incontrano e suonano, la maestria di quattro forti personalità del jazz, l’osmosi di quattro musicisti, ognuno realmente consapevole del proprio strumento.
Tutto questo ha dato vito ad un caleidoscopico percorso sonoro: da King Dorian di Guido Di Leone (chitarre) a Swing? di Giuseppe Bassi (contrabbasso) fino a Wide green eyes di Fabrizio Bosso (tromba). Eleganza e ritmo con E la chiamano estate suonata con le spazzole da Mimmo Campanale (batteria). E molto altro ancora, mentre Fabrizio Bosso ha variato pronuncia e tempi, ora sussurrando ora graffiando, sempre accompagnato con classe e leggerezza dai suoi amici.
In abbinamento allo spettacolo, la degustazione del Cacc’e Mmitte di Lucera (nel formato Magnum dal lt. 1,5) delle cantine Alberto Longo.
Stasera, sabato 14 settembre, ospite del Cacc’e Mmitte Festival sarà la brillante e versatile Carmela Vincenti, attrice di teatro, televisione e cinema che porterà in scena uno dei suoi monologhi teatrali: Donne molto occupatissime. Un excursus di ritratti e profili femminili, ironico e graffiante, una “full immersion” nell’universo delle donne contemporanee. Donne che si incontrano nei salotti, nelle strade, nei mercati e nelle boutiques (di Bari e dintorni) tutte molto occupatissime nelle loro occupazioni e disoccupazioni, dalla famiglia all’arte, dalla poesia alla mondanità, dalla politica alla cucina. Fino all’amore…

Durante la serata ci sarà un “Posto Occupato” in prima fila, perché il Cacc’e Mmitte Festival aderisce alla campagna di sensibilizzazione sul tema del femminicidio. “Posto Occupato” è un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza; a tutte quelle donne che prima che un marito, un ex, un amante, uno sconosciuto decidesse di porre fine alla loro vita, occupavano un posto a teatro, sul tram, a scuola, in metropolitana, nella società.

Allo spettacolo sarà abbinata la degustazione del Cacc’e Mmitte ‘Agramante’ de La Motticella – Paolo Petrilli, vino biologico nato dalla vendemmia 2010 con uvaggio a base Nero di Troia (60%), Sangiovese, Montepulciano e Bombino.

Domani, domenica 15 settembre, il Cacc’e Mmitte Festival si chiude con lo show-cooking di Paolo Parisi che incontra la Daunia. Alla continua ricerca di qualcosa di nuovo da creare, l’allevatore, pastore, gourmet, inventore e uomo simbolo di una qualità quasi perduta, giocherà con gli ingredienti e i piatti tipici della nostra
terra per inventare sapori nuovi.

In abbinamento allo spettacolo culinario, la degustazione del Cacc’e Mmitte di Cantina La Marchesa, nato dalla vendemmia 2011, con uvaggio a base Nero di Troia (70%), Montepulciano (30%) e Bombino (10%). Tutti gli eventi avranno inizio alle ore 21 e saranno ospitati all’interno del cortile di Palazzo D’Auria
Secondo a Lucera. Per info e prenotazioni: Alberto Trincucci, +39.333.9188472.

In allegato la foto di Four Friends in Bari (di Niki dell’Anno).
www.facebook.com/CacceMmitteFestival

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi