ManfredoniaMonte S. Angelo
L'incontro è previsto venerdì 22 settembre 2017

Il Procuratore Nazionale Antimafia Roberti a Monte Sant’Angelo


Di:

Foggia. Il Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti sarà a Monte Sant’Angelo il prossimo 22 settembre in occasione di un incontro con gli studenti degli ultimi anni degli Istituti Superiori di Monte Sant’Angelo promosso dall’Associazione Culturale Odissea Club – Destinazione Futuro e dal MSAC – Movimento Studenti di Azione Cattolica con il patrocinio della Città di Monte Sant’Angelo.

All’incontro, previsto per le ore 11:00 presso la Sala Consiliare comunale sita in Via Sant’Antonio Abate (ex Comunità Montana del Gargano) prenderanno anche parte, dopo gli indirizzi di saluto del Sindaco di Monte Sant’Angelo, Pierpaolo d’Arienzo, del dirigente dell’istituto di istruzione secondaria superiore Gian Tommaso Giordani, Francesco di Palma e di Pasquale Ciuffreda, segretario diocesano del MSAC e Felice Piemontese, direttore artistico di Destinazione Futuro, rubrica culturale dell’Associazione Odissea Club, il procuratore distrettuale antimafia di Bari Giuseppe Gatti ed il giornalista del TG3 Gianni Bianco.

Anche alla luce dei recenti accadimenti di cronaca estivi che hanno interessato il nostro territorio l’evento – aperto al pubblico – vuole essere, anche attraverso la presentazione dei libri “La legalità del noi” (di Giani Bianco e Giuseppe Gatti) e “Il contrario della paura” (di Franco Roberti), un ulteriore momento di approfondimento sui valori della legalità e sui sani principi della sana convivenza civile.

Il Procuratore Nazionale Antimafia Roberti a Monte Sant’Angelo ultima modifica: 2017-09-14T08:44:39+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • Lettore

    Perche non viene mai a Manfredonia?


  • Antonio L.

    Lettore, me lo chiedo pure io. Chissà?


  • Gerardo

    Ma, infatti, perché non va a Manfredonia? Io credo che la presenza del procuratore antimafia a Monte sia superfluo, giacchè dopo le tante operazioni che si sono susseguite, e condotte egregiamente dalle forze dell’ordine, è emerso chiaramente che a Monte non c’è la mafia. Quella vera! Se poi qualche delinquentuccio da strapazzo o la delinquenza stracciona la vogliamo bollare come mafia, credo che si scenderebbe nella mistificazione più palese. E prenderemmo in giro i lettori e soprattutto noi stessi!


  • Salvatore

    Fa venire i brividi leggere che qualcuno scrive che a Monte non c’è la mafia. .Peggio della Sicilia anni ’50.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi