Cronaca

Andria, nasce Coordinamento movimenti a difesa lavoro Puglia

Di:

Riunione Coordinamento puglia (statoquotidiano)

Bari – DOPO gli incontri dei leaders dei più importanti Movimenti nazionali di Protesta a difesa del lavoro e della micro impresa, nati e costituitisi spontaneamente a seguito della perdurante crisi economica che da anni sta devastando il tessuto produttivo e sociale dei territori locali e nazionali, ad Andria lo scorso 27 settembre e a Latina domenica 6 ottobre, venerdì 11 ottobre, a Bari, si sono incontrati i rappresentanti dei Movimenti della Regione Puglia per la costituzione e l’adesione al Coordinamento Puglia.

Un incontro al quale sono intervenuti da tutte le aree della Puglia. Da Andria è giunta a Bari una significativa rappresentativa guidata dal Presidente dello S.C.I.M.P.I.D. Giovanni DI RUVO. Presente anche Savino MONTARULI il quale, dopo aver partecipato alla riunione ad Andria del Laboratorio Urbano del Verede, ha raggiunto i colleghi a Bari in compagnia di una rappresentanza di imprenditori andriesi dei Settori Edilizia e Servizi in fortissima crisi come del resto tutti i Settori produttivi andriesi che si dicono abbandonati e dimenticati dalle istituzioni locali e dai tradizionali canali della rappresentanza ormai scomparsa e accondiscendente con i gruppi di potere precostituito.

Tante le problematiche poste sul tavolo operativo di lavoro e particolarmente approfondita è stata l’analisi della velocissima degenerazione della situazione economica, sociale e di rappresentanza che sta vivendo il nostro Paese Italia ormai gettato in un baratro senza uscita e comunque con enormi danni irreparabili arrecati all’intero Sistema Paese che dovrà invertire radicalmente la rotta con una classe politica e dirigente inadeguata e insignificante che deve cedere immediatamente il passo sperando che ci siano persone e soggetti volenterosi e disponibili a metter mano ai danni procurati dai nominati che hanno costruito immensi patrimoni e privilegi a discapito del bene comune e dell’interesse pubblico e collettivo.

Lavoro e Micro Impresa al centro del lungo ed articolato dibattito barese che si è concluso a tarda notte.

La costituzione del Coordinamento Puglia e Italia è un passaggio fondamentale per porre in essere le azioni programmate e condivise.

Si comincia con il sostegno alla grande manifestazione organizzata e già autorizzata all’Organizzazione Trasporto Unito il cui Consiglio nazionale ha programmato il fermo nazionale dei servizi di autotrasporto dalle ore 0,00 del 28 ottobre alle ore 24,00 del 31 ottobre.

La Manifestazione nazionale è stata denominata “TIR: IL FERMO DELLA DISPERAZIONE”; “un fermo nazionale dell’autotrasporto – ha sottolineato Franco PENSIERO, Presidente Nazionale di Trasportounito – che è una scelta estrema ma mai come oggi equivale a una strada senza uscita”. Una strada senza alternative che parte da migliaia di fallimenti e di chiusure silenziose di imprese italiane.

Il Coordinamento Puglia è un Organismo aperto quindi ancora in queste ore stanno giungendo altre adesioni.

(A cura dell’Area Coordinamento Puglia)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi