Manfredonia

Manfredonia Calcio a 5, è bis travolgente con il Venafro: 5-2

Di:

Manfredonia batte Venafro (SQUADRA)

Manfredonia – IL Manfredonia Calcio a 5 chiude la seconda giornata a punteggio pieno battendo il Venafro C5 per 5 a 2. Marcelo Lombardi è riuscito nel suo intento. Alla squadra chiedeva una cosa sola: essere un gruppo. E i suoi ragazzi non potevano accontentarlo meglio. Primo tempo di marca Sipontina, un vero tiro al bersaglio nella porta del Venafro, e solo un portentoso Di Paolo, portiere avversario, migliore in assoluto in campo, mantiene il risultato fermo. Nel secondo tempo i sipontini calano vistosamente e il Venafro pareggia; il pareggio risveglia il Manfredonia che porta a casa un risultato davvero meritato.

La cronaca – I primi minuti sono di studio, le squadre mantengono le posizioni. Al quarto minuto il Manfredonia sale in cattedra e comincia lo show con le prime giocate Foletto-Sachet che mettono sotto pressione difesa e porta degli avversari. Il Venafro si chiude bene e cerca di respingere la continua offensiva dei Sipontini. Sachet tra 3’ e il 6’ arriva per ben quattro volte al tiro senza fortuna e al 7’ Di Paolo, di puro istinto, sempre su Sachet, toglie al brasiliano la felicità del gol. Ma è solo rimandato. Al 8’, lo stesso Sachet, su rimessa dal lato serve una palla a Trotta, piazzato centralmente, che si gira e, come da posizione di tiro libero, trafigge Di Paolo alla sinistra (1-0). Cinquanta secondi dopo è ancora Trotta che smarca il portiere, ma tira fuori. Poi Orbelli e ancora Sachet, ma Di Paolo è una barriera insormontabile. Al 9’ ecco Pacheco, portiere sei sipontini, che tocca il suo primo pallone, interrompere una delle poche azioni in attacco del Venafro.

Al 11’ anche Cotrufo ci prova al volo, su passaggio di Trotta, ma ribatte Negri e sulla ripresa di palla piazza un sinistro potente in porta che Di Paolo neutralizza. Al 13’ il Venafro arriva in porta con Cimino, ma è bravissimo Pacheco a fermarlo. Al 14’ un nuovo miracolo di Di Paolo su un bolide di Sachet, dopo uno scambio delizioso con Foletto. Poi un altro intervento di Prete, ma Pacheco è ancora bravo. Al 18’ Sachet fa tutto da solo: ruba una palla al centrocampo, fa soli due passi e piazza un missile nell’angolo basso alla destra del portiere. Si va al riposo sul 2 a 0.

Al rientro i Sipontini appaiono un’altra squadra. C’è un calo. Al 2’ una giocata Foletto-Sachet termina fuori di poco e dopo pochi secondi il Venafro torna in partita. Cimino sulla destra contrastato da Orbelli, vince un rimpallo, e tira a rete; una palla bassa imprendibile per Pacheco (2-1). Il Venafro riprende il possesso palla, quasi inesistente nel primo tempo, e crea occasioni. Al 3’ Sachet fa tremare il palo del Venafro e un minuto dopo è Nardolillo, libero, ad effettuare una bellissima sforbiciata aerea al limite, neutralizzata da Pacheco. Al 6’ è il bravissimo Orbelli che neutralizza Cimino, ancora pericoloso in attacco. Il Venafro prende coraggio e riparte. Ancora Nardolillo al tiro al 6’; palla fuori. Cimino all’8’ sfiora il palo su punizione e qualche secondo dopo è ancora lui a tirare fuori la palla. Il Manfredonia è chiuso nella sua metà campo. Al 9’ Foletto prende palla si libera e calcia in porta un bolide; Di Paolo, in due tempi, è ancora presente. Passano quaranta secondi e il Venafro parte dalla sua area con La Bella che lancia per Prete sulla sinistra che a sua volta serve Cimino, completamente solo al centro, e Pacheco è battuto (2-2). Ed ecco la svolta. Il 2 a 2 risveglia i sipontini che riprendono le redini del gioco e all’11’ è Sachet che regala al pubblico il 3 a 2 con una palla tirata quasi da calcio d’angolo che passa tra le gambe di due difensori e portiere. Al 11’ Foletto ruba la palla a Cimino e tira all’incrocio; imprendibile per Di Paolo. Il Manfredonia torna a gestire il campo e il possesso palla. Ancora Orbelli e Foletto ci provano, ma Di Paolo neutralizza. Al 14’ anche Marcelo al tiro, su appoggio di Foletto, ma non ha fortuna. Di Paolo al 17’ compie un altro miracolo su Trotta e qualche secondo dopo è il bravissimo Spano che prende palla al centrocampo e fa tutto da solo. Arriva in area e piazza un destro micidiale (5-2).

A fine gara Marcelo Lombardi ci parla di un calo psicologico dovuto alla convinzione di avere in mano la partita. E’ contento che sia arrivato il pareggio perché ha dimostrato che la squadra era solo distratta. Hanno ritrovato testa e gambe e hanno vinto la partita.

L’allenatore del Venafro Gianluca Iannicelli afferma che i suoi sono riusciti mantenere fino al gol del Manfredonia, poi i sipontini hanno preso il controllo del gioco. Un calo probabilmente dovuto alla prima trasferta e alla partita precedente con il Policoro, una delle favorite per la vittoria del Campionato.

Tabellino
Manfredonia C5 – Venafro C5 5-2 (p.t. 2-0)
Manfredonia C5: Cornehl, Lombardi, Sachet, Taronna, Mangano, Spano, La Torre, Trotta, Orbelli, Foletto, Cotrufo, Falcone. Allenatore: Lombardi Marcelo
Venafro C5: Riccitiello, Valvona F., La Bella, Valvona P, Nardolillo, Cimino, Prete, Negri, Laudadio, Moreira, Giannini, Di Paolo. Allenatore: Gianluca Iannicelli

1° Arbitro: Signor Luca Moscone (Sezione de L’aquila)
2° Arbitro: Signor Francesco Bruschi (Sezione di Ancona)
Cronometrista: Signor Vincenzo Caracozzi (Sezione di Foggia)

Marcatori:
1° Tempo: 8′ Trotta, 18’ Foletto
2° Tempo: 2’ Ciminno, 9’ Cimino, 10’ Sachet, 11’Foletto, 18’ Spano

Ammoniti: Cimino, Di Paolo, La Bella, Nardolillo

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi