Cronaca

Priebke: rifiutate esequie private

Di:

Erich Priebke, condannato all'ergastolo per crimini di guerra per aver partecipato all'eccidio delle Fosse Ardeatine, dove vennero fucilate 335 persone, durante la sua solita passeggiata nel giardinetto sotto casa, accompagnato dalla sua nuova badante e dall'immancabile scorta, Roma, 23 luglio 2013. Erich Priebke, sentenced to life imprisonment for war crimes for having participated in the massacre of the Fosse Ardeatine, where 335 people were shot, during his usual walk in the garden below the house, accompanied by his new caregivers and the inevitable commons, Rome, 23 July 2013. ANSA/MARIA NOVELLA DE LUCA

(ANSA)-ROMA,14 OTT- Il Vicariato di Roma interviene sulla richiesta di funerali per Priebke con una nota in cui precisa che le esequie sono state chieste sabato non dai familiari,ma da una persona vicina all’avvocato del defunto,e che questi ha rifiutato le esequie in forma privata.”Non è stata negata -si precisa- la preghiera per il defunto,ma decisa una modalità diversa,riservata e discreta”.Cioè considerata la situazione si è ritenuto “dovessero avvenire nella casa che ospitava le spoglie del defunto”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi