ManfredoniaMonte S. Angelo
Nota dei referenti del Meetup Monte in Movimento e della consigliera Rosa Barone

M5S “Operatori 118 di Monte Sant’Angelo operano in condizioni indecorose”

"Gli operatori in turno, specialmente durante gli orari notturni, sono soggetti a qualsiasi pericolo dato che i locali sono accessibili a tutti sia dall'interno che dall'esterno dell'ospedale"


Di:

Monte Sant’Angelo, 13 ottobre 2017. ”Oggi, 13 ottobre 2017, la Consigliere regionale M5S della Regione Puglia Rosa Barone, su richiesta del MeetUp Monte in MoVimento, di Monte Sant’Angelo, di è recata nel centro garganico pet controllare i locali fatiscenti del 118. Difatti in data 18 settembre 2017 il meetup pose all’attenzione della portavoce regionale Rosa Barone la questione del 118, descrivendole le indecorose condizioni in cui sono costretti ad operare i professionisti del 118.

La Consigliere allarmata dai documenti che furono forniti, ha ritenuto opportuno constatare e toccare con mano la squallida realtà della postazione medica. Pertanto oggi Rosa Barone, con gli attivisti di Montein Movimento. si è recata presso il presidio medico, rendendosi conto del disagio che vivono gli operatori del 118 di Monte Sant’Angelo. Da alcune dichiarazioni somnarie della Barone e degli attivisti, scaturite dalla visione dei locali, è emerso che la dignità e la sicurezza di questi lavoratori viene totalmente calpestata. La postazione è situata in luoghi
che nascono come deposito, non essendoci un magazzino per i farmaci. Questi sono posizionati in un piatto doccia, non esiste uno spogliatoio dunque gli armadietti sono sparsi nel corridoio, lo stesso che porta all’obitorio. Inoltre l”obitorio non ha un adeguato sistema di aerazione e spesso le salme rimangono più di 48 ore emanando cattivi odori.

L’ambulanza non è posteggiata nella camera calda ma è esposta alla calura e al freddo, a seconda delle condizioni climatiche. Gli attivisti ricordano che nel mezzo ci sono vari presìdi che necessitano di temperature controllate per non essere soggetti ad alterazioni di temperature tali da non garantire la sicura conservazione delle salme.

Gli operatori in turno, specialmente durante gli orari notturni, sono soggetti a qualsiasi pericolo dato che i locali sono accessibili a tutti sia dall’interno che dall’esterno dell’ospedale. E le ultime cronache avvenute in alcuni centri medici della Capitanata sono la testimonianza di tal preoccupazione.

Il tutto è assurdo se si pensa che questa situazione doveva essere provvisoria e che invece si protrae da ben due anni. Sarebbe più di facile soluzione se il 118 venisse spostato al piano di sopra accanto al PPI ed alla GUARDIA MEDICA. In quedto modo ci sarebbe un senso logico al servizio di soccorso.

La Consigliere regionale Rosa Barone si è impegnata a porre un’interrogazione in Consiglio regionale al Presidente Michele Emiliano, che ha in seno l’Assessorato alla Sanità. Il meetup Monte in Movimento si augura che presto gli operatori del 118 possano avere la postazione dignitosa che meritano per l’indispensabile servizio che erogano alla cittadinanza. Auspichiamo in una continua e
fissa postazione medicalizzata che vada oltre la sperimentazione, essendo il medico d’emergenza un servizio fondamentale per la nostra città !

MeetUp Monte in MoVimento, di Monte Sant’Angelo

https://www.facebook.com/RosaBaroneM5S/videos/1946345769020158/

M5S “Operatori 118 di Monte Sant’Angelo operano in condizioni indecorose” ultima modifica: 2017-10-14T22:00:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi