Manfredonia
Nota del Presidente del costituito Consorzio proprietari del villaggio turistico residenziale

Tasse, R.Franzese: Ippocampo non sia ‘bancomat’ di nessuno

"Non trascuriamo che noi e solo noi siamo responsabile del nostro futuro"

Di:

Manfredonia – “NOTO con molto piacere che finalmente si sta diffondendo,tra i proprietari di Ippocampo una sempre maggiore coscienza e sensibilità nei confronti della situazione di Ippocampo, ma mi duole non poco rilevare che i toni e le argomentazioni sono più improntati alla distruzione che alla costruzione. Che Ippocampo è stato ed è il bancomat dei poteri forti è risaputo, ma che ora ne vogliamo giustificare ed addirittura sostenerne l’atteggiamento, mi sembra veramente eccessivo.

“Che il Villaggio Ippocampo non può essere gestito come supercondominio, è un fatto ampiamente consolidato, vedasi le difficoltà dell’A.G. che, nonostante l’impegno e la disponibilità di alcuni amministratori non è riuscito a trovare la quadra per una gestione legale. Ma dobbiamo, senza dubbio, trovare il modo di uscire da questa ‘impasse’ ma nei limiti delle proprie responsabilità. Ora smettiamo di fare la guerra tra noi poveri ed affrontiamo il problema per quello che è”.

“Ognuno deve assumersi le proprie responsabilità, il Comune che si trincera dietro le sentenze Tar e CdS non è senza colpa, l’ITI che sta risolvendo i suoi problemi con la cessione dei beni, non è da meno, trascurando che anche Ippocampo era è resta un suo problema ,che che ne pensa qualcuno, uscito dalla porta e rientrato dalla finestra, anzi dal portone. Ognuno di noi ha investito in Ippocampo con delle proprie prospettive, ma tutti abbiamo interesse a non veder vanificati i nostri sacrifici, ne tanto meno di dispensare in favore di altri le proprie risorse”.

“E’ vero che il villaggio deve ritornare ad essere, in primis per i proprietari, un posto ove trascorrere in perfetta tranquillità quei pochi o molti giorni di riposo (divertimento e relax) e poi un punto di riferimento per il turismo non solo nostrano, ma è altrettanto vero che la Municipalità non può fare orecchio da mercante e prendere senza dare. Devono essere questi i principali obiettivi su cui convergere se vogliamo effettivamente il bene del Villaggio. Obiettivi che il CPVTI si proponeva e propone ancora oggi”.

“Stante a quanto riferito risulta che anche altre strutture della Riviera Sud di Manfredonia si stanno muovendo in questa direzione. ”Fosse che fosse la volta buona”. Non trascuriamo che noi e solo noi siamo responsabile del nostro futuro”.

Ad maiora

ALLEGATI
richiesta intervento su TASI 05-10-14
Risposta al Sindaco su IUC -13-11-14
risposta del Comune su reclamo TASI-10-11-14
Risposta del Comune ad nostra istanza

(A cura di Raffaele Franzese, Presidente del costituito Consorzio proprietari di Ippocampo” – Manfredonia, 14 novembre 2014)

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Tasse, R.Franzese: Ippocampo non sia ‘bancomat’ di nessuno ultima modifica: 2014-11-14T11:00:17+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi