Manfredonia
"E’ un dato storico e lo sottolineo"

Riccardi “Energas e Menale: prendete atto del NO di Manfredonia”

"Grazie a tutti coloro che hanno condiviso questo percorso"

Di:

Manfredonia. “Grande partecipazione democratica. Si è raggiunta una percentuale di votanti superiore al 52% degli elettori manfredoniani, con circa 26.000 votanti. E’ un dato storico e lo sottolineo. In nessuna altra consultazione referendaria precedente a questa, infatti, si era mai superato il quorum. Manfredonia, invece, in una consultazione referendaria comunale va oltre il 50% e si prospetta una valanga di NO al deposito di Energas, pari a circa il 97%. Grazie a tutti coloro che hanno condiviso questo percorso, lo hanno sostenuto, per raggiungere questo grande e significativo risultato.

All’azienda e a Dino Menale chiedo, sul piano istituzionale, di prendere atto di quella che è la volontà della comunità di Manfredonia. Qui non ci sono le condizioni necessarie perché si possa realizzare l’impianto prospettato. Si faccia un passo indietro e si rinunci all’investimento nel territorio di Manfredonia. In caso contrario, le azioni della Città diventeranno sempre più forti ed incisive, in tutte le sedi possibili. GRAZIE A TUTTI E VIVA MANFREDONIA!”.

Così il sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi, su un post pubblicato su facebook.

redazione stato quotidiano.it



Vota questo articolo:
22

Commenti


  • Simpatizzante - Riccardi - bordo - campo.

    Mentre Lannes ha portato tutta la documentazione a Strasburgo caro sindaco e cari politiCIora per rimediare agli errori del passato. MUOVETEVI! SIETE DEL PD? IL PD GOVERNA L’ITALIA! Quindi siete pregati di liberarci dalle catene, dalle paure! Sia di monito a tutti a Manfredonia il 4 dicembre ci sarà un’altra schiaccante ondata di NO! Se non bastasse il segnale a Renzi alla massoneria e alle lobbies…alle politiche potreste sparire tutti dalla carta geografica della politica italiana. Grazie.


  • cittadino

    Secondo me è una vittoria di pirro, in quanto c’è una grossa fetta di popolazione che non ha votato. Mi aspettavo certamente di più visto la massiccia campagna referendaria contro l’impianto.
    In conclusione si può dire che il risultato uscito è interlocutorio non cambia nulla visto che tutto si giocherà sui tavoli istituzionali, in pratica la città era e resta divisa.


  • Elsa

    X Simpatizzante Riccardi …Bordo….. Campo …… vai a lavarti la bocca …. bimbetto


  • DAL PD AL FIVE STARS

    NON VEDO L’ORA DI ANDARE A VOTARE!!


  • Cittadino elettore

    Da cittadino ignorante voglio sapere una cosa:
    chi ha a Manfredonia ha firmato i pareri favorevoli e non si è opposto all’inter del progetto?

    Poichè si tratta di un opera tra quelle contemplate nella Legge Seveso III perchè prima di firmare non ha consultato la popolazione?
    Ho appena finito di leggere un documento dal contenuto raccapricciante.

    Spero che qualcuno ora non se ne venga con la storiella del risarcimento danni all’impresa. Noi cittadini è vero che diamo la delega ai politici per amministrarci ma loro hanno il dovere di informarci. Nel caso qualcuno avesse trasgredito a questa obbligo morale se ne assumerà in futuro tutta la responsabilità e siano resi pubblici i responsabili.


  • Nico

    Cittadino, sei andato a votare ?


  • ezio

    ADESSO PER COERENZA I CITTADINI DI MANFREDONIA DOVRANNO CAMBIARE LO STILE DI VITA E SFORZARSI DI RAGGIUNGERE L’IMPATTO AMBIENTALE ZERO, INFATTI DOVRANNO SPEGNERE GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO, LASCIARE LE AUTO IN GARAGE E QUINDI COMPRARSI IL CAVALLO, EVITARE DI CONSUMARE ENERGIA ELETTRICA SPEGNERE IL COMPUTER, IL FRIGORIFERO LA TV ECC. MA SOPRATTUTTO NON PRODURRE RIFIUTI. SI’ UN PO’ COME FANNO GLI AMISH IN AMERICA.
    http://www.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-ccd6a592-7848-43be-8f40-1e420463f974.html
    MOLTO PROBABILMENTE TUTTO RESTERA’ COME PRIMA, COME DICONO A NAPOLI “MANGIA E FOTTI”


  • Miki

    La città è divisa visto i risultati dei votanti quindi quale vittoria.


  • sipontino indignato

    Magistà il direttore di telenorba ha commentato le elezioni sipontini sul referendum. Ha citato la schiacciante vittoria di no però ha fatto presente che Energas ha tutte le autorizzazioni in tasca e il referendum ha un peso politico.
    Chi ha rilasciato le autorizzazioni a livello Comunale e Regionale?
    Chi ha governato la città e la regione negli ultimi anni?
    Ha ragione chi dice che è tutto sta scritto e deciso o chi come il Sindaco e Emiliano hanno detto in pubblico comizio che se avessimo votato il progetto si poteva ancora fermato. Ecco noi abbiamo fatto il nostro ora tocca a voi e anche in maniera incisiva e non aleatoria. Ad esempio il buon Emiliano che oggi ha lanciato messaggi di pace a Renzi ha revocato l’autorizzazione di Vendola? Suglia altri politici sipontini di sinistra e destra stendo un velo pietoso..


  • Serena

    Caro Sindaco se non fosse stato per lei, oggi il pennivendolo e il suo compare Menale starebbero già festeggiando. Questa è una grande vittoria sua e dei veri manfredoniani.


  • Il manfredoniano doc

    Non per polemica ma se l’amministrazione comunale avvesse fatto la campagna elettorale come l’hanno fatta i tanti comitati e partiti del centro destra il restante 50% sarebbe andato a votare non so se questo risultato possa definirsi una vittoria, comunque plauso ed un sincero ringraziamento al Comitato del NO ENERGAS ed un grazie di cuore al Collettivo InApnea formato da alcuni giovani coraggiosi per aver organizzato i cortei a tutela di questa nostra bella Città


  • Nicola

    Il mostro è imbrigliato ora mi attendo che il Sindaco con una bella spada lucente e tagliante affilata decapiti il mostro per sempre.


  • IPPIT

    Per CITTADINO
    Sei un disfattista. La città ieri ha trovato la sua unità d’intenti e farà sentire la sua vove ai ”tavoli istituzionali’. Certo le cose potevano andare meglio se la componente politica (tranne il Sidaco ed un esiguo numero del PD) avesse mostrato interesse per Manfredonia. I Politici si sono solo affacciati alla finestra ed hanno guardato lo spettacolo da lontano. Ma non hanno mancato di essere peresente, in prima fila, all’incontro con Emiliano. Sarebbe stato un successone se avessero mobilitato i propri elettori.


  • GSEPP

    MO NGIULUN PAVLOCCIE CAMB E BORD U VARVON BAROS CA O PARLET A MIZZ U CORS VENERDI PCCHE’ C IET TUTT QUAND A ROMA AU MNSTOR A ROMB I SCATOL AI PIZZ GRUSS? NGIULUN PCCHE’ NN FACM I PULMANN P ROMA CHIUN D CRISTIEN? A CHM C FACIOV QUANNI CA U MANFREDONIE STOV IN SERIE C MADONN DU CARMN QUAND CRSTIEN INDI PUSTEL A FE I TRASFERT DIMUL TREMUL QUATTMUL FACIUM I PULMAN E IEM A PRUTSTE’ SOTTO I PALAZZ A ROMA AVATSN 4 O 5 PULMAN CHIUN D CRISTIEN PI BANDIR A FE CASUN A ROMA SUCCIOD U FUNUMONN
    U PAIOS N VOL STA CATTR D CENDREL DU GAS E ALLOR ACCUNDUNDEM U POPL.


  • La nostra dignità e i nostri valori non sono in vendita

    La servitù dei napoletani si lecca le ferite, sa di aver avuto un grosso smacco dalla città e allora cercano di arrampicarsi puerilmente sugli specchi donando perle estreme di saggezza e di maturità in modo anche assi ludico e cieco non mi meraviglio se tra poco leggo che per il gruppetto dei gas è stato un trionfo!! ahahhahahahahahahah


  • Antonio Trotta

    @La nostra dignità e i nostri valori non sono in vendita, il problema è un altro.
    Quando il Sindaco o un rappresentante del comune si presenterà dinanzi al Mise dirà che la città ha detto NO.

    Accadrà esattamente quanto è successo e sta succedendo con la TAV.

    Poi ne riparliamo con il Sindaco e con Emiliano.

  • E adesso dobbiamo capire bene l’altro referendum quello del 4 dicembre , perché quando le cose ai cittadini si fanno capire i risultati poi si ottengono basta chiamare le coi loro nomi.


  • Silvio

    Antonio Trotta, lascia stare e mangiati un gelatino, così ti rinfreschi cervello e bocca.


  • zak

    Tanto mo il deposito lo fanno a Monte… sotto il nostro naso.


  • Antonio Trotta

    @Silvio, tu continua a vivere nel mondo dei sogni…..ricorda che ironia della sorte anche la Bella Addormentata nel Bosco si è svegliata….mentre voi state ancora dormendo riscaldati dal tepore di aver confermato un NO politico che non ha alcun fine Istituzionale.


  • Uno di Voi

    Questa è la vittoria di un solo uomo: il popolo sipontino che ha una sua volontà autonoma dal singolo!

    Volontà che si è formata nel corso del tempo, come uno tsunami provocato da una ribellione interna nel cuore di ognuno di noi quando si è reso conto che i suoi massimi rappresentanti erano diventati completamentecolpevoli di tale malefatta.

    Responsabili che ognuno sa dare un nome e cognome e non sono più di 10!

    Il 13 novembre è il primo giorno di un’alba di un nuovo modello democratico da attuare a Manfredonia per rendere la comunità più responsabile direttamente delle proprie decisioni!

    In definitiva è ciò che auspica il m5s a Manfredonia ed in Italia: la democrazia diretta, il far governare direttamente il popolo, solo così si da un senso vero e democratico all’educazione scolastica ricevuta!

    Oggi su Energas e su un modello di sviluppo post industriale, domani la volontà generale della comunità sipontina si dovrà esprimere in breve su:

    1. BILANCIO PARTECIPATO

    2. URBANISTICA PARTECIPATA

    Due punti oscuri come era la parola Energas tre anni fa!

    Lo slogan

    “SCEGLIETE NOI, GOVERNATE VOI” del M5S di Manfredonia è più attuale e futuribile che mai e ieri ne avete dato la prova.

    Alla volontà generale del popolo si devono inchinare tutti e rispettarla!

    Altro che panettoni….

    CHAMPAGNE PER TUTTI…COME SANA ABITUDINE!!!


  • FORZA MANFREDONIA SENZA ENERGAS

    Per la prima volta sono d’accordo con Riccardi.
    Si è voluto seguire il popolo e Riccardi ha preso la palla al balzo, anche se inizialmente contrario, ha ottenuto il referendum (un grazie anche a Romani) e ora chiede gentilmente alla società di farsi da parte.
    se menale non rinuncia prenderà posizioni in tutte le sedi, io aggiungo, e con sit-in in loco.
    Adesso Emiliano, Riccardi e Di Maio, devono andare a Roma per chiedere a Renzi di delocalizzare il progetto in altre posti consenzienti.
    Riccardi però non scordarti che Manfredonia ha scelto altre forme di scelta del lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati