ManfredoniaMonte S. Angelo
Nota stampa

Monte nel cuore “La vera storia/Parte 2”

Di:

IL VESTITO DI COMUNE INFILTRATO O CONDIZIONATO DALLA MAFIA NON SI ADDICE A MONTE SANT’ANGELO, LO DICONO I FATTI.

… Il dissesto finanziario è infatti un’altra caratteristica che accomuna i mafiosi. Le ragioni consistono nel fatto che la spesa pubblica, anziché essere finalizzata a soddisfare le esigenze della collettività, è diretta a favorire le imprese “contigue” o quelle direttamente controllate dai sodalizi criminali (sono frequenti i casi in cui si acquistano o si affittano macchinari a prezzi da capogiro, oppure si affidano servizi, come la tesoreria e la nettezza urbana, a condizioni di assoluto favore a società appaltatrici fittizie). Questo complesso di circostanze comporta una sorta di esenzione permanente dal pagamento di qualsiasi tassa o imposta. La totale inazione fiscale, che si manifesta nella mancata riscossione di tributi di ogni tipo, fa si che le condizioni di indebitamento di tali comuni siano drammatiche e che essi dipendano, in tutto e per tutto, dai trasferimenti erariali dello Stato”.

Questo passo molto illuminante si può così sintetizzare: in un Comune condizionato dalla mafia o da organizzazioni criminali, il Bilancio comunale è in dissesto, non si riscuotono le tasse, i servizi pubblici vengono affidati a prezzi esagerati, la spesa pubblica fa arricchire le cosche mafiose.

Sapete di chi sono le parole virgolettate? Sono del dott. Cantadori, uno dei tre componenti della Commissione Straordinaria del Comune di Monte Sant’Angelo, in un suo articolo pubblicato su Gnosis – Rivista italiana di intelligence (art. 4 – di seguito il link dove poter trovarlo: http://gnosis.aisi.gov.it/sito%5CRivista24.nsf/servnavig/5).

Nel nostro Comune, i tre Commissari prefettizi non hanno riscontrato alcuna di queste condizioni. Infatti, l’ultimo Conto Consuntivo approvato dal Consiglio Comunale, prima del suo scioglimento, riguarda il 2014.

Questi sono i dati principali del Documento contabile:

✓ FONDO CASSA superiore ai 9 milioni di euro;

✓ AVANZO DI AMMINISTRAZIONE superiore ai 4,5 milioni di euro;

✓ NESSUNA ANTICIPAZIONE DI CASSA;

✓ TASSE PIÙ BASSE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (IMU 0,86%, TASI 0,1%);

✓ PERCENTUALE DI RISCOSSIONE DELLE TASSE rispetto a quelle accertate superiore al 100%;

✓ CREDITI DI DUBBIA ESIGIBILITÀ appena 18 mila euro su un bilancio di spesa corrente superiore agli 11 milioni di euro.

Spesso ci scappa una battuta: “Quando parliamo del Bilancio di Monte Sant’Angelo, facciamolo sottovoce, perché, se ascolta la Merkel, la Città viene annessa alla Germania!”.

Nel 2012, Monte Sant’Angelo è stata inserita nella lista dei Comuni virtuosi d’Italia (143 in tutto), l’unico in tutto il Sud, insieme a Capri e a Capurso.

Nelle casse comunali, negli anni 2014 e 2015, sono confluite entrate extra (rispettivamente 900.000 euro e 2,5 milioni di euro) derivanti da una transazione con la Syndial, società del gruppo ENI, riguardante l’affrancazione di alcuni terreni della zona industriale di Macchia. Nel 2016, sono confluiti, per la stessa causale, altri 1,7 milioni di euro.

Appena insediata, l’Amministrazione ha estinto tutti i mutui in corso, conseguendo un risparmio di oltre 400.000 euro.

Il Patto di Stabilità, dal 2015, è cambiato e sono stati premiati i Comuni che negli ultimi anni sono riusciti a ridurre la spesa corrente e si sono mostrati più efficaci nella riscossione delle proprie entrate. Tra questi vi è a pieno titolo il Comune di Monte Sant’Angelo! Basta consultare il D.L. n. 78/2015, la cui tabella è stata pubblicata in data 19/06/2015 sul Supplemento Ordinario n. 32L alla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 140.

Ciò detto, viene spontaneo chiedersi: “Nella loro prima relazione al Ministero dell’Interno, la Commissione Straordinaria ha illustrato doverosamente la situazione virtuosa del Comune sul piano economico e finanziario?”.

Allo stato delle cose, non è dato sapere se l’abbia fatto oppure no. Tuttavia, se l’avesse fatto, avrebbe dovuto concludere in tutta onestà che “il vestito di Comune infiltrato o condizionato da organizzazioni mafiose” non si addice proprio al Comune di Monte Sant’Angelo.

Nel Bilancio di previsione 2015, approvato con Delibera di Giunta n. 130 del 14/07/2015 (http://pubblicazioni.saga.it/publishing/DD/docDetail.do?docId=49962&org=montesantangelo) era inserita una somma destinata a sgravi fiscali per giovani che avrebbero iniziato un’attività imprenditoriale e per commercianti che avrebbero denunciato episodi di estorsione (Intervento codice 11105050001, Contributi e Sgravi vari di sostegno ad attività economiche, nuovi imprenditori e vittime di racket, 100.000 euro).

Questa, dunque, era la situazione finanziaria del Comune di Monte Sant’Angelo quando è stato deciso lo scioglimento del Consiglio Comunale.

(Fonte: Coalizione politica “Monte nel Cuore” – Monte Sant’Angelo)



Vota questo articolo:
15

Commenti


  • NO ENERGAS

    Ce l’avessimo noi a Manfredonia un bilancio così robusto come ce l’avevate a Monte.
    Comunque a prescindere dal bilancio del vostro comune, credo sinceramente che sia stato sciolto per motivi che non hanno nulla a che fare con la criminalità, ma per motivi che vanno ricondotti a interferenze politiche apicali per mero opportunismo. Questa è la mia idea.

  • MA …. forse bisogna anche ringraziare chi opera dietro le quinte se il comune naviga in acque tranquille…. dopotutto esistono persone oneste che fanno il loro lavoro in modo diligente.


  • Annamaria

    Immigrato montanaro, dunque quando le cose vanno bene, i meriti sono dei funzion comunali; mentre quando vanno male, le responsabilità vanno scaricate sui politici! La tua asserzione, oltre ad essere faziosa, è alquanto ridicola!
    Io invece da persona obiettiva, quantunque non abbia votato la lista Monte nel cuore, riconosco quanto scritto nel comunicato.


  • Gennaro

    Io ho vissuto alcuni anni in un paese della Calabria ché e stato sciolto per mafia, e vi assicuro che li neppure la carta igienica anno risparmiato. Si sono frecati tutto. Altro che casse piene come a monte, li si sono frecati pure le chiavi della cassa.non c’era un centesimo. I miei figli si portavano a scuola pure la carta igienica. Ma lì anno fatto bene a sciogliere. Ma a monte no perché le casse sono piene, quindi come fanno a dire chec’è la mafia. La mafia si frega e si magna tutto.


  • ViScatteroUnaFoto

    Strano che i democraticini non commentano più perché i fatti, i numeri reali non possono essere messi in discussione .carta canta.
    E ancora una volta si desume dalle carte che è stato uno scioglimento politico.

    Io però voglio sentire Raffaele Piemontese, e dai fate parlare Raffaele Piemontese, e fatemi leggere cari PD cosa ne pensa Raffaele Piemontese. Raffaele Piemontese eletto con i voti determinanti di Monte Nel Cuore.

    Raffaele Raffaele Raffaele dai fatti sentire. Raffy sei tutti noi. Raffy tu sei un cuoricino doc.

    Quanto mi piace scattare foto.
    La mia canzone di oggi è “Vi scatterò una foto”, ho leggermente modificato il titolo della canzone di Tiziano Ferro.


  • ViScatteroUnaFoto

    Dimenticavo…un saluto anche a i figli di papà che chiariscono su tutto, ma non accennano ai loro trascorsi gloriosi in Forza Italia e alla militanza dei padri con Raffaele Fitto. Attenzione a fare i giustizialista, moralisti sugli altri.

    w l’onestà e abbasso i secondi lavori in nero!!!!!!!!!!


  • ilenia

    Sottoscrivo il comunicato di monte nel cuore. Ciao


  • giada

    Forse di Simone Cristicchi


  • Ricerco la Verità

    C’è un modo per zittire tutti gli sciacalli incompetenti che, non riuscendo ad arrivare all’uva, hanno fatto risultare la vigna marcia!! VOTARE No al referendum


  • Pasquina B.

    Più passa il tempo, e più la tesi del complotto denunciato da Monte nel cuore prende consistenza. Ahimè è così!!!!


  • Luigi G.

    Io che sono una vittima del governo Renzi/E-truffa, invito tutti voi a votare NO al referendum costituzionale del 4 dicembre.
    Sarà un modo per liberare l’Italia da un governo illegale ed illegittimo, e che mi ha ridotto letteralmente in mutande (questo è addirittura un eufemismo). Sono stato truffato dalla banca di Renzi e della Boschi, da me ribattezzata banca E-truffa, facendomi precipitare in uno sconforto profondo. Quei maledetti mi hanno rubato anni di sacrifici e lavoro.
    Costoro sono molto scaltri nel ribaltare la realtà, raccontando delle vere e proprie fiabe che convincerebbero tutti, pure i più diffidenti. Ma il 4 dicembre saranno stanati.
    Io, lo ripeto, che sono una vittima di Renzi e del PD che ha sperimentato sulla propria pelle la loro propensione al raggiro, a questo punto credo che lo scioglimento del Comune di Monte Sant’Angelo sia frutto di qualche sporca manovra politica architettata da loro. Ormai più passa il tempo e più mi convinco che sia così. Sono capaci di tutto. Non si sono fatti scrupolo di raggirare padri di famiglia, vecchietti ed operai, figuriamoci se si facevano degli scrupoli di mettere in campo una operazione politica meschina. Ma prima o poi come è successo per banca E-truffa, pardon Etruria, la verità verrà fuori e i responsabili verranno processati. Ci vorrà un po’ di tempo, ma accadrà.
    INTANTO IL 4 DICEMBRE VOTIAMO TUTTI “NO”!

  • povero PD !!!!!!!!———- IO VOTO NO!!!!! E TU?


  • GIORGIO

    Da ex PD apprezzo molto il comunicato fatto dalla coalizione MONTE NEL CUORE, ma pregherei la REDAZIONE di riprendere un po a MATTEO 78 che fa delle affermazioni molto pesanti.GRAZIE.

  • caro giorgio voi del PD siete alla frutta e questo vi rode!!!!!!!!!!

  • fammi sapere caro GIORGIO dove sono le affermazioni pesanti !!!!!!! x me sei PD e non exPD!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati