Manfredonia
"Complimenti al sindaco Riccardi del PD e al M5S che si sono molto impegnati"

Referendum Energas,Emiliano “Una grande vittoria per chi ha votato NO”

"Le ragioni delle persone perbene si sono ritrovate ed aiutate"

Di:

Bari.”Una grande vittoria dei pugliesi che votano NO a chi vuol decidere al nostro posto cosa fare sul nostro territorio. Complimenti al sindaco Riccardi del PD e al M5S che si sono molto impegnati. Le ragioni delle persone perbene si sono ritrovate ed aiutate.”

Così il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, commentando l’esito del referendum consultivo svoltosi ieri a Manfredonia relativo all’installazione del deposito costiero di gpl dell’Energas SpA di Napoli.

DATI
ISCRITTI MASCHI 24.365 – ISCRITTI FEMMINE 24.806 – AVENTI DIRITTO 49.171

SI: 3.98% (1.019 votanti)
NO: 96.02% (24.613)

VOTANTI ORE 22 > 25.632 – 52,33%
SCHEDE NULLE 80
SCHEDE BIANCHE 17
TOTALE 25.729

VOTANTI ORE 18 > 17.501 – 35,59%

VOTANTI ORE 12 > 8.187 – 16,65%

Manfredonia. DALL’INIZIALE proposta dell’Isosar al referendum consultivo: tutto sul progetto del deposito costiero di gpl dell’Energas SpA (ex Isosar) di Napoli: le principali video interviste, le modalità di voto, gli interventi, la documentazione. A cura della redazione di Stato Quotidiano.it

Deposito costiero GPL Energas a Manfredonia: focus progetto (DOCUMENTI)

Deposito gpl Energas, le conclusioni della Commissione regionale (DG)

Energas, Riccardi: “rispetto opinione Michele ma referendum non serve a nulla”

Comune Manfredonia: retromarcia Energas su causa per annullamento delibere Consiglio

Deposito gpl Energas a Manfredonia, nulla osta di fattibilità del CTR

Deposito gpl Energas, Comune Manfredonia si oppone al Decreto del MATTM

Manfredonia, Consiglio approva indizione referendum consultivo. Il quesito

Energas sceglie Lino Banfi per la nuova campagna televisiva

Albano in video “Deposito gpl a Manfredonia: sconcertante” (VIDEO)

Manfredonia, come si vota al referendum comunale del 13 novembre

VIDEO

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
10

Commenti


  • Rino

    Che brutto mestiere fare il politico.


  • li..no

    “Ma chi ce lo doveva dire, dobbiamo fare pure sto’ corteo…..chi cù fefe”, affermazioni vere di certi personaggi.


  • Uno di Voi

    Questa è la vittoria di un solo uomo: il popolo sipontino che ha una sua volontà autona dal singolo!

    Volontà che si è formata nel corso del tempo, come uno tsunami provocato da una ribellione interna nel cuore di ognuno di noi quando si è reso conto che i suoi massimi rappresentanti erano diventati completamentecolpevoli di tale malefatta.

    Responsabili che ognuno sa dare un nome e cognome e non sono più di 10!

    Il 13 novembre è il primo giorno di un’alba di un nuovo modello democratico da attuare a Manfredonia per rendere la comunità più responsabile direttamente delle proprie decisioni!

    In definitiva è ciò che auspica il m5s a Manfredonia ed in Italia: la democrazia diretta, il far governare direttamente il popolo, solo così si da un senso vero e democratico all’educazione scolastica ricevuta!

    Oggi su Energas e su un modello di sviluppo post industriale, domani la volontà generale della comunità sipontina si dovrà esprimere in breve su:

    1. BILANCIO PARTECIPATO

    2. URBANISTICA PARTECIPATA

    Due punti oscuri come era la parola Energas tre anni fa!

    Lo slogan

    “SCEGLIETE NOI, GOVERNATE VOI” del M5S di Manfredonia è più attuale e futuribile che mai e ieri ne avete dato la prova.

    Alla volontà generale del popolo si devono inchinare tutti e rispettarla!

    Altro che panettoni….

    CHAMPAGNE PER TUTTI!!!


  • Seguace virtuale di "uno di voi"

    Ben tornato uno di voi! Ben detto! Giusto la volontà del popolo sovrano prima di tutto! Dopo l’alba dobbiamo far splendere il sole e notando il tuo emblema del no..voterò e farò votare NO al prossimo referendum costituzionale.


  • antonella

    Siamo tutti contenti ed entusiasti del voto e della partecipazione,52% di partecipanti è un ottimo risultato, solo 1000 i voti per il sì, il resto lo hanno fatto i cittadini di manfredonia la parte migliore dei cittadini di manfredonia, quelli sani e coscienziosi che amano la città.
    chi vuol prendere i meriti politici è libero di attribuirseli, intanto il valore dei No a energas ha un valore enorme, un pesante e valido dato che impegna politicamente sindaco , Consiglio, è regione, ad impegnarsi politicamente , personalmente e istituzionalmente per non far istallare il deposito sul nostro territorio. Ora i nostri politici hanno ricevuto la Santa investitura per difendere questa città, ora tocca a loro e alla loro capacità politico-istituzionale farsi valere, facendo valere il voto contro dei 24600 sipontini. Non aspettiamo altro!
    #noenergas


  • Nicola

    Vedi di andare a lavorare UNO DI VOI.Così avrai modo di capire cosa significa piegare la schiena. Tornerai stanco a casa che ti passerà la voglia di scrivere IDIOZIE.


  • FORZA MANFREDONIA SENZA ENERGAS

    Antonella, prime ammissioni che il referendum è servito?


  • Zuzzurellone Sipontino

    Siamo alle solite, NON E’ STATA SOLO UNA VITTORIA DEL PD E DI 5STELLE. Vi è stato l’impegno di tutte le associazioni, di Forza Italia ,di Manfredonia Nuova, di EST, P.C.I., sindacati, ecc…….. Coerentemente date il secondo NO alla riforma costituzionale del 4 dicembre, continuando così, come per il no al bombolone a non tradire il propio territorio, o NO??????????


  • Zuzzurellone Sipontino

    Dimenticavo………ridiamoci sopra, “statt ah teddd 5stelle quand uh! diavl taccarezz vè truann l’anmm”……ridiamo tutti di noi e con noi………..


  • dino giordano

    Il dato rilevante è che ad un referendum improvvisato,fatto per “cavalcare l’onda di malessere” contro un BIG Deposito di Gas(il più grande d’Europa?) CON TUTTE LE “GARANZIE” di cui disponiamo nel pianeta tecnologico , un popolo semignorante e con l’anello al naso ha detto: No,grazie!
    “prendiamo atto e andiamo avanti” ha detto mister Energas.
    L’appello per chi ama,nonostante tutto questa città, è di organizzarci per presidiare la zona dove “i noi andiamo avanti” non andranno da nessuna parte.
    Godiamoci questa battaglia vinta per il momento.
    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati