Manfredonia
"Il risultato è importantissimo"

Referendum gpl Energas, Bordo “L’impresa prenda atto e abbandoni”

"I cittadini di Manfredonia, con il loro voto, hanno dimostrato ancora una volta di avere uno straordinario senso civico ed una grande maturità"

Di:

Manfredonia. ”Il referendum su Energas è stato uno straordinario successo di democrazia: ha partecipato la maggioranza dei cittadini e la vittoria dei no è stata schiacciante con oltre il 95%.

Il risultato è importantissimo non solo perché la consultazione popolare è stata organizzata in pochissime settimane, ma anche per la ragione che, essendo solo cittadina, non ha potuto beneficiare delle attenzioni e della campagna mediatica che invece caratterizzano gli appuntamenti elettorali nazionali, favorendo la partecipazione.

Devo dire con orgoglio che avevo ragione quando più di un anno fa proposi il referendum. E bene hanno fatto il sindaco, l’amministrazione comunale ed il Partito Democratico a crederci e ad impegnarsi a fondo per il raggiungimento di questo risultato. I cittadini di Manfredonia, dopo la dolorosa esperienza industriale del passato, hanno votato a valanga contro Energas e per chiedere un altro tipo di sviluppo.

Adesso mi aspetto che l’impresa colga appieno il senso di questo voto e responsabilmente abbandoni il programma di investimento e la volontà di realizzare l’impianto a Manfredonia. Se così non fosse, la reazione istituzionale, politica e sociale del territorio sarebbe fermissima, forte adesso anche della volontà popolare.

I cittadini di Manfredonia, con il loro voto, hanno dimostrato ancora una volta di avere uno straordinario senso civico ed una grande maturità. Grazie di cuore veramente a tutti. W Manfredonia”.

(Dichiarazione dell’on. Michele Bordo, presidente della Commissione Politiche UE della Camera dei Deputati, Manfredonia, 14 novembre 2016)



Vota questo articolo:
12

Commenti


  • Filippo

    Fai più bella figura quando non ti fai vedere.


  • svolta

    Molti PDELLINI ormai “galleggiano”…. ai bordi della politica manfredoniana.


  • Antonino

    Caro Bordo, se tu avevi chiesto il referendum 1 anno fa, forse non sai che noi cittadini lo chiedevamo gia da due anni, appena siamo stati informati di cosa si stava cuocendo nella pentola del Palazzo ” San Domenico “.
    Adesso, constatata la sua Poltrona più alta di quelle del Palazzo, ci può mettere a conoscenza di tutte le varie eventuali autorizzazioni e pareri dati per l’installazione di detto deposito?.
    E nel caso contrario, si vuole prendere il fastidio di informare i suoi cittadini?
    Lo sappiamo che gli impegni che avete sono numerosi, infatti si vedono i risultati e tutti i cambiamenti che non avvengono, ma tirate fuori, una volta per tutte, la verità che resta nascosta nel Palazzo, come un FANTASMA che si muove solo di notte.


  • Zuzzurellone Sipontino

    Lei affermava il 10/11/2016, riguardo al referendum sul bombolone: “positivo ed importante punto di svolta nella relazione tra i cittadini e le scelte di governo del territorio” e poi aggiunge “andare a votare ed esprimersi per il NO. Manfredonia è stata segnata dagli esiti negativi dell’esperienza dell’industrializzazione progettata altrove”. Anche decisa altrove, direi. Allora sarebbe MOLTO INCOERENTE votare SI alla riforma costituzionale che annulla il valore e le competenze delle regioni e dei territori, su temi sensibili locali,ritornando ad un centralismo ormai fuori luogo. Conseguentemente al no passato si esprima con un NO al referendum del 4 dicembre.


  • Pasquino

    L’impresa non mollerà perché sa benissimo che se passa il referendum costituzionale, in quanto impianto strategico per lo stato, avrà il suo bel si può fare.


  • giuseppe

    egr. on. bordo, vuole lei cortesemente spiegare alla cittadinanza cosa potrà succedere ora? chiede a gran voce che l’impresa si ritiri. e se questo non accadesse? quali sono i passi successivi? l’imposizione coatta o forse la guerra civile? dov’era lei e i suoi compagni di merenda dovevate doverosamente informare la cittadinanza ed evitare che si arrivasse a questo punto? salga sul carro di carnevale e non sul carro dei vincitori di questo pseudo referendum.. tanto credo che se i sipontini vorranno scongiurare questo deposito dovranno ergere le barricate stile Enichem con l’esercito per le strade… VERGOGNATEVI POLITICI LOCALI. Siete chiamati a difendere i nostri interessi e non lo avete fatto.. e ora puntualmente cercate la prima pagina.. siete senza vergogna…


  • Sante

    Spero che gli elettori si rendono conto della qualità dei personaggi che ci rappresentano a Roma. Mi auguro anche che alle politiche scelgano personaggi di qualità, oramai siete giunti a bordo campo.


  • antonella

    Onorevole Bordo non so se sbaglio ma lei si è scherato apertamente con Renzi per il si alle modifiche costituzionali, quindi il 4dicembre lei voterà e farà votare si, ora si è attriuito il merito del referendum e della partecipazione a esso, è quando il 4 dicembre fara votare si è voterà si, quali meriti si attribuirà, di aver contribuito a far passare una riforma che da sola annulla il referendum su energas? Allora onorevole a che gioco sta giocando?


  • Uno di Voi

    Questa è la vittoria di un solo uomo: il popolo sipontino che ha una sua volontà autonoma dal singolo!

    Volontà che si è formata nel corso del tempo, come uno tsunami provocato da una ribellione interna nel cuore di ognuno di noi quando si è reso conto che i suoi massimi rappresentanti erano diventati completamentecolpevoli di tale malefatta.

    Responsabili che ognuno sa dare un nome e cognome e non sono più di 10!

    Il 13 novembre è il primo giorno di un’alba di un nuovo modello democratico da attuare a Manfredonia per rendere la comunità più responsabile direttamente delle proprie decisioni!

    In definitiva è ciò che auspica il m5s a Manfredonia ed in Italia: la democrazia diretta, il far governare direttamente il popolo, solo così si da un senso vero e democratico all’educazione scolastica ricevuta!

    Oggi su Energas e su un modello di sviluppo post industriale, domani la volontà generale della comunità sipontina si dovrà esprimere in breve su:

    1. BILANCIO PARTECIPATO

    2. URBANISTICA PARTECIPATA

    Due punti oscuri come era la parola Energas tre anni fa!

    Lo slogan

    “SCEGLIETE NOI, GOVERNATE VOI” del M5S di Manfredonia è più attuale e futuribile che mai e ieri ne avete dato la prova.

    Alla volontà generale del popolo si devono inchinare tutti e rispettarla!

    Altro che panettoni….

    CHAMPAGNE PER TUTTI!!!


  • Pasquino

    Antonella la persona spara bordate attribuendosi meriti che non ha ne lui e neanche la sua cordata. Sta facendo il gioco del cetriolo dell’ortolano e sappiamo tutti come va a finire. Occhi aperti e grande mobilitazione per il NO il 4 dicembre. Abbiamo vinto una battaglia ma per vincere la guerra occorre battere il non eletto con un sonoro NO al referendum costituzionale. Saluti


  • La collera del vento

    SI trovi un’ altra attivita’.


  • Elettore stanco e stufo

    PRODUCA FATTI CONCRETI A ROMA SONO STUFO DEI PROCLAMI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati