Manfredonia
"La legge di riferimento è stata interpretata correttamente"

Illegittima interpretazione TARI, il “Comune di Manfredonia non è tra Enti obbligati al rimborso”

Dal Comune di Monte Sant'Angelo "Il nostro Ente ha, invece, applicato correttamente la TaRi, richiedendo ai contribuenti UNA SOLA VOLTA LA QUOTA VARIABILE"


Di:

Manfredonia, 14 novembre 2017. ”LA legge di riferimento è stata interpretata correttamente ed è stata svolta anche una corretta assistenza alla Pubblica Amministrazione nella formulazione del relativo regolamento. Siamo al di fuori di queste problematiche che, purtroppo, da quanto emerge dalla stampa nazionale, hanno interessato anche realtà di una determinata rilevanza, con Comuni che sembrebbero vittime di questi errori di interpretazione della TARI”.

Illegittima interpretazione della tassa sui rifiuti: il Comune di Manfredonia non rientra tra gli enti obbligati al rimborso. La notizia è stata confermata ufficialmente dagli interessati alle verifiche.

Il caso
Come risaputo, in questi giorni numerosi sono stati gli articoli pubblicati sulla stampa nazionale in merito a “possibili errori di calcolo della quota variabile della TARI sulle pertinenze delle abitazioni“.

L’interrogazione di Giuseppe Labbate
A lanciare mediaticamente il caso risulta essere il deputato pugliese del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Labbate. ”Ad ottobre 2016 ho presentato una interrogazione parlamentare per sollevare il problema dell’errato calcolo della “quota variabile” della Tari, la tassa rifiuti. La Tari, infatti, si compone di due quote: una fissa, in funzione dei metri quadri degli immobili, e una variabile che dovrebbe cambiare in funzione del quantitativo reale di rifiuti prodotto ma che, in mancanza di strumentazioni adeguate, i Comuni calcolano in rapporto ai componenti dell’utenza”.

”Quel che è accaduto – ha spiegato in un post il deputato Labbbate – è che, per quanto concerne le pertinenze (ovvero i garage, i box, le cantine, le mansarde, le soffitte, etc..), tanti Comuni hanno inserito nel conteggio anche la quota variabile per ognuna di esse: quindi una famiglia composta da 4 persone diveniva magicamente di 5 se possedeva un box, di 6 se deteneva anche una cantina, di 7 se vi era anche una soffitta nella propria utenza domestica”. ”Per verificare se nel tuo Comune la Tari è stata calcolata in maniera errata ti basterà, pertanto, prendere una bolletta della tassa rifiuti e controllare se oltre all’utenza “domestica” principale sono presenti altre voci “domestica – accessorio” e se è presente il valore “tariffa variabile”. Qualunque cifra riportata è, dunque, #ILLEGITTIMA”, ha detto ancora Labbate.

La nota stampa del Comune di Monte Sant’Angelo
E mentre si discute sulla futura concessionaria del servizio tributi a Manfredonia, un intervento sull’esatta interpretazione della TARI c’è stato da Monte Sant’Angelo lo scorso 13 novembre 2017. Un intervento che riguarda ufficialmente anche il Comune di Manfredonia, considerando come la Gestione Tributi SpA – concessionaria del servizio delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune sipontino – è società partecipata del Comune manfredoniano (58% quote) dell’Aipa S.P.A. (40%) e del Comune di Monte Sant’Angelo: 2%.

”E’ di pochi giorni fa la notizia che il MEF ha accertato in molti Comuni d’Italia l’illegittima interpretazione della tassa sui rifiuti (TARI), applicando anche alle pertinenze (garage, soffitte e cantine) la quota variabile che caratterizza questo tributo.

Il nostro Ente ha, invece, applicato correttamente la TaRi, richiedendo ai contribuenti UNA SOLA VOLTA LA QUOTA VARIABILE. Pertanto si rassicurano i cittadini che il Comune di Monte Sant’Angelo non rientra tra gli enti obbligati al rimborso per errata applicazione della Tassa Rifiuti”.

Redazione StatoQuotidiano.it – Riproduzione riservata

Illegittima interpretazione TARI, il “Comune di Manfredonia non è tra Enti obbligati al rimborso” ultima modifica: 2017-11-14T12:17:42+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • Mikele

    Scusate qualcuno ci può dire se anche noi Manfredoniani (la risposta è nell’articolo,ndr) vi ringrazio anticipatamente.


  • Sandro

    I soliti solcial bufalai erano già al lavoro con le loro fake news…ovviamente, parlavano come al solito senza essersi informati su nulla.

    Ma niente di nuovo, solo l’ennesima figura di m….


  • Angelo

    Con questo articolo sono confuso, se a me hanno applicato per il box la tariffa allegata alla cartella TARI(quota fissa+variabile) mi spiegate il tutto!!!!!!


  • Michela

    sono confusa anch’io, di quale Comune si parla, di quello di Manfredonia o di Monte Sant’Angelo? Volete, cortesemente, dare chiarimenti in merito? noi di Manfredonia come dobbiamo comportarci? GRAZIE ANTICIPATAMENTE (La Gestione Tributi interessa Monte e Manfredonia, è uguale,ndr)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi