Capitanata

Cerignola, nasce “Avvocato di strada”

Di:

Locandina Avvocato di strada (st)

Cerignola – ANCHE Cerignola avrà il suo sportello di Avvocato di strada. L’associazione, nata a Bologna nel 2000, promuove l’attività di assistenza legale gratuita a persone senza fissa dimora, in ogni eventuale controversia giudiziaria ed anche in via stragiudiziale, oltre a promuovere iniziative volte a favorire l’integrazione sociale e culturale di persone svantaggiate e dei migranti. Ormai presente in 36 città in tutta Italia, Avvocato di strada conta oggi circa 700 avvocati volontari, che contribuiscono a costituire lo studio legale più grande d’Italia, ma anche quello che fattura meno. Cerignola sarà la prima città non capoluogo di provincia ad ospitare lo sportello di consulenza legale gratuita, a dimostrazione della peculiarità di un territorio che, pur interessato da imponenti e continui flussi migratori, non ha mai fino ad ora costituito un efficiente sistema integrato di servizi per i migranti.

Lo sportello, pensato ed offerto dagli avvocati Stefano Campese, Massimo Granato, Nicola Famiglietti, Gabriele Romagnuolo e dai dott. Antonio Caringella e Gaetano Panunzio, sarà ospitato all’interno dei locali della parrocchia di San Domenico, a fianco delle suore della Carità che ospitano giornalmente un servizio mensa gratuito, oltre che assistenza materiale e spirituale nelle campagne di Tre Titoli. Per inaugurarlo, la nascente associazione, in collaborazione con Oltre Babele, Libera – presidio di Cerignola e parrocchia di San Domenico, ha organizzato una due giorni dal titolo “Diritti senza confini”, dedicata al tema dell’immigrazione, dell’inclusione sociale, dei diritti degli ultimi.

Di seguito il programma:

– 17 gennaio, ore 19.30, parrocchia di San Domenico: proiezione del film inchiesta ‘Schiavi’ di Stefano Mencherini. A seguire dibattito con il regista. Ingresso gratuito.

– 18 gennaio, ore 10.30, ExOpera (saletta interna): inaugurazione dello sportello ‘Avvocato di strada Cerignola’, alla presenza del presidente avv. Antonio Mumolo, e pubblico dibattito sul tema: “Inclusione, lavoro, giustizia: la città fragile chiede diritti”. Ingresso gratuito.

– 18 gennaio, ore 22.00, ExOpera: concerto di Sandro Joyeux (Antischiavi tour). Ingresso gratuito.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi