Manfredonia

Festa beneficenza pro associazione Delfino, Di Staso: un successo. grazie

Di:

Ragazzi associazione disabili Delfino (st)

Manfredonia – CON lo scopo di sensibilizzare le giovani generazioni a tendere una mano in favore di chi chiede aiuto, con l’obiettivo di invogliare le nuove leve ad essere attive per offrire la propria disponibilità a chi opera nel sociale con spirito di servizio, si è svolta a fine dicembre una particolare e sentita “Festa di Beneficenza” organizzata presso il Luc di Manfredonia, il cui intero incasso è stato equamente assegnato alla Casa Famiglia Speranza, Associazione di volontariato S. Giovanna Antida Thouret e all’Associazione per Disabili Delfino.

L’iniziativa, che nonostante i tempi di crisi, ha trovato larga ed entusiastica partecipazione, prevedeva una serata conviviale e di ballo presso i locali del LUC – Laboratorio Urbano Culturale – con la possibilità di poter usufruire di consumazioni varie presso esercizi di Manfredonia, tra cui: Bar Centrale, la Suite Discolounge, Dominus Cafè, Civico 5, Bubana e lo stesso Luc “Peppino Impastato”.

L’ulteriore gesto di generosità, che va evidenziato, è che gli stessi esercizi aderenti all’iniziativa non hanno richiesto alcun rimborso agli organizzatori dell’evento, rinunciando all’eventuale guadagno per le consumazioni. Ciò ha permesso di poter raccogliere e quindi assegnare alle associazioni benemerite a cui è stata dedicata la serata, un contributo più alto.

L’Associazione per Disabili Delfino Manfredonia, con i dirigenti, i tecnici, i volontari, gli atleti e gli utenti, con immensa gioia è lieta di comunicare che la somma ottenuta permette una liquidità finanziaria utile per affrontare le spese più immediate della vita associativa e per quanto ricevuto, tiene a ringraziare i promotori ed ideatori della festa: Ivano Talamo, Giovanni Lauriola, Antonia Messina, Raffaele Basta, Roberto Armillotta, Pietro Le Noci, Antonio Santoro, Luigi Vaira, Domenico Santoro, Nicola Ciociola, il gruppo degli amici della Piazzetta e il gruppo degli amici frequentatori del Civico 5. Inoltre, doverosamente, ringrazia la Casa Famiglia Speranza di Manfredonia per aver voluto, come gesto di squisito altruismo, volontariamente condividere in parti uguali l’incasso della festa. “La solidarietà non si vende, non si compra. Si può solo donare”.

(Manfredonia, 15 gennaio 2014; il Presidente – avv. Vincenzo Di Staso)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi