Lavoro

Formez, 200 posti funzionari cat.d, entro fine marzo il bando

Di:

La vicepresidente e assessore allo Sviluppo economico della Puglia Loredana Capone

“Rendere più efficiente la macchina amministrativa, valorizzare il lavoro pubblico, a partire dai dipendenti storici e consolidare la centralità del tema lavoro, perché lavoro vuol dire anche fare anche i concorsi. E questo è quello che sta facendo oggi la Regione Puglia. Assumere in tempi di crisi è davvero la risposta migliore alla precarietà. Sono molto contento perché il concorso è una risposta concreta alle aspettative sia del personale storico e sia di chi vuole entrare nella Pubblica Amministrazione. E’ una risposta formidabile. E poi la Regione Puglia ne ha bisogno”.

Così il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola commentando l’approvazione della delibera di giunta che ha dato l’ok alla sottoscrizione della convenzione con il Formez per l’avvio del concorso (il cui bando sarà reso pubblico entro la fine il mese di marzo) per 200 posti di funzionari di categoria D per la Regione Puglia. Aderendo al progetto interministeriale Ripam, la Regione Puglia si affiderà, per la gestione complessiva del concorso, direttamente al Dipartimento della funzione pubblica, attraverso la struttura del Formez.

“Il concorso per categoria D che la Regione Puglia sta bandendo – ha specificato l’assessore al Lavoro Leo Caroli – può dare risposte concrete sia ai dipendenti storici che possono parteciparvi, compresi i precari, sia ai giovani disoccupati. Non prevede la quota di riserva per gli interni, bensì una adeguata valutazione dei titoli per i dipendenti diretti, premiando così l’anzianita di servizio, come consentito dalla legge. Vorremmo essere pronti – ha concluso Caroli – per la primavera di quest’anno, quando scadrà il nostro divieto assunzionale”.

L’assessore Caroli ha voluto rivolgere un particolare ringraziamento all’intera struttura tecnica dell’assessorato che da tempo sta lavorando sul progetto “in maniera encomiabile”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi