Manfredonia

Monte, ridotta Tarsu ma Comitato ribadisce: comunque sciopero

Di:

Monte Sant'Angelo (Ph: Benedetto Monaco)

Monte Sant’Angelo – NONOSTANTE la riduzione dell’aumento TARSU deliberati lo scorso lunedì 13 gennaio da parte della giunta e l’azzeramento degli aumenti per le attività commerciali il comitato spontaneo dei cittadini conferma la manifestazione di protesta di domani.

“Lo sciopero non è revocato e l’amministrazione continua a non fare chiarezza sulla vicenda. La delibera risulta approvata con parere sfavorevole da parte del segretario comunale e non sappiamo da cosa siano motivate tali perplessità. Ribadiamo con forza che nessuna nostra richiesta è stata accolta e che la protesta continua. Parlano di un’apertura nei confronti dei cittadini e di un’amministrazione dimostratasi pronta ad accogliere democraticamente le istanze sollevate ma per noi non è così. La delibera è solo una farsa, la verità è che temono lo sciopero di domani che provano ad evitare ad ogni costo. Non ci fidiamo e comunque non riteniamo sciolti nello specifico i nodi in questione”, così i rappresentanti del movimento cittadino.

Premesso che il parere tecnico di qualsiasi capo settore in quest’ambito risulta assolutamente non vincolante, le numerose azioni dimostrative di quest’ultimo mese sembrano legate a questioni più generali rispetto alla specifica faccenda. L’indignazione riguarderebbe il modus operandi dei politici locali, accusati di comportamenti non proprio ortodossi, come nel caso dei rapporti con l’azienda locale per la nettezza urbana TECNECO. Si sollevano interrogativi sulle gare a mono partecipazione, sul reale adempimento delle mansioni pattuite, sul capitolato aggiornato ogni quattro anni per la cui redazione tecnici e politici si spartiscono più di 120.000 euro, sull’opportunità di rivolgersi ad una società privata per la riscossione dell’imposta sui rifiuti. In passato il compito era affidato direttamente a dipendenti comunali a costi decisamente più contenuti. Se il problema riguardava l’ingente mole di lavoro, si sarebbe potuto indire un concorso pubblico ed assumere qualche unità in più piuttosto che sobbarcarsi le spese di locali privati, gli stipendi degli impiegati privati assunti, tra l’altro, senza alcun concorso o requisito specifico prestando di conseguenza il fianco a naturali polemiche ed inquietanti sospetti.

(A cura di Antonio Gabriele – antonio.g76@libero.it)



Vota questo articolo:
8

Commenti

  • Tratto dai promessi sposi “Ne’ tumulti popolari c’è sempre un certo numero d’uomini che, o per un riscaldamento di passione, o per una persuasione fanatica, o per un disegno scellerato, o per un maledetto gusto del soqquadro, fanno di tutto per ispinger le cose al peggio; propongono o promovono i più spietati consigli, soffian nel fuoco ogni volta che principia a illanguidire: non è mai troppo per costoro; non vorrebbero che il tumulto avesse né fine né misura.”


  • un manfredoniano qualunque

    bravi montanari continuate a lottare e a far valere i vostri diritti, noi manfredoniani adesso stiamo pensando già al carnevale, importantissimo, le tasse aumentano, il tribunale chiude, l’ospedale pure, sindaco e giunta che non parlano al paese, cittadini che non sanno più cosa fare, che importa tanto tra poco ci trastrulliamo con “Ze Peppe”.

  • come dice Oscar Wilde ” A questo mondo vi sono solo due tragedie: una è non ottenere ciò che si vuole, l’altra è ottenerlo. Questa seconda è la peggiore, la vera tragedia.”


  • Gabriele

    La tassa va abolita tutta. Perché se si rivede il contratto con la ditta che gestisce la raccolta si nota subito che guadagna il triplo rispetto a realtà di paesi limitrofi come Vieste, vico ecc altro che chiacchiere


  • marta

    Ma che bravi montanari…abbiamo ottenuti la riduzione e ora basta. E poi certa gente che sta a capo della protesta non mi piace sono tutti politici che ora si fingono ”cittadini”.sono stati i capi protesta tutti candidati, hanno passato tuttii partiti da destra a sinistra,.controllate e vedrete.e poi c’é qualcuno di loro che predica bene e razzola male.qualcuno di loro é fortemente moroso da anni nei confronti del comune di monte sant’angelo, cé chi non paga l’affitto al comune (avendo in affitto locali dello stesso, chi ha il ristorante e invece ai fini tarsu dichiara di avere un’abitazione)… E questi si sono ribbellati sapete perché:perché il questa amministrazione ha alzatoil tappeto ed ha visto che c’erano troppe cose che non andavano.Sarebbe interessante che Stato quotidiano facesse un reportage stile Reporter su tali soggetti che predicano bene e razzolano male. E il fatto che a questi non interessa la tarsu in se’ lo si vede dal fatto che nonostante sia stato raggiunto l’obiettivo diminuzione aumento tarsucontinuano nella polemica, forse perché non é stato raggiunto l’altro obiettivo segreto quello di fermare l’amministrazione affinché non intacchi i loro privilegi.


  • marta

    Ultima cosa: il contratto con la Tecneco è stato stipulato dall’ex sindaco Andrea Ciliberti nel 2011. Ma il vostro giornale purtroppo forse non ne é a conoscenza perché evidentemente certi vostri inviati di monte sono di parte, molto di parte.Sapete una cosa:Ciliberti ha manifestato contro il contratto da lui stesso stipulato! E questi che gridano allo scandalo contro quel contratto sono alleati di Ciliberti.Il contratto lo si trova nella home page del Comune di Monte Sant’Angelo. Dico che Ciliberti ha fatto un gravissimo danno a Monte quando nel 2011 ha firmato quel contratto. Inoltre dovete sapere che a Monte c’é un altro Comitato di Cittadini e questo é fatto da veri cittadini e infatti tale comitato ha deciso di non partecipare allo sciopero dato che l’obiettivo é stato raggiunto.Ma Caro Stato quotidiano qualche vostro inviato da monte vi da’ informazioni incomplete e non sa che cosi’ nuoce alla credibilita’ del vostro giornale che sempre piu’ sta diventando un punto di riferimento a monte.


  • tommy

    SI RACCONTA DI TUTTO SUL CONTRATTO CON LA tecneco ,gli unici che non dicono mai niente che va tutto bene in questa provincia è la magistratura , ma si puo’ portare in visione per conoscenza agli organi preposti alla corte dei conti se questo contratto è cosi esoso considerando che non è stato indetto nessuna gara da appalto ??”se è cosi si riconosca eventuale responsabilità .


  • Redazione

    Lo abbiamo scritto signora Marta, grazie in ogni modo per la segnalazione e per la stima; cercheremo di fare tesoro dei suoi appunti; buona sera; Red.Stato

    http://www.statoquotidiano.it/01/01/2014/monte-santangelo-tarsu-crisi-manifestanti-bloccano-piazza/181765/

    LETTERA DI VINICIO IMPERATORE A STATO: “LA VERITA’ SULLA QUESTIONE TARSU A MONTE SANT’ANGELO”. “La protesta messa in atto dei cittadini di Monte Sant’Angelo poteva essere, nelle premesse, un grande atto di attivismo della popolazione, invece certi avvoltoi della politica o pseudo politici hanno preso in mano le redini della protesta (indicazione priva di soggetti individuabili,ndr) per propri scopi politico elettorali e cio’ comporterà inevitabilmente al fallimento della protesta stessa con l’allontanamento della stragraande maggioranza di chi inizialmente ha partecipato”.

    “Noto con stupore che ieri in Consiglio comunale si e’ attaccata una sola parte politica, la maggioranza in seno al consiglio comunale, ma le colpe a mio avviso e ad avviso di chi e’ un vero pentastellato o grillino dell’aumento Tarsu risiedono anche in chi sedeve nei banchi dell’opposizione e in chi oggi capeggia la protesta che e’ divenuta una protesta non civica ma politica e di colore, la protesta del partito democratico un partito che e’ a capo del governo nazionale, governo Letta-Alfano che ha aumentato le tasse e sta distruggendo la nazione, il tutto con re giorgio a capo (il pasticcio della tarsu, tasi etc e’ frutto in primis delle politiche fiscali del governo nazionale; inoltre chiedo chi ha stabilito di pagare la cosiddetta ”tassa dello stato” -modello f24 allegato alla tarsu? Il governo di Enrico Letta)”.

    “Ma veniamo alle questioni locali e in particolare a quelle di Monte Sant’angelo. Molti di noi ieri volevano che i ‘capi’ della protesta non si schierassero con nessuno dei politici presenti in Consiglio comunale (sono tutti uguali da destra a sinistra, passando per il centro) ma cosi’ non e’ stato. Sono state nascoste molte verita’ e in primis e la piu’ importante:
    chi ha stipulato nel 2011 un contratto cosi caro (secondo il lettore,ndr) con la Tecneco (ditta che gestisce lo smaltimento dei rifiuti)? Questa la mia la risposta: quel contratto cosi’ costoso per le tasche di cittadini montanari e’ stato stipulato dal sindaco, Giunta e dirigenti del Comune del tempo. Da aggiungere che i componenti della commissione avrebbero inoltre incassato per la loro valutazione circa 20 mila euro cadauno, un vero scandalo etico (io, noi sindachiamo dal punto di vista politico, civico e non legale dato che riteniamo che il tutto sia stato legale) . Ma allora richiedo: perchè è stato stipulato quel contratto cosi’ costoso? Noi cittadini meritiamo delle risposte (…)”.

    “Altro punto: coloro che devono essere a capo della protesta dovranno essere costituiti da cittadini (commercianti o ristoratori o altro che essi siano super super immacolati). Si e’ accusato la classe politica di disonesta’. Ma la disonesta e’ presente anche in certi soggetti e non mi riferisco a nessuno parlo in generale. Siamo sicuri che noi cittadini siamo tutti onesti, siamo sicuri che tutti i ristoratori trattano in maniera adeguata i loro concittadini quando li assumono a lavorare presso le loro attivita’? Siamo sicuro che non vengano sfruttati e pagati in nero e siano assunti (i camerieri cittadini) in modo regolare con il versamento dei contributi. Ma io penso che i cittadini ristoratori e commercianti di monte sant’angelo non siano disonesti assolutamente e che anzi assumano manovalanza in modo regolare e legale. Ne sono convinto altrimenti che figura si farebbe nel parlare di disonesta’.

    “Una proposta: per un risparmio di danaro pubblico si rescinda il contratto con la ditta che gestisce i tributi dato che e’ solo uno spreco di denaro dei cittadini, quel lavoro lo puo’ fare l’ufficio di ragionerie e gli impiegato comunali. Altro proposta: si rescinda il contratto con la ditta individuale che distribuisce le fatture per il pagamento della tarsu dato che questo lavoro lo puo’ fare benissimamente un impiegato comunale -messo comunale e si risparmierebbe denaro (costoro non devono essere intoccabili solo perche’ parenti di politici). Cittadini chiedetevi che lavora nell’ufficio dove si va a pagare allo spazzamento e chi distribuisce le lettere dello spazzamento (come sono stati assunti, come hanno vinto l’appalto per la distribuzione, dove sono stati pubblicati i rispettivi bandi)”.

    “Ecco perche’ sono tutti uguali da quelli del pd a quelli berlusconiani“.

    “Continuero’, continueremo nel parlare di altre lacune presenti non solo nella politica a monte sant’angelo ma anche nel tessuto socio-economico, scavando su tutto e tutti!”.

    “E’ solo l’inizio dell’operazione verita’ vera (e non solo della questione tarsu) ma anche di molte altre questioni e incoerenze (…) e tra questi ci sono anche molti pseudo cittadini e associazioni no profit, centri di igiene mentale. Le assunzioni per chi gestisce soldi pubblici devono avvenire mediante bandi pubblici! Siamo solo all’inizio, apriremo questo paese come una scatola di tonno”.

    Redazione Stato@riproduzioneriservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi