Manfredonia

Questione Tarsu, Monte nel Cuore: è solo una strumentalizzazione politica

Di:

Il sindaco di Monte Sant'Angelo Antonio Di Iasio (st)

Dopo la riduzione dell’aumento Tarsu e la confermata manifestazione di uno dei due Comitati, la maggioranza che sostiene il Sindaco Antonio di Iasio ha diramato il seguente comunicato.

Nostro malgrado, ancora oggi ci vediamo costretti a spiegare alcuni punti relativi alla questione Tarsu. Viste le continue e sterili polemiche messe in atto a “mestiere” da chi é stato sconfitto alle scorse amministrative, vi facciamo presente che, ormai, molti cittadini hanno capito che state solamente facendo politica. Ma rientriamo nel merito della questione.

1. Come già comunicato precedentemente (dovreste solo leggere), i fondi resisi disponibili per la diminuzione dell’aumento della tassa sui rifiuti sono stati recuperati da economie di bilancio, somme che si conoscono, per certo, solo dopo il 31/12/2013;

2. Il Comune di Monte Sant’Angelo, che in tre anni ha subìto un forte taglio di fondi dal Governo, ha deciso di mantenere la Tarsu perchè, in questo momento, più conveniente della Tares. Siamo in attesa, come il resto dei Comuni italiani, di conoscere dal Governo quale sarà la nuova tassa e le sue modalità di applicazione. Quindi, se non si conoscono le modalità della nuova tassa, nessuno può avanzare ipotesi! Nessuno dei Comuni italiani.

3. Abbiamo già ripetuto più di una volta che l’Amministrazione Comunale è consapevole che il costo del servizio di raccolta rifiuti è alto e che farà di tutto per contenerlo, non avendo nulla da difendere né tantomeno da nascondere.

4. Più di quello che si è fatto non si poteva fare! Siamo andati incontro alle difficoltá delle famiglie apportando una netta riduzione dell’aumento della Tarsu (più del 50%) e l’azzeramento per la quasi totalità delle attività commerciali.

Proclamate slogan qualunquisti senza conoscere le leggi e la situazione del “Paese Italia”. Ci chiediamo: li leggete i giornali? Guardate i telegiornali? Tutti i Comuni d’Italia sono in queste condizioni, ma nessuno ha avuto il coraggio di fare ciò che ha fatto il Sindaco di Iasio: diminuire l’aumento della Tarsu!

Per concludere, facciamo appello a tutte le persone responsabili affinché isolino i capipopolo (pseudo-grillini e trombati della politica) che fomentano i cittadini con falsità e illazioni.

Noi restiamo a completa disposizione di tutti per qualsiasi chiarimento.

Infine, dal punto di vista politico, vi ricordiamo che a Monte Sant’Angelo si voterà a maggio 2017.

(fonte: “Monte nel Cuore – di Iasio Sindaco” – Monte Sant’Angelo)



Vota questo articolo:
12

Commenti


  • avv. Gegè Gargiulo

    Da: avv. Eugenio Gargiulo (eucariota@tiscali.it)

    L’avv. E. Gargiulo: TARSU e mini IMU, prove concrete che a Foggia il cittadino contribuente è solo un suddito!

    Ci sarebbe davvero da vergognarsi alla luce degli ultimi due “regali” che il cittadino- contribuente foggiano ha ricevuto dalla propria amministrazione comunale .

    Con una tempistica degna dei sovrani più crudeli, addirittura due giorni prima della ricorrenza del Natale , il Comune di Foggia ha provveduto ad inviare alla stragrande maggioranza dei cittadini dauni il bollettino/F24 relativo all’ultima (quinta rata) della tassa sui rifiuti solidi urbani (TARSU) con un rincaro superiore ad oltre il doppio di quanto originariamente previsto, in prima battuta, dalla stessa amministrazione, ed una media di importo superiore ad oltre cento euro a famiglia, da liquidarsi a favore delle casse comunali entro il 30 dicembre!

    Ed ora la seconda “batosta beffarda” ai danni del cittadino contribuente, con la determinazione dell’importo della cd. mini IMU, relativa al secondo semestre del 2013; ove di “mini” c’è davvero poco, mentre gli importi ,calcolati dai vari CAF, superano mediamente oltre i cento euro, a fronte , di contro, a quella che è la media nazionale calcolata in circa 48 euro a famiglia!

    Come spiegano i CAF ed i fiscalisti locali ai cittadini foggiani indignati per questo ulteriore salasso economico nelle tasche del contribuente, tali elevati aumenti sono dovuti alla circostanza che il Comune di Foggia ha applicato in tutti e due i casi le cd. aliquote massime previste ( il 6 per mille sulla prima casa!) e così l’onere fiscale è ai livelli più alti.

    Lo scandalo maggiore , che dimostra come il cittadino foggiano sia considerato esclusivamente un “contribuente suddito”– interviene l’avv. Eugenio Gargiulo – è che , a fronte di questi inspiegabili aumenti della pressione fiscale locale, non corrispondono proporzionati benefici in tema di servizi pubblici a favore dei cittadini dauni.

    Basti pensare – evidenzia sempre l’avv. E. Gargiulo – alla pressocchè totale assenza di una raccolta differenziata dei rifiuti effettuata nella città di Foggia, così come al cattivo stato della manutenzione delle strade e dei parchi cittadini, nonché alla scarsa cura del verde ! La domanda è allora perché pagare , per esempio, più dei cittadini romani, in materia di TARSU e di IMU, per poi dover sopportare di vivere in una città con carenze e lacune croniche così vistose tali da relegare Foggia tra gli ultimi capoluoghi di provincia in Italia per qualità dei servizi pubblici?

    E pensare che proprio in provincia di Foggia, il Sindaco del Comune di Apricena –Antonio Potenza- ha , invece, dimostrato maggiore rispetto nei confronti dei suoi concittadini, tanto da decidere di non elevare l’aliquota base del 4 per mille sulla proprietà del primo immobile , evitando così di far pagare ai suoi concittadini la famigerata mini IMU . Ma a Foggia, evidentemente, il cittadino è considerato esclusivamente un suddito!

    Sicuramente ce lo rammenteremo – conclude l’avv. E. Gargiulo – questa primavera quando saremo chiamati alle urne per rinnovare l’amministrazione comunale attuale!
    Foggia 15 gennaio 2014 Avv. Eugenio Gargiulo


  • hhmichelantonio

    Invece, noi a Manfredonia non abbiamo nessuna STRUMENTALIZZAZIONE, solo le file all’ufficio postale di 5 ore per pagare come dei pecoroni….


  • Gabriele

    sindaco Di Iasio. Hai un intero paese che ti chiede di andartene perché non te ma vai? Sarà pure come dici tu ma intanto vattene a casa. Rispetta la volontà dei cittadini che dovresti rappresentare. A casa.


  • Giovanni

    Scusami Gabriele ma quale intero paese…I dati ufficiali di prefettura dicono 2 mila scioperanti siamo in 13 mila. e poi il sindaco deve lasciare la citta agli evasori. ripeto perchè non fate un’inchiesta giornalistica voi di Stato quotidiano e vedrete chi sono alcuni capi protesta e tra di essi ci (sarebbero) anche pregiudicati, gente molto conosciuta alle forze del’ordine. La Tarsu è stata ridotta e su questo non ci piove. Di Iasio è un ottimo sindaco. Ah dice un detto: il vecchio partito comunista riempiva le piazze e la democrazia prendeva i voti (mi ricordo lo sciopero per l’ospedale, sempre gli stessi erano a capo della protesta e che hanno fatto poi alle lezioni: hanno perso perché la gente sa che sanno solo scioperare). Come dice il comunicato si vota a Maggio 2017.


  • Giovanni

    E non è un intero Paese di sicuro dato che non puoi parlare a nome mio. Quindi è gia’ meno uno. Ah ma sai gabriele che molti esercizi commerciali sono stati obbligati a scioperare perché alcuni negozianti hanno ricevuto minacce da gentaglia:gli hanno detto o resta chiuso oppure ti facciamo un macello.


  • Giovanni

    Gabriele tu scrivi gli articolo e poi commenti (smentiamo ufficialmente una correlazione tra articolista e commentatore, trattasi di due distinte persone, grazie sig. Giovann,ndr). E mi dispiace per questo ottimo giornale (si ribadisce ufficialmente – rispettando naturalmente l’opinione di tutti – che Antonio Gabriele non è ufficialmente l’autore di nessun commento, scrivendo articoli per il nostro giornale, grazie,ndr)


  • Giovanni

    michelantoni. Voi a manfredonia siete un popolo piu’ civile e istruito dato che quale gente va uno sciopero contro un problema che è stato risolto?! certi montanari politicizzzati lo fanno. E POI FA SPECIE VEDERE IL MOVIMENTO 5 STELLE ALLEATO DEL PD a Monte Sant’Angelo (Grillo ne sarà informato). FA SPECIE VEDERE L’EX SINDACO CILIBERTI CHE MANIFESTA IN UNO SCIOPERO DOVE CI SONO STRISCIONI CONTRO IL CONTRATTO TECNECO (CONTRATTO STIPULATO NEL 2011 DA CILIBERI SINDACO) CONTROLLATE.


  • Giovanni

    ULTIMO DATO: HANNO INCITATO NELLO SCIOPERO ALL’EVASIONE FISCALE. VERGONGNATEVI MA CHE COMUNISTI O 5 STELLE SIETE. ATTACAVATE BERLUSCONI QUANDO INCITAVA ALL’EVASIONE E ORA FATE LO STESSO. E MI FERMO QUI.ALTRIMENTO ALTRE CONTRADDIZIONI CI SAREBBERO.

    RINGRAZIO STATO QUOTIDIANO PER L’OSPITALITA’ AI MIEI COMMENTI, MA PURTROPPO NON CI FIDIAMO PIU’ DI CERTI INVIATI DI MONTE SANT’ANGELO.


  • Giovanni

    MI SCUSO CON IL GIORNALISTA MA GLI RESTANO LE CRITICHE CIRCA IL FATTO CHE RACCONTA SOLO UNA VOCE DI MONTE, QUELLA DI UNA PICCOLISSIMA PARTE. RIPETO SIAMO IN 13 MILA A MONTE NON IN 2 MILA. Rinnovo i miei complimenti a Stato quotidiano.


  • Giuseppe de Filippo

    Spendo personalmente una parola di stima per Antonio Gabriele; lei – giustamente e naturalmente – potrà conservare ed esternare la sua opinione quando lo riterrà più opportuno; ciao, un saluto a tutti gli amici di Monte Sant’Angelo, Giuseppe de Filippo; Dir.Red.Stato – g.defilippo@statoquotidiano.it


  • Giuseppe de Filippo

    Abbiamo già segnalato ad Antonio le sue riflessioni, grazie Giovanni, ciao, Giuseppe de Filippo


  • hhmichelantonio

    Per Giovanni: fare una manifestazione di protesta non e’ incivile. Non farla e criticare in silenzio e’ “VIGLIACCHERIA’. Mi spiego meglio. Pagare la tarsu e’ un dovere di ogni cittadino. Come contribuente non accetto un aumento dell”80 per cento in un anno. Manfredonia e” uno tra i primi Comuni che ha sempre avuto delle tariffe piu” alte in tutta Italia. Non sono d”accordo che per un servizio pubblico ci debba essere tale differenza di pagamento. Se ci sono degli sprechi li debbano pagare chi ne ha le colpe, e non chi e’ spremuto come un limone. Almeno in questi casi non facciamo politica, altrimenti faremo sempre la guerra tra noi, che non riusciremo ad arrivare a fine mese. Ormai e’ risaputo che i rifiuti non e’ immondizia, ma una miniera d’oro per chi amministra, visto che anni fa’l’abbiamo trasportata sino in Germania,pagando altre spese di smaltimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi