Foggia
Il segretario generale della Feneal-UIL di Capitanata interviene sulla vicenda dei 32 alloggi finanziati con bando regionale e mai completati

Galasso: “Landella faccia chiarezza su SperAnziani”

"È evidente che ci troviamo di fronte ad una congerie di responsabilità politiche e di omessi controlli che si sono stratificati nel tempo"


Di:

Foggia. “Ancora un classico esempio di cattiva gestione della cosa pubblica, cattiva politica e mancato controllo sugli uffici comunali”. Così Juri Galasso, segretario generale provinciale della Feneal-Uil, su “Sper Anziani“, i 32 alloggi di edilizia residenziale pubblica destinati ad anziani indigenti, per i quali, nel 2003, il Comune di Foggia ottenne un finanziamento regionale. Ad oggi, gli alloggi ubicati in via D’Addedda, zona 167, non sono stati né consegnati né completati. “È evidente che ci troviamo di fronte ad una congerie di responsabilità politiche e di omessi controlli che si sono stratificati nel tempo. Ed è sintomatico che questo avvenga in una città come Foggia contrassegnata da una pesante tensione abitativa”, afferma il segretario Feneal. “Ci rendiamo conto che la responsabilità non può essere del sindaco Landella ma, al tempo stesso, chiediamo a lui, alla giunta e alla commissione territorio, di accertare, individuare ed, eventuale punire i responsabili, e di fornire una stima dettagliata dei costi necessari per ripristinare e completare gli alloggi”.
Redazione Stato Quotidiano.it

Galasso: “Landella faccia chiarezza su SperAnziani” ultima modifica: 2016-02-15T10:13:26+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi