ManfredoniaMonte S. Angelo
"Si terrà il 3 marzo al Ministero dello sviluppo economico l’incontro per fare il punto sulla vertenza della Manfredonia Vetro"

Manfredonia Vetro, Bordo: il 3 marzo incontro al MISE, trovare acquirente

"Ho più volte espresso la mia opinione sull'opportunità di procedere con l'amministrazione straordinaria invece che con la dichiarazione di fallimento "


Di:

Manfredonia. “Si terrà il 3 marzo al Ministero dello sviluppo economico l’incontro per fare il punto sulla vertenza della Manfredonia Vetro”. Lo annuncia l’on. Michele Bordo, presidente della Commissione Politiche UE della Camera, impegnato in prima linea per “una soluzione positiva alla crisi produttiva della Sangalli,che non può e non deve trasformarsi in un’altra caporetto industriale e occupazionale per il nostro territorio”. “Ho più volte espresso la mia opinione sull’opportunità di procedere con l’amministrazione straordinaria invece che con la dichiarazione di fallimento – continua Bordo – Adesso è utile, anche con il sostegno del MiSE, ricorrere contro quella sentenza ingiusta e sbagliata, e contemporaneamente agire, ciascuno con le proprie prerogative, per salvaguardare il potenziale economico, produttivo ed occupazionale dell’impianto di Manfredonia – Monte S. Angelo. Con questi obiettivi mi sono subito adoperato per ottenere l’incontro oggi convocato al Ministero dello sviluppo. In quella sede dobbiamo chiedere al governo di profondere ogni ulterioresforzo al fine di accelerare la ricerca e l’individuazione di unserio acquirente dell’azienda- conclude Michele Bordo –anche inserendo quest’azione specifica di investimento sulla produzione di vetro nella più complessiva strategia per il rilancio dell’attività industriale nel Mezzogiorno”.

focus
Fallimento Sangalli Manfredonia: a chi spetta ora la bonifica del sito? (II)

Redazione Stato Quotidiano.it

Manfredonia Vetro, Bordo: il 3 marzo incontro al MISE, trovare acquirente ultima modifica: 2016-02-15T17:09:31+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
16

Commenti


  • Gianpaolo

    E se è le seconde lavorazioni che fanno ?????? Sti politici a chi figh e a chi figliastr


  • kakizza

    il 3 al MISE ahahaha ahahhaah ahahahahhh …..sto aspettando le misure entro il 2015 per gli lsu detto da te /BRODO) orima delle comunali ahahhaha ahahahha ahaahh IPPPOCCRITTTAAAAAAAAAA…..


  • Leo

    Oramai tutto e finito MS non prenderci più in giro bisognava prima fare qualcosa no mo che oramai la Sangallo vetro non esiste piu


  • Leo

    Oramai tutto e finito non prenderci più in giro bisognava prima fare qualcosa no mo che oramai la Sangallo vetro non esiste piu ma che dici


  • da ridere

    certo che è assurdo ancora a prendere in giro questi lavoratori…ma come si fà se la prma udienza è stabilita a luglio…
    NON LA DOVEVATE FAR CHIUDERE, QUESTA ERA LA SOLUZIONE, MENTRE VOI TUTTI LAVETE FATTA CHIUDERE.


  • Lucia

    Ma che gran presa per il c…. certo che continuate arrampicarvi sugli specchi e gli altri ragazzi della Vetrtec 2, della Solage, ed altri il cui elenco è lunghissimo sono figli di nn., perché non vengono menzionati, avete fallito lasciate la politica agli altri. La Serracchiani è una grande, non vi pensa proprio, siete anacronistici, incapaci di stare al passo con i tempi. Basta vedere Manfredonia con la giunta riccardi ha toccato il fondo è una città senza guida.


  • matteo

    Sono ancora convinto che se facevamo fare a san galli, oggi lavoravamo, e sicuramente avrebbe fatto meglio di noi, mi corrego meglio nei pseudo sindacati, ora non ci resta che leccarci le ferite, e fermatevi un attimo a riflettere, così capirete la distruzione di un sito che oggi, anche se in parte poteva essere produttivo, e appetibile, e non mi vinite a dire, ” ma per quanto tempo lo sarebbe stato”, per queste sono cose che spettano ai lavoratori decidere, mentre oggi moriamo di fame, e tra un po a luglio, quando sopraggiungeranno i licenziamenti, allora vorò vedere chi avrà ancora il coraggio, di promettere, e di illudere la gente.
    PS spesso leggo che era questo che molti volevano ” il fallimento”, quindi oggi di cosa ci lamentiamo?? d ‘altronde perchè ci siamo messi fuori ai cancelli per 5 lunghi mesi??
    quindi devo capire che non era vero che se falliva il sito era più appetibile, fate un passo indietro nella mente…. chi fomentava tutto questo?? chi non ha voluto far entrare le seconde lavorazioni???
    Troppe cose che non quandrano, troppe cose che non vanno…………………………………………………………………………….


  • Miclo

    Ma chi è bordo???


  • Lele orazi

    Solite parole dei nostri politici….grandi solo a parole. Manfredonia è fallita! Non rimane più niente. Città senza futuro né per noi e né per i nostri figli, avete svenduto una città, un territorio. A Manfredonia si muore di fame!


  • Lele orazi

    Avete ridotto una città, un territorio, senza né presente e, soprattutto, senza futuro. Guardatevi intorno, non rimane più niente… Solo desolazione! Cosa daremo ai nostri figli? Niente, una valigia per farli emigrare: questo daremo ai nostri figli! Classe politica equivalente allo zero assoluto, e si continua sempre su questa falsariga. Poveri noi….siamo incapaci pure di cambiare…abbiamo il NULLA!


  • presente

    @Lele orazi parole condivise in pieno…l unico consiglio anche se amaro per questi ragazzi, e la valigia… per il nord, dispiace per i nostri figli, che dovranno fin da subito emigrare, in altre terre, ma la rabbia, e quando leggo che anche quel pò che abbiamo… lo distrugiamo, se capisco bene una vertenza, che è una serrata, non può che sfociare in un fallimento dell’ imprenditore, purtroppo, cari ragazzi questi sono sbagli che si pagano amaramente, e dopo è difficile sanarli, o tornare indietro, è impensabile, se capisco bene…. tenere un sito fermo, o meglio bloccato per mesi e mesi…. così è chiaro che si distrugge tutto.
    Non mi resta che augurare a tutti, e dico tutti… visto che si parla sempre della MV, mentre ci sono passate altre 100 aziende con le stesse situazioni, e senza nessun riflettore acceso. Buona Fortuna.


  • Pino Delle Noci

    Sarà ancora una presa per i fondelli per i cittadini di Manfredonia e sipratutto per i dipendenti. Temporeggiare con incontri, commissioni, comitati e così via serve solo a pagare qualche personaggio funzionale alla partitocrazia.
    Mentre Manfredonia chiude per fallimento, Porto Nogaro continua la produzione alla faccia dei manfredoniani. Perche quelli sono stati capaci a non far chiudere lo stabilimento? è tutto scritto nella capacità dei politici del luogo di intervenire al momento giusto, con gli strumenti idonei e con efficace determinazione.
    allego un solo link per chi finge di non sapere:
    http://www.ilgazzettino.it/nordest/udine/salva_produzione_sangalli_vetro_san_giorgio_nogaro_udine_dopo_okay_tribunale_concordato_udine-1486410.html


  • presente

    evidentemente al nord la cosa è stata sicuramante amministrata meglio e bene, ma qui non gli hanno dato tempo e modo di salvare l’ azienda….anzi l’ hanno affondata ancora di più, è evidente…. riducendola al fallimento totale….a differenza di che è stata sempre produttiva…. mentre qui giù la produzione è stata bloccata…..perchè chiaramante si auspicava al fallimento.


  • futuro semplice

    Cari ragazzi, nell’esprimervi la mia solidarietà per quanto vi è accaduto, ci tengo però anche a farvi un appunto, sperando che ciò non vi irriti più di quanto lo siate già.

    I prodromi di un fallimento della S.V. si sono manifestati già molto tempo fa. Per cui già da allora dovevate chiedere conto sia alla proprietà che alla politica. E quando dico politica, mi riferisco al PARTITO DEMOCRATICO. Il partito di RENZI, SERRACCHIANI, EMILIANO, PIEMONTESE, CAMPO, BORDO, RICCARDI (quelli del PD di Monte, poverini, contano ancora meno dei succitati: per questo non li menziono!). Quel Partito che, per SALVARE la realtà di PORTO NOGARO (F.V.G. la Regione della Serracchiani), doveva in qualche modo trovare una sorta di “agnello sacrificale” , individuato nella M.V. di Monte – Manfredonia: l’anello debole di tutto il meccanismo. Industriale e POLITICO. Debole per i suoi rappresentanti; debole per i suoi politici del PD: è paradossale che il Partito di governo nazionale, regionale e locale non sia stato in grado di SALVARE LA M.V. E’ assurdo e irrisorio che i rappresentanti territoriali e nazionali dicano ancora ai lavoratori o meglio ex lavoratori della M.V. che tutto si ristabilirà. Questi politici del PD sono consapevoli che così facendo infieriscono sulla dignità dei lavoratori? Questi del Pd sanno che ormai la gente non si farà più prendere in giro da loro? Questi del PD sono intenzionati a dire ai lavoratori della M.V. che se il PD avesse voluto, il dossier M.V. si sarebbe concluso POSITIVAMENTE IN POCHISSIMO TEMPO? Questi del PD hanno il coraggio di dire ai lavoratori della M.V. che ormai l’azienda ove lavoravano è ormai in una situazione irreversibile? Buona fortuna.


  • bingo

    @ futuro semplice, giusta affermazione “situazione irreversibile” purtroppo è un giusto termine, da qui a non so quanti anni non è possibile fare un bel nulla in quel sito…purtroppo il fallimento e così…………


  • Pollice Sipontino

    Contiamo fino a 10 e stiamo calmi. Leggendo l’articolo suggerito dal sign. Delle Noci si evice che l’impianto di Porto Nogaro ha 7/8 anni di attività, dopo andrà rifatto il forno. La domanda resta la stessa, in tutta Europa: la bolletta del gas(energetica) chi la paga??????????????????? Suggerisco ai dipendenti di tale impianto di non fare mutui per la casa? Capisch ah! me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi