ManfredoniaPolitica
"Sono passati quattro anni da quando è cominciata la sconfortante pagina dei nostri Marò"

Marò, Damascelli: “Quattro anni di brutta storia, nel silenzio generale”

“Noi non dimentichiamo – aggiunge - e non dimenticheremo fino a quando non sarà concluso un iter giudiziario ad ostacoli, fatto di continui rinvii e ritardi"


Di:

Bari. “Sono passati quattro anni da quando è cominciata la sconfortante pagina dei nostri Marò, da quando il governo indiano gioca con la libertà di due Militari Italiani, fedeli servitori dello Stato. Quattro anni in cui l’Italia ha mostrato tutta la sua debolezza politica e la scarsa autorevolezza internazionale e duole constatare che questa data importante, che segna il distacco dalla Puglia di due suoi figli, sia stata ancora una volta candidamente dimenticata anche dai rappresentati delle istituzioni”. Lo dichiara il consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Damascelli. “Noi non dimentichiamo – aggiunge – e non dimenticheremo fino a quando non sarà concluso un iter giudiziario ad ostacoli, fatto di continui rinvii e ritardi. E i due figli dello Stato, i nostri soldati Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, stanno ancora aspettando tra mille vicissitudini. Sono sinceramente vicino alle loro famiglie, che da troppo tempo lottano contro il silenzio della Nazione e delle istituzioni”. “Non dobbiamo mollare – conclude Damascelli – fino a quando non sarà fatta giustizia e potremo superare l’amarezza per un tricolore e i suoi valori traditi e macchiati dagli ultimi governi nazionali”.
Redazione Stato Quotidiano.it

Marò, Damascelli: “Quattro anni di brutta storia, nel silenzio generale” ultima modifica: 2016-02-15T12:16:02+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi