FoggiaSport
Una partita dai due volti, il Foggia perde la vetta del girone C

Matera di Padalino in rimonta, Foggia impatta allo Zaccheria (foto)

Clima di festa prima del match: lo “Zaccheria” applaude calorosamente il proprio ex-tecnico Padalino, per poi stringersi in un caloroso abbraccio ideale dedicato al compianto Franco Mancini


Di:

Foggia. Una partita dai due volti, il Foggia perde la vetta del girone C. Allo “Zaccheria”, i rossoneri impattano 2-2 contro il Matera, subendo una rimonta che, in concomitanza del successo del Benevento sul Melfi (3-0 il finale), li relega al secondo posto della graduatoria. Clima di festa prima del match: lo “Zaccheria” applaude calorosamente il proprio ex-tecnico Padalino, per poi stringersi in un caloroso abbraccio ideale dedicato al compianto Franco Mancini. Novità in casa Foggia, mister De Zerbi cambia modulo a sorpresa e schiera i suoi in un 4-2-3-1 in cui Riverola e Vacca fungono da schermo della difesa, mentre Sarno, Chiricò ed Arcidiacono agiscono sulla trequarti alle spalle dell’unica punta Iemmello; dall’altro lato, mister Padalino adotta invece un 4-3-3 con un centrocampo fatto di qualità e quantità, composto da De Rose, Armellino e Iannini. Il Foggia prende subito il comando delle operazioni e va vicino al gol al 10’, allorquando un cross di Angelo è respinto malamente da Piccinni e favorisce Iemmello, la cui conclusione ravvicinata è oggetto di tre rimpalli pericolosi, per poi venire bloccata da Bifulco. Minuto 15, episodio in area materana: Riverola recupera palla e viene steso da un avversario all’interno degli undici metri, per il direttore di gara non ci sono gli estremi per il penalty. Percussione di Sarno al 17’, l’esterno d’attacco rossonero penetra in area e prova un tiro-cross che viene allontanato da Tomi sulla linea di porta; è il preludio al gol, che arriva un istante più tardi: azione confusa d’attacco, Iemmello allarga sulla destra dell’area per il liberissimo Angelo, il cui cross teso è preda di Arcidiacono, che in scivolata insacca alle spalle di Bifulco. I rossoneri continuano a premere, al 20’ ancora Iemmello serve Di Chiara, che dal limite lascia partire un diagonale mancino che si spegne a lato di un soffio. Il Matera prova a rispondere, ma i Satanelli riescono ad addormentare il match con il proprio possesso palla, per poi affondare il colpo e trovare il raddoppio al 36’: Arcidiacono premia la sovrapposizione di Di Chiara, che arriva sul fondo e mette al centro, dove per Iemmello è semplicissimo adagiare la sfera in rete e correre ad esultare abbracciando De Zerbi. Non ci stanno i lucani, che al 41’ approfittano di una indecisione difensiva ed accorciano, con Carretta che pesca in area piccola Infantino, la cui unica preoccupazione è quella di spingere la sfera in rete. La prima frazione si chiude con un brivido per i rossoneri: angolo dalla destra battuto da Carretta, un paio di rimpalli favoriscono Iannini, che, ad un metro dalla linea di porta, di testa manda alto sopra la traversa.

Il Foggia si ripresenta subito aggressivo, andando vicino al gol al 47’, quando un pallone messo in mezzo da Chiricò viene rimpallato tre volte e respinto da Bifulco, prima di essere allontanato dalla difesa ospite. Al 50’ il Matera perviene al pari: cross di Armellino dalla destra, Iannini in acrobazia riesce a deviare la sfera ed indirizzarla nell’angolo alla destra di Narciso, trovando il 2-2. Al 53’ è Riverola a provarci dalla distanza, la sua conclusione è potente ma termina larga sul fondo; una manciata di minuti più tardi è il subentrato Floriano a rendersi pericoloso, con un tiro-cross sul quale Bifulco respinge di pugno. Ospiti pericolosi al 67’, Armellino impensierisce Narciso concludendo con potenza sul primo palo, l’estremo difensore allontana in tuffo. I Satanelli gestiscono il possesso palla senza pungere, se non con iniziative personali, come quella di Sarno al minuto 73: l’attaccante mette a sedere Tomi sulla destra ed entra in area, provando un mancino a giro che sibila ad un soffio dall’incrocio dei pali. All’82’ è ancora Infantino a spaventare i rossoneri, con una conclusione dall’interno dell’area che finisce alta non di molto; i padroni di casa rispondono (86’) con Sainz-Maza, che conclude da pochi passi, venendo murato da un difensore. Clamorosa opportunità per i Satanelli all’89’: punizione di Sarno che pesca perfettamente Iemmello, il cui impreciso colpo di testa è un assist per Loiacono, murato sulla linea da un difensore. Al 91’ lucani in inferiorità numerica, Carretta commette fallo a centrocampo e rimedia il secondo giallo, che lo costringe alla doccia anticipata. Nel recupero non succede più nulla, al triplice fischio il risultato è di 2-2.

TABELLINO
FOGGIA: (4-2-3-1) Narciso; Angelo, Loiacono, Gigliotti, Di Chiara; Riverola, Vacca (dal 79’ Sainz-Maza); Chiricò (dal 59’ Floriano), Sarno, Arcidiacono (dal 69’ Coletti); Iemmello. A disp.: Micale, Bencivenga, Lanzaro, Quinto, Lodesani, Adamo, Agnelli, De Gennaro, Lauriola. All.: De Zerbi.
MATERA: (4-3-3) Bifulco; Di Lorenzo, Ingrosso, Piccinni, Tomi; De Rose (dall’84’ Zanchi), Armellino (dal 74’ D’Angelo), Iannini; Carretta, Casoli (dal 59’ Rolando), Infantino. A disp.: Biscarini, Meola, Zaffagnini, De Franco, Scognamillo, Pagliarini, Albadoro, Gammone, Dammacco. All.: Padalino.
Arbitro: sig. Pagliardini di Arezzo.
Assistenti: Mokhtar di Lecco e Vono di Soverato.
MARCATORI: 18’ Arcidiacono (F), 36’Iemmello (F), 41’ Infantino (M), 50’ Iannini (M).
AMMONITI: Loiacono, Vacca (F); Iannini, Armellino (M). – ANGOLI: 3-2 per il Matera. – RECUPERI: 2’ p.t.; 4’ s.t..
NOTE: Espulso Carretta (M) al 91’ per doppia ammonizione.

(A cura di Salvatore Fratello, Foggia 15.02.2016)

FOTOGALLERY VINCENZO MAIZZI

Matera di Padalino in rimonta, Foggia impatta allo Zaccheria (foto) ultima modifica: 2016-02-15T20:28:35+00:00 da Salvatore Fratello



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi