Cronaca
Mettete una palma nei vostri droni. Potrebbe essere questo uno degli slogan della Marcia della Pace del 20 marzo prossimo

Arci Foggia: il 20 marzo la Marcia della Pace

L’appuntamento è alle 10 alla comunità Emmaus. Si proseguirà a piedi sulla complanare fino all’aeroporto di Amendola


Di:

Foggia. Mettete una palma nei vostri droni. Potrebbe essere questo uno degli slogan della Marcia della Pace del 20 marzo prossimo. Perché i fiori nei cannoni non bastano più: la guerra per noi europei è diventata silenziosa, qualcosa che si fa ma non si dice, non bisogna disturbare il manovratore. L’Ambasciata di Pace, sigla antica e istituzionale, che riunisce a Palazzo Dogana un grande numero di associazioni foggiane tra cui la nostra, l’ARCI Comitato Provinciale di Foggia, vuole invece dire i suoi NO alla guerra e alla violenza in maniera forte e chiara, e per questo ha indetto per il 20 marzo, Domenica delle Palme, la Marcia della Pace, rinnovando una tradizione consolidata sul classico percorso dalla Comunità Emmaus all’aeroporto militare di Amendola, dove verranno lasciate le palme e i ramoscelli di ulivo benedetti. La Domenica delle Palme è percepita da sempre come momento di pace. I messaggi comunque sono laici, e toccano questioni precise: si dirà no all’interventismo in Libia e in Medio Oriente; sì all’accoglienza dei rifugiati; no alla vendita di armi all’Arabia Saudita e quindi basta ai bombardamenti in Yemen; verità per Giulio Regeni, ambasciatore di pace ucciso nell’Egitto comandato dai militari.

L’appuntamento è alle 10 alla comunità Emmaus. Si proseguirà a piedi sulla complanare fino all’aeroporto di Amendola. Dopo breve cerimonia, è previsto il ritorno con le navette messe a disposizione dall’ATAF. Insieme a noi saranno presenti numerose associazioni foggiane. Invitiamo tutti i nostri amici e tutti i cittadini a partecipare.
Con preghiera di pubblicazione, anticipatamente si ringrazia.

(Foggia, 15 marzo 2016 – Ufficio stampa – Arci di Foggia)

Arci Foggia: il 20 marzo la Marcia della Pace ultima modifica: 2016-03-15T13:36:51+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi