GarganoManfredonia
"Per ampliare le figure sanitarie che potranno far parte del nuovo organismo"

Consiglio sanitario, Gatta: “Bene approvazione mia proposta”

"L'emendamento ha ricevuto l'ok dell'assise regionale -conclude Gatta- e ritengo che sia stata una pagina di buona politica"

Di:

“La democrazia e l’ascolto strutturato delle professioni e dei cittadini fa irruzione nel mondo chiuso e asfittico delle decisioni che riguardano la salute delle persone. Abbiamo realizzato un altro punto del nostro programma di governo, accogliendo l’anelito del mondo della sanità pugliese di parlare finalmente in un luogo trasparente, garantito per tutti, non clientelare, delle grandi decisioni che andranno prese per fare della sanità pugliese la migliore di Italia. Il Consiglio sanitario regionale infatti renderà inutili i pellegrinaggi negli uffici delle Asl o della Regione Puglia, perché tutto potrà essere spiegato in riunioni pubbliche, verbalizzate, nelle quali coloro che hanno competenze ed esperienze potranno dare i loro consigli con la certezza di essere ascoltati e di avere delle risposte. Ringrazio tutti i consiglieri regionali, di tutti gli schieramenti per avere sotto il coordinamento del presidente della Commissione Sanità Pino Romano predisposto un provvedimento legislativo pregevole e innovativo in un lungo lavoro istruttorio che oggi si è concluso con un voto unanime che costituisce un grande risultato per tutti i pugliesi”. È il commento del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano al termine del Consiglio regionale, che oggi ha deliberato all’unanimità l’istituzione del Consiglio sanitario regionale, organismo tecnico consultivo della Giunta e del Consiglio regionale con funzioni di supporto nel monitoraggio dei livelli di assistenza e verifica della qualità dei servizi.

L’istituzione di tale organismo nasce dalla volontà della Regione di coinvolgere tutte quelle figure professionali e tecniche del servizio sanitario regionale, ma anche i cittadini in qualità di fruitori del servizio, quali interlocutori qualificati, nelle procedure decisionali al fine di contribuire ad assicurare scelte responsabili e consapevoli di promozione e tutela della salute.

Bari. “Se il Consiglio regionale sanitario sarà luogo di confronto e condivisione dei processi di riforma della sanità pugliese, è opportuno che tutto il mondo sanitario sia rappresentato al suo interno. Per questo, sono soddisfatto per l’approvazione del mio emendamento in Consiglio regionale per ampliare le figure sanitarie che potranno far parte del nuovo organismo”. Lo dichiara il Vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta. “Nella proposta di legge -prosegue- all’art 6, erano elencate tutte le figure che entreranno a far parte dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio sanitario. Nella lista, però, non rientravano alcune rilevantissime professionalità del settore. Dal personale ostetrico a quello specializzato nell’area riabilitativa, dalle professioni tecnico-sanitarie a quelle di area preventiva. L’emendamento ha ricevuto l’ok dell’assise regionale -conclude Gatta- e ritengo che sia stata una pagina di buona politica: la sanità pugliese ha bisogno del contributo di tutti, specie degli operatori che ne vivono ogni giorno le tante difficoltà”.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • Zuzzurellone Sipontino

    Grazie di questa sua iniziativa, fossero stati e fossero tutti i nostri rappresentanti alla regione come lei avv. Gatta, per il quale viene prima il territorio e poi l’appartenenza politica. Altro che “centralismo democratico”.


  • linus

    Gatta……o ti svegli sempre tardi o……è una tua strategia intervenire a fatti compiuti! quando da decenni si portavano via l’ospedale da manfredonia tu dov’eri?……fagliela bere a chi non ti conosce!!!!


  • Zuzzurellone Sipontino

    Il consigliere Gatta è sempre stato all’opposizione. Non ha colpe, le colpe gravi sono di chi è stato in maggioranza nelle ultime due legislature. La maggioranza ha il potere regionale e governa, decide, l’opposizione no. Data la mia ignoranza credo che funzioni così, o no?


  • andrea

    Consigliere…i complimenti nn se li deve fare da solo. Faccia decidere ai Cittadini e ai suoi elettori, se l’emendamento è soddisfacente o meno.
    Lei è un Politico molto modesto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi