FoggiaManfredonia
"Accelerare il confronto sulla pasta 100% Made in Italy"

Semola contaminata. Mongiello: “Allarmanti esiti indagini CFS in Puglia”

"Il ciclo produzione-trasporto-trasformazione dei cereali deve essere sottoposto ad un sistema di controlli più sofisticato e diffuso"

Di:

Bari. “La contaminazione di pane e pasta utilizzati nelle mense di tanti nidi è allarmante ed im-pone una seria attività di prevenzione dei rischi per la salute di migliaia di bimbi”. Lo af-ferma l’on. Colomba Mongiello, vice presidente della Commissione parlamentare d’in-chiesta sulla contraffazione, commentando gli esiti delle indagini del Corpo Forestale dello Stato della Puglia che hanno portato al sequestro di oltre 10.000 quintali di semola di grano duro, ricavata prevalentemente da grano non italiano, ed alla denuncia di 14 imprenditori per frode commerciale e somministrazione di sostanze alterate. “Torna alla ribalta, purtroppo, il tema della presenza di micotossine nella pasta e nel pane, insieme a quantità di piombo e cadmio superiori rispetto ai limiti di legge – continua Mongiello – E’ necessario fare chiarezza sulla contaminazione del grano duro e, per con-seguenza, dei prodotti derivati. Il ciclo produzione-trasporto-trasformazione dei cereali deve essere sottoposto ad un sistema di controlli più sofisticato e diffuso. A tutela della salute dei consumatori e degli in-vestimenti dei produttori italiani. Inchieste come quella pugliese impongono l’accelerazione del confronto tra Governo, Parlamento e organizzazioni dei produttori su certificazione, promozione e valorizzazione della pasta 100% Made in Italy – conclude Colomba Mongiello – Non per discriminare chi importa grano dall’estero, ma per offrire ai consumatori la possibilità di scegliere consa-pevolmente cosa mangiare avendo maggiori garanzie sulla salubrità del prodotto acquistato”.

Semola contaminata. Mongiello: “Allarmanti esiti indagini CFS in Puglia” ultima modifica: 2016-04-15T12:00:15+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi