Manfredonia
Nello scorso gennaio 2016 "il tribunale di Udine ha ammesso l’impresa al concordato preventivo in “continuità diretta”

Sangalli Vetro Porto Nogaro, stampa “Maxi offerta dalla Sisecam”

Sono "140" i dipendenti in forza all’azienda, 40 quelli dell’indotto

Di:

Manfredonia. “90 milioni di euro”. Questa la cifra che offerta dalla società turca Sisecam per l’acquisizione della Sangalli Vetro Porto Nogaro Spa, azienda in concordato preventivo. Lo riporta un articolo del Messaggero Veneto, del 12 maggio 2016, a firma di Maura Delle Case.

Come riportato nel testo, nello scorso gennaio 2016 “il tribunale di Udine ha ammesso l’impresa al concordato preventivo in “continuità diretta”, quindi – con provvedimento di marzo – ha dato il via libera alla proposta irrevocabile d’acquisto avanzata dal player internazionale”. La precedente offerta della società americana Guardian si era fermata a 54,5 milioni di euro, ma ci sarebbe tempo fino al 15 giugno per pareggiare l’offerta, con conseguente acquisizione dell’azienda. Tuttavia “Il diritto di prelazione” della società Guardian – riporta Il Messaggero Veneto – sarebbe stato contestato da Sisecam che ha presentato “reclamo alla Corte d’Appello di Trieste contro i decreti con cui il Tribunale di Udine ha disposto le modalità di gara e tra queste l’automatica assegnazione alla prima offerente nel caso pareggi l’offerta migliorativa”. “La procedura competitiva è stata avviata dinnanzi al giudice delegato del Tribunale di Udine Gianmarco Calino”.

Sono “140” i dipendenti in forza all’azienda, 40 quelli dell’indotto. Pari al 56% le quote della Finanziaria regionale Friulia.

FOCUS SANGALLI VETRO – AZIENDE CON STABILIMENTO NELL’AREA EX ENICHEM. Ben altra la situazione riguardante le aziende della Sangalli, aventi sede legale in Via Conegliano 75/G – Susegana (TV), ma con stabilimento in località Macchia di Monte Sant’Angelo, nell’area ex Enichem. Con sentenza n.38 del 03.02.2016, a cura della sezione fallimentare del Tribunale di Treviso, era stata dichiarata fallita la Sangalli Vetro Manfredonia Spa, Curatore fallimentare il Dott. Luigi Di Fant, giudice delegato: la dr.ssa Elena Rossi. Udienza di verifica dello stato del passivo fissata per il 13/07/2016 presso la citata sezione fallimentare. A fine luglio attesa la mobilità dei lavoratori.

ESAME STATO PASSIVO SANGALLI VETRO SATINATO E MAGNETRONICO. Si ricorda come la Sangalli Vetro Magnetronico srl era stata dichiarata fallita con sentenza n.185 dell’08 ottobre 2015, mentre la Sangalli Vetro Satinato srl era stata dichiarata fallita con sentenza n.183 del 07.10.2015. Come la Sangalli Vetro Manfredonia, le 2 citate società hanno sede legale a Susegana (Treviso) ma stabilimenti produttivi in area ex Enichem, località Macchia di Monte Angelo. Si ricorda come la Cigs per i lavoratori della Sangalli Vetro Manfredonia è stata attivata dal 04.08.2015.

Come già comunicato, si è svolto il 9 febbraio 2016, , presso la sezione fallimentare del Tribunale di Treviso, l’esame dello stato passivo correlato al fallimento della Sangalli Vetro Satinato srl. Giudice delegato è la dott.ssa Caterina Passarelli, Curatore: la dr.ssa Maria Franziska Fior. Era stato fissato invece per il 09.03.2016, sempre presso la Sezione Fallimentare del Tribunale di Treviso, l’esame dello stato del passivo correlato al fallimento della Sangalli Vetro Magnetronico srl. Giudice delegato: Gianluigi Zulian, curatore: ragioniere commercialista Fabio Marchetto di Treviso.

Vertenza Sangalli Vetro: soddisfazione dei sindacati

Fallimento Sangalli Manfredonia: a chi spetta ora la bonifica del sito? (II)

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
11

Commenti


  • BENE

    Ottima notizia, sarebbe accaduto anche per la manfredonia vetro… se i dipendenti della MV avessero fatto gestire… il tutto alla proprietà….mentre i risultati dalla gestione sindacale, e politica sono stati: il Fallimento della intera Azienda, che chiaramente, con forti debiti… non è più appetibile a nesuno….
    ECCO i risultati…
    Una storia PAZZESCA………………………..

  • tanto c’è la NASPI


  • Cosimo

    Organizziamo un pulman per Porto Nogaro.Se Manfredonia piange, Porto Nogaro non deve ridere.


  • Gianpaolo

    Giusto se faceva la proprietà non stavamo ancora così a morire di fame disperati a vederci le macchine oro e mogli pur di sbarcare il lunario.
    Ma pazienza mo vedremo Sti greci che finora si sta rivelando una bufala


  • e ora

    Certo ma la naspi non é eterna specie ora che renzi ha giustamente chiuso i rubinetti
    E pensare che il sito di manfredoni oggi poteva ancora essere attivo anche se in parte così sarebbe stato appetibile a molte altre aziende del settore..mentre questi sono i risultati di gedtioni completamente sbagliate….per fortuna i lavoratori del nord sono stati più intelligente non si sono messi fuori hai cancelli per 5 mesi…ma é evidente che noi meridionali siamo più intelligenti.
    E oraaaaa


  • Tutto sbagliato (Dip. MV)

    E questi della Sisecam, erano quelli che dopo un mese dallo sciopero, dovevano acquistare la manfredonia vetro, così fomentavano i nostri BRAVI SINDACATI INTERNI o/e SINDALISTI IMPROVVISATI.
    Illudendo i lavoratori tutti…..chiaramente, una società con un pò di intelligenza, preferisce acquistare una struttura nuova e sopratutto produttiva, e non FALLITA, E PIENA DI DEBBITI.
    Ma siccome noi siamo più furbi di tutti…..abbiamo fatto in modo che le seconde lavorazioni non lavorassero, costringendole al fallimento; ora chiunque viene vede un sito totalmente fermo, e non produttivo; Chiaramente oltre al forno, che è completamente da rifare.
    Mi dite che cavolo di polita produttiva è questa?? a salvaguardi di cosa?? e di chi??
    E ci troviamo a due mesi dalla mobilità, e con un numero di dipedenti delle seconde, già da tempo licenziati.
    Io penso che questo serva la lezione a tutti e dico a TUTTI.

    P.S. L’ umiltà è alla base della vita quotidiana…………


  • Porto Nogaro

    Cosimo e una volta che col pullman sei arrivato a Porto Nogaro cosa conti di fare? Cercati un lavoro invece di perdere tempo a commentare le notizie!!!
    E soprattutto era impossibile che Porto Nogaro fallisse, perché la nostra regione non perde mica soldi investiti!!!


  • SONO STANCO DI AVERE RAGIONE

    Se non l’avete capito vi spiego meglio perché per Porto Nogaro è andata meglio e perché sono stati più bravi.
    Con la gestione Sangalli, 4 aziende su 8 (Sangalli Vetro San Vito, Sangalli Vetro Maggione, Sangalli Vetro Isola 13, Sangalli Vetro Vittorio Veneto), sono andate in liquidazione, altre 3 aziende (Sangalli Vetro Manfredonia, Sangalli Vetro Satinato e Sangalli Vetro Magnetronico) sono fallite.
    L’ottava Sangalli Vetro Porto Nogaro sarebbe già anch’essa fallita se la regione Friuli con la loro maggioranza non avesse letteralmente buttato fuori la famiglia dal controllo dell’azienda.
    Basti pensare che due anni fa, con i valori di asset più alti, gli stessi Sangalli hanno venduto (regalato) il 50% di 4 stabilimenti a 5 milioni di euro ai Russi, mentre oggi la regione Friuli è riuscita a vendere un solo stabilimento a 90 milioni (c’è un mala gestio o no da parte della famiglia?)
    L’errore che abbiamo fatto a Manfredonia e quello di aver creduto in questa gente fino all’ultimo e di non averli buttati fuori già nel 2012 come ha fatto la regione Friuli.
    E’ altresì vero che i nostri politici non hanno le competenze che hanno i politici del nord.
    I nostri politici sono abituati a fare passerelle e buffet e noi siamo abituati ad apparecchiarli i tavoli nella speranza di chissà cosa.
    Noi siamo abituati a fare sceneggiate (napoletane) sui social, media ecc. ecc., mentre a Porto Nogaro fanno scrivere dagli avvocati.
    Questi sono solamente alcuni motivi ma non posso stare ore a cercare di far capire a capre, qual’ è la verità.
    Ricordo alle capre che i Sangalli per Manfredonia, avevano presentato un piano di concordato liquidatorio e non in continuità, quindi significa che se fosse passato, avrebbero svuotato l’azienda e fatto arricchire consulenti e avvocati e lui sarebbe fallito comunque.
    I creduloni del Satinato e Magnetronico pensano ancora che con la gestione Sangalli o company sarebbe andata meglio? Mi fate tenerezza.
    Perché non chiedete ai dipendenti della Sangalli Home Glass, ai dipendenti della Sangalli Vetro di Isola 13, ai dipendenti della Sangalli di Maggione, ai dipendenti della Sangalli di San Vito al Tagliamento, e perché no, ai dipendenti della Sangalli Vetro Manfredonia e ai dipendenti della Porto Nogaro come la pensano?
    I creduloni cronici della Famiglia Sangalli mi devono spiegare adesso dove sono i Sangalli e cosa fanno.

    Sono stanco di avere ragione


  • O.p. M.v.

    Hai ragione
    L unico commento sensato
    Oltre a quello dello stabilimento di sopra che commentava su cosimo.


  • Operaio San Giorgio

    Qualcuno ha ancora il coraggio di dire “se avessero fatto gestire il tutto alla proprietà ” ….Ancora non ci siamo resi conto chi è la Fam. Sangalli ???
    L’unica differenza tra l’impianto di Porto Nogaro e quello di Manfredonia e che viviamo in una Nazione dove il Nord deve crescere e il mio Sud sarà destinato a rimanere schiavo…fino a quando altri operai non prenderanno esempio da quelli della MV….Se non fosse stato x loro Porto Nogaro era ancora in mano a quei ladroni !!!!
    P.S x Satinato e Magnetronico: Ma x quanto tempo credevate che avreste lavorato e dopo quanto tempo avrebbero portato le lavorazioni a San giorgio ??

  • Concordo con op. Sangiorgio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi