Manfredonia
"Condividiamo e facciamo nostra la indubbia ed inequivocabile posizione del sindaco di Manfredonia"

CAONS Manfredonia “L’Energas ha il pallino del pallone”

"Con la sponsorizzazione della squadra Manfredonia calcio l'Energas offre, ai quei pochi sprovveduti sipontini ancora con gli occhi chiusi, un volto buono, un gesto generoso"

Di:

COMITATO ASSOCIAZIONI OPERANTI NEL SOCIALE – Per la tutela e la valorizzazione del territorio di Capitanata e del Gargano

”E’ proprio vero! L’Energas ha il… “pallino” del pallone. Lo dicono tutti ormai. E lo sta dimostrando coi fatti. Ognuno ha il diritto di praticare uno sport o professare, anche in maniera sviscerata, il proprio amore per una squadra. Può contribuire con le proprie idee o con i propri mezzi a sollevare le sorti di un sodalizio in difficoltà. Fin qui, niente di strano. La stranezza, o bizzarria che dir si voglia, nasce quando uno, sia esso ente, associazione, azienda, gruppo o anche singola persona, antepone i propri interessi al bene dell‟intera collettività. E, magari, questo lo fa in maniera reiterata. E’ il caso di detta società che “per intenerire il cuore di una città”, a Natale scorso è ricorsa “alla distribuzione gratuita di panettoni targati GPL” dimostrando di essere…un buon padre di famiglia”. Voleva, allora, guadagnare la benevolenza dei tanti figli scapestrati (alias cittadini sipontini), ma quell’azione fu ritenuta di “bassa lega” dalla quasi totalità dei Manfredoniani.

Ora, a distanza di poco tempo, quando ormai ha capito che la nostra città tutta intera si è mobilitata (vedi le firme raccolte) con un significativo diniego delle nefande proposte da essa avanzate, intuiamo che la sua caparbietà non ha più limiti perché è sconfinata nella sfacciataggine più insistente e in atteggiamenti di assoluta noncuranza delle idee di una collettività che, pur toccata da una pro-fonda crisi, è dotata di dignità e fierezza e non si lascia abbindolare dalle vacue promesse di speculatori incalliti e venditori di parole. Con la sponsorizzazione della squadra Manfredonia calcio l’Energas offre, ai quei pochi sprovveduti sipontini ancora con gli occhi chiusi, un volto buono, un gesto generoso, nobile, lodevole che, a sua detta, risolverà i problemi della nostra collettività.

All’Energas diciamo che il consenso dei Manfredoniani non si compra con atti subdoli che getterebbero la città nel fango privandola del senso dell’onore. I Manfredoniani non intendono diventare lo zimbello di tutte le tifoserie e, soprattutto, non vogliono trovarsi, fra qualche tempo, ammantati di postumi bi-torzoluti difficilmente curabili. Noi del CAONS, supportati dalla simpatia e dai consensi di tante altre asso-ciazioni e cittadini che si sono e si stanno aggregando alla nostra iniziativa, e-sprimiamo tutto il nostro disappunto nei confronti della sponsorizzazione.

Condividiamo e facciamo nostra la indubbia ed inequivocabile posizione del sindaco di Manfredonia che in un comunicato stampa è così stigmatizzata: “Non hanno ancora inteso che a Manfredonia non abbiamo l‟anello al naso? Credono davvero che la nostra città debba prostrarsi e accettare uno stabilimento che nessuno di noi vuole, ricevendo in cambio risorse economiche destinate al Manfredonia calcio? […] La certezza, però, è una: Manfredonia non vuole il deposito Energas. Lo abbiamo dichiarato e mostrato a tutti che gli atti adottati dall‟Amministrazione comunale avverso il deposito GPL sono esplicativi della volontà della nostra comunità. Non ci sono „„se‟‟ o „„ma‟‟ che ci faranno cam-biare idea: il consenso non si acquista”.

Anche noi continuiamo a dire: “N O E N E R G A S ”.

Ai quei pochi collaborazionisti facciamo l‟invito a rivedere la loro posizione perché, in queste cose, non può esserci prezzo che tenga.

Per il CAONS Ing. Matteo Starace

Comunicato Stampa

CAONS Manfredonia “L’Energas ha il pallino del pallone” ultima modifica: 2016-05-15T17:06:21+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
9

Commenti

  • l’energas purtroppo sadda fare.il personaggio principale ha detto si


  • svolta

    Checco, vedi che il personaggio principale a detto il contrario: “NON s’adda fare”. Per me è il sindaco il personaggio principale di Manfredonia, a meno che non ha sentito dalla sua viva voce il contrario.
    Il tempo, come si dice in questi casi, è galantuomo.


  • svolta

    Errata corrige…. la fretta…. “ha detto”. Sorry


  • ippit

    Caro Checco,
    io non sono addentrato nei meandri della politica. Mi piacerebbe conoscere il nome del personaggio principale che ha detto sì alla istallazione dell’Energas. Grazie


  • Zuzzurellone Sipontino

    GLORIA GLORIA GLORIA alla “Salvemini Footbal Club” che in terza categoria ha vinto il suo campionato. L’ avv.to Gaetano Salvemini presidente dell’omonima associazione polisportiva, fa lustro alla nostra citta. Imprenditore pulito, onesto ( come suo padre e sua famiglia), ex calciatore, laureato vecchio ordinamento, che nel silenzio di tutti porta avanti con fatica le sue iniziative. Sai le risate se come sembra con il riordino delle serie minori si dovesse incontrare con il Manfredonia. Dopo varie proroghe, va rifatto il manto erboso sintetico del Miramare. IN CASO CONTRARIO CI SI POTRA’ ISCRIVERE AL CAMPIONATO?. Chi caccerà i soldi ( si vocifera di 300.000,00 euri ). SONDAGGIO: volete che li cacci un imprenditore privato? Si o no? Oppure il nostro comune, con le tasse di tutti? Chiacchiere , chiacchiere, non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca………credo.


  • Il popolo sovrano

    C’è un solo personaggio principale: il popolo! Sono convinto che al primo passo, si scatenerebbe un putiferio senza precedenti e loro i manovratori lo sanno bene, motivo per in quale cercano di abbindolare il popolo sovrano con le solite armi di dissuasioni di massa. Un altra tecnica degli scarnissima schiera amichetti del gpl e quella di inculcare l’idea ai lettori o altri contesti, che è tutto deciso quindi se è tutto deciso è inutile qualsiasi forma di protesta e cucchiamoci anche i panettoni, non cadete in questo miserabile intento.


  • Politica, poteri forti, cementificatori e ciniche lobbies non rompete le palle!

    BASTA AD USARE IL CALCIO PER RICATTARE LA CITTA’! CHE CACCHIO CE NE FREGA TOGLIETE QUEL CAZZO DI TAPPETO E PARTIAMO DALLA I^ CATEGORIA NEL CASO LA SITUAZIONE PRECIPITASSE, BASTA USARE IL CALCIO AFFINCHE’ UN GRUPPETTO DI PERSONAGGI RAGGIUNGA I PROPRI OBIETTIVI.


  • antonella

    Siete davvero informati bene su come il principale abbia detto “non sadda fare”, la domanda è, fino ha quando avra questa convinzione? Sopratutto ora. In politica esistono gli interessi personali da qui i rovesci di campo e di bandiere , sono continui.

  • ha la doppia faccia e non ancora ve ne accorgete…..ma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi