Foggia
Tutto nella ripresa

Foggia schianta l’Alessandria: è semifinale

“Zaccheria” stracolmo e ampliato fino alla capienza di diciottomila spettatori per l’occasione

Di:

Foggia. Tutto nella ripresa, il Foggia schianta l’Alessandria. In uno “Zaccheria” stracolmo, ed ampliato fino alla capienza di diciottomila spettatori per l’occasione, i Satanelli superano per 2-0 i Grigi, superando il primo turno dei playoff ed approdando in semifinale.

Mister De Zerbi si affida al 4-3-3, con Loiacono e Coletti centrali di difesa per sopperire all’assenza di Gigliotti, infortunato, mentre Gregucci risponde con lo stesso modulo, schierando i pericolosi Fischnaller e Marras alle spalle di Marconi. Primi minuti del match dominati dal grande nervosismo, dopo qualche minuto c’è una doppia ammonizione per un litigio in area ospite, a farne le spese sono Iemmello e Morero. I rossoneri detengono il possesso del pallone quasi in modo esclusivo, ma la prima conclusione arriva soltanto al 17’, con Chiricò che raccoglie una respinta della difesa e dal limite fa la barba al palo alla sinistra di Vannucchi.Si vedono i Grigi con qualche contropiede che non sortisce alcun effetto, al 31’ c’è invece un pallone pericoloso in favore di Iemmello, ma l’attaccante non riesce a concludere da distanza ravvicinata. È Marconi il primo dei piemontesi a provarci al 39’, con il destro dai venti metri che si spegne largo a lato. Vibranti proteste dei padroni di casa al 44’, con Iemmello che chiede un penalty per un presunto tocco di mano da parte di un difensore ospite, ma l’arbitro non ravvisa alcuna infrazione.

La gara prosegue sul filo dell’equilibrio anche nella ripresa, al 57’ De Zerbi si gioca la carta Riverola, rilevando dal campo un Sainz-Maza senza infamia e senza lode. Brivido per gli ospiti al 63’, su punizione di Sarno dalla destra c’è una mischia in area, ma nessuno riesce a concludere; qualche istante più tardi è Sarno a provarci con un bel mancino, Vannucchi respinge allontanando la sfera. Il vantaggio dei Satanelli è nell’aria ed arriva al 67’: Riverola viene servito largo a sinistra da Di Chiara, lo spagnolo controlla e serve con un pregevole cross Sarno, che è liberissimo sul secondo palo e supera di testa Vannucchi, scatenando l’esplosione dello “Zaccheria”. Minuto 81, Quinto scivola e perde un pallone sanguinoso, Branca prova una conclusione pericolosa che si spegne sul fondo non di molto. Il Foggia sa soffrire e lo dimostra, trovando il raddoppio all’82’: Sarno serve Agnelli sulla sovrapposizione, il cross basso del capitano è perfetto per Iemmello che conclude rasoterra ed, agevolato da una deviazione, batte nuovamente Vannucchi, con il pubblico rossonero che fa letteralmente tremare l’impianto. All’83’ ancora un contropiede dei Satanelli, Sarno prova la conclusione a giro che però termina di un soffio alta. Il finale è confuso ma gli uomini di De Zerbi riescono a fermare ogni iniziativa dell’Alessandria fino al triplice fischio, che sancisce il successo dei rossoneri: in semifinale sarà derby contro il Lecce.

TABELLINO
FOGGIA: (4-3-3) Narciso; Gerbo, Loiacono, Coletti, Di Chiara; Vacca (dal 78’ Floriano), Agnelli, Sainz-Maza (dal 58’ Riverola); Chiricò (dal 71’ Quinto), Sarno, Iemmello. A disp.: Micale, Arcidiacono, Lodesani, Lauriola, De Gennaro, Lanzetta, De Giosa. All.: De Zerbi.
ALESSANDRIA: (4-3-3) Vannucchi; Celjak, Morero, Sosa, Sabato (dal 74’ Sperotto); Mezavilla, Nicco, Branca; Fischnaller (dal 72’ Iocolano), Marras, Marconi (dal 76’ Bocalon). A disp.: Nordi, Guerriera, Sirri, Iunco, Boniperti, Cittadino, Manfrin, Loviso, Vitofrancesco. All.: Gregucci.
Arbitro: sig. Di Martino di Teramo.
MARCATORI: 67’ Sarno (F), 82’ Iemmello (F).
AMMONITI: Iemmello (F); Morero, Branca, Sabato, Nicco, Sosa (A). – ANGOLI: 6-2 per il Foggia – RECUPERI: 1’ p.t.; 4’ s.t..

(A cura di Salvatore Fratello – Redazione Stato Quotidiano.it)

FOTOGALLERY VINCENZO MAIZZI



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Lucio_BO

    STREPITOSI!!! DE ZERBI GRANDE CONDOTTIERO. LA MOSSA RIVEROLA ASSOLUTAMENTE DA MAESTRO. G R A Z I E! ORA AVANTI CON ALTRE BATTAGLIE. A MIO AVVISO L’ALESSANDRIA E’ STATA LA PIU’ TOSTA DAVVERO, ANCHE SE IOCOLANO E BOCALON NON SI REGALANO A NESSUNO…..FORSE GREGUCCI HA VOLUTO FARE IL PRESUNTUOSO, VISTE LE ASSENZE DI ANGELO E GIGLIOTTI.


  • sfasc

    manfredoniano.forza.foggia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This