Manfredonia
Nota stampa

Futsal Donia, oltre 500 tifosi allo Scaloria: Atletico Troia ko

Futsal Donia, oltre 500 tifosi allo Scaloria: Atletico Troia ko

Di:

Manfredonia. Una bolgia, folla festante, una bolgia, tifosi alle stelle. Oltre 500 spingono la Futsal Donia in finale. Lo spettacolo offerto dalla tifoseria della Futsal Donia in un palazzetto dello sport gremito all’inverosimile è senza ombra di dubbio il più bello che si è visto. La finale play off di girone ha richiamato il grande pubblico. Mai si era vista tanta gente assistere ad una partita di Calcio a 5 di C2, mai si poteva immaginare, dopo gli appelli lanciati nei giorni scorsi, che la risposta fosse così massiccia e incredibilmente grandiosa. Una bolgia, un rincorrersi di emozioni, uno spettacolo nello spettacolo, quello offerto dalla torcida biancazzurra in una gara piena di gol, di gioco, di spettacolo e con tanto agonismo. Insomma una corrida in cui, ancora una volta, la parte del toro l’hanno fatta gli avversari, i coriacei e per nulla arrendevoli giocatori dell’Atletico Troia, che per soli tre minuti si erano illusi di una improbabile vittoria.

Le forze messe in campo, in una partita che, oltre le componenti già accennate, è stata fin troppo nervosa, vuoi per la posta in palio, vuoi per la spinta emotiva data dalla tifoseria, sono quelle già offerte dal campionato. Da un lato gli avversari del Troia, commoventi fin troppo, nella loro illusoria speranza di superare la trasferta di Manfredonia, dall’altro lato la Futsal Donia, caricata a mille, affamata di vittoria, mai paga, soprattutto dopo essere stata sotto di un gol, ma per soli tre minuti. Sugli spalti l’eccitazione è stata evidente, i tre settori dello Scaloria sono apparsi insufficienti sin dalla mezz’ora precedente la partita. Due, per la verità, visto che un intero settore è stato offerto agli ospiti, una buona cinquantina provenienti da Troia.

I play off, vengono diretti da due arbitri, finalmente si entra nel clima della categoria superiore, quella che la Futsal Donia, fatti i debiti scongiuri, dovrà disputare dal prossimo settembre. A coordinare la direzione di gara: Daniele De Palma della sezione di Bari e Vito Matera della sezione di Molfetta, lavoro duro per loro, costretti a subire contestazioni da tutte le parti. Ma anche questo ci sta, in una partita poco adatta ai deboli di cuore. Si parte alle 16 in punto, l’Atletico Troia, guidato da mister De Gennaro con il quintetto composto dal portiere capitano Savino e, in sequenza, Olivieri, Moffa, Veneziano e Rotondo. Ad attaccare da sinistra verso destra la Futsal Donia con Fiotta, Mangano e Cotrufo alla spinta, Lupoli ed Ortuso sulle laterali avanzate. Palla al centro: Olivieri ci prova, la consegna degli avversari è quella di aggredire gli spazi. Tecnica, roteazione, tiki taka o rombo per parte sipontina è la risposta al gioco utilitaristico del Troia, al 3° si affaccia Cotrufo, poi Mangano, dalla distanza, prova la tenuta dell’estremo avversario, che para. Al 5° giocano di fino Antonio Cotrufo che manda a lato e Raffy Lupoli che fa altrettanto. La partita è dura, spigolosa, il nervosismo si taglia a fette. Gli scontri sono maschi e occorre fare molta attenzione agli stinchi, quelli sono i più colpiti.

Al 7° il Troia, (è preferibile usare questo articolo!) passa in vantaggio: Roberto Rotondo ruba palla al centro e va all’incasso: si scalda la tifoseria ospite mentre salta qualche imprecazione fra i sipontini, ne fa ammenda Cotrufo che viene ammonito ma, proprio lui, fresco di giallo confeziona un servizio al bacio sulla verticale sinistra per Lupoli, che dall’esterno scaraventa sotto il sette. Siamo al pari è il 10°. Un minuto dopo, sempre Cotrufo, prende palla sulla demarcazione centrale e scarica nel carniere: 2-1 il risultato. E’ un momento da cogliere, gli avversari sono imbambolati, passano alcuni secondi, è il 12° e si va al 3-1; questa volta il piatto è servito da Lupoli che offre a Claudio Ortuso il quale ne scarta due e poi fa gol. I tifosi di fede sipontina ballano, spingono, urlano, schiamazzano, è visibilio totale. Qui serve vedere all’opera anche Fiotta, che risponde presente deviando in angolo su inforcata di Moffa. Inizia il giro dei cambi ed esordisce Norman Natalino con la fascia da capitano, si destreggia il bomber sipontino ma quest’oggi la via del gol gli è vietata. Intanto, nel retro è Pietro Castriotta a fare gli straordinari e fa da filtro alle incursioni avversarie.

Ancora indidioso il Troia al 20° e al 21°, i tifosi di parte sperano nella rimonta, la partita si fa elettrica e dagli spalti piovono contestazioni, dall’uno e dall’altro fronte, l’epistolario delle “belle parole” è tutto rivolto ai due direttori di gara, si interrompe più volte il gioco. Lo speaker invita i convenuti a contenersi mentre duettano Natalino e Rignanese. Ci provano e al secondo tentativo è Antonio Rignanese a fare gol di prepotenza al minutoi 25. Siamo sul 4-1. Ancora contestazioni sugli spalti, poi fa il suo ingresso in campo un simpatico e calmo cucciolone: unico ad essere tranquillo in un’arena in fermento.

Al 28° Fiotta salva su Veneziano e poi ancora, al 30° è bella l’azione portata avanti da Rotondo, Cornacchia e Veneziano, che avrebbe meritato sorte migliore. I direttori danno 3 di recupero ma se si è giocato per 20 su 30 è già tanto. La prima frazione si chiude sul 4-1. Pur fra tanta tensione, in cui fa le spese anche mister Portovenero, espulso con lode, è evidente la differenza tecnica fra le due squadre. La Futsal potrebbe prendere il largo, ma cè qualcosa che la frena. Il risultato, comunque, è tutto meritato.

Si torna sulle assi e in due minuti, dal 2° al 4° è Raffy show. Nel primo caso è Lupoli ad offrire il servizio con Ortuso che appoggia nel marsupio; nel secondo, sempre lui, Lupoli, fa tutto da solo, e si va sul 6-1. La partita è in discesa ormai. Al 6° è scambio di favori, Claudio Ortuso consegna due volte per Lupoli che segna ancora, è tripletta, siamo al 7-1. Qui si sveglia finalmente l’Atletico mentre la Futsal Donia prende fiato. Lo spazio concesso e meritato è per Ludovico Galluccio, poi Patruno per gli ospiti fa il portiere di movimento e al 10° Veneziano fa gol. Non fa in tempo ad esultare per la rete, che viene espulso. Tanta è la rabbia del numero 8, uno dei migliori del Troia, che viene accompagnato fuori per evitare reazioni spropositate.

Dal 13° al 18° si assopiscono gli animi. Ne approfitta Patruno, che accorcia ancora e confeziona una bella marcatura. Siamo sul 7-3. Ancora tensioni in campo, sull’altra sponda sandwich su avversario da parte di Cotrufo e Mangano con ammonizione di quest’ultimo, poi Rotondo va in escandescenza ed emula Veneziano. Pure lui va al riposo anzitempo. Passano altri cinque minuti e ci avvicianiamo alla stretta finale; tira Cotrufo e sulla ribattuta segna Giuseppe Mangano, siamo sull’8-3 al 23°. Si sbraccia dagli spalti Portovenero, è un vulcano in eruzione, invita i suoi a non rallentare, ma per i giocatori della Futsal Donia il clima della festa imperversa, si succedono cori di esultanza e la tifoseria rumoreggia ed accompagna i passaggi di palla con gli “olè”. Entra il più giovane, Luca Steduto, gli applausi sono tutti per lui.

Non abbassa la guardia Ortuso, che al 28° fa tutto quel che deve un attaccante. Prende palla, si destreggia e va a rimorchio in gol. Si chiude sul 9-3. E’ qui la festa?…e il treno dei desideri, nei (miei) pensieri all’incontrario va….!

Tabellino: risultato finale: Futsal Donia – Atletico Troia 9 – 3
FUTSAL DONIA 9
1 Fiotta, 3Accarrino D, 4 Steduto, 5 Mangano,7 Natalino, 8 Castriotta, 9 Ortuso, 10 Galluccio, 11 Rignanese, 13 Lupoli R, 23 Cotrufo A, 12 Barbone. All. Portovenero.

ATLETICO TROIA 3
1 Savino, 12 Milone, 10 Olivieri, 11 Longo, 8 Veneziano, 9 Rotondo, 6 Patruno, 4 Ciaramella, 7 Cornacchia, 2 Marino, 3 Moffa, 5 Berardi. All. Di Gennaro.

Arbitri: sigg.ri De Palma della sezione di Bari e Matera della sezione di Molfetta.

Sequenza reti, p.t.: 7° Rotondo, 10° Lupoli, 11° Cotrufo, 12° Ortuso, 25° Rignanese;
Sequenza reti, s.t.: 2° Ortuso, 4° Lupoli, 6° Lupoli, 10° Veneziano, 18° Patruno, 23° Mangano, 28° Ortuso.

Manfredonia, 15.05.2016 – Settore Comunicazione-Futsal Donia



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This