Manfredonia

Riccardi: le Ferrovie Stato approvano progetto Treno-tram

Di:

Progetto Treno Tram Manfredonia (Ph: MM-Siponto.blog)

Manfredonia – IL treno-tram Manfredonia-Foggia ha raggiunto un’altra importante “fermata”, sia pure con qualche ritardo, sul percorso della sua realizzazione. Lo comunica l’Ente in una nota. La Direzione Direttrice Adriatica della Rete Ferroviaria Italiana ha espresso “in via definitiva parere favorevole sul progetto di realizzazione/modifica delle fermate ferroviarie di Manfredonia Ovest e Siponto”.

La comunicazione direttamente al Sindaco, Angelo Riccardi, che aveva sollecitato più volte l’ente ferroviario ad esprimere il necessario parere. Seguirà ora la stipula dell’apposita convenzione tra RFI e Comune di Manfredonia per disciplinare i rapporti di natura gestionale e patrimoniale circa le opere e le aree interessate. L’auspicio è che i tempi siano brevi per la sottoscrizione della convenzione che la stessa società ferroviaria – comunica nella stessa lettera – ha in corso di definizione.

“Espletata quell’ultima formalità – rileva il Sindaco Riccardi – si potrà passare direttamente alla costruzione delle opere dal momento che oltre al progetto, opportunamente e definitivamente approvato, c’è il finanziamento e anche le imprese che le dovranno eseguire avendo vinto la gara di appalto a suo tempo espletata a cura del Comune di Manfredonia”. Il progetto treno-tram è del tipo pilota, innovativo nel settore, e si proietta nel futuro delle comunicazioni fra centri limitrofi.

Prevede infatti la trasformazione della tratta “urbana” della linea ferroviaria Manfredonia-Foggia in tranvia, sulla quale transiterà un veicolo bimodale, detto appunto treno-tram, abilitato alla circolazione anche su rete ferroviaria. E’ inserito nell’ambito del Piano strategico di Area Vasta “Capitanata 2020 – Innovare e connettere” e finanziato per sessanta milioni di euro. Un progetto integrato nel cui ambito sono previsti interventi di potenziamento della fermata di Siponto e la realizzazione di una nuova fermata denominata “Manfredonia Ovest” in prossimità dell’esistente passaggio a livello di Viale degli Eucalipti e degli ipogei Capparelli, con l’obiettivo di migliorare l’accessibilità dei servizi. A partire dalla stazione Manfredonia Ovest dove, appunto, il “treno” proveniente da Foggia diventa “tram” diretto a Manfredonia compiendo in questo tragitto dieci fermate. La stazione di Manfredonia Ovest sarà attrezzata come fermata per l’interscambio ferro-gomma con gli autobus extraurbani diretti nei vari centri garganici.

Sono naturalmente previsti una serie di moderni servizi per il comfort dei passeggeri ed aree attrezzate per parcheggio. Per la stazione di Siponto è prevista un’ampia e radicale trasformazione con la ristrutturazione delle tre palazzine ora inutilizzate e che saranno adibite una a locale tecnico, gli altri due per l’attesa dei viaggiatori. “E’ la Manfredonia – annota il Sindaco Riccardi – che si rinnova e si ammoderna adeguando i servizi agli avanzati standard europei”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • LINO


  • Max

    Ma che utopia, quando si tratta di dar da mangiare ai costruttori le cose si fanno, manfredonia è la capitale del cemento, se potessero farebbero anche gli alberi in cemento armato. La lobby dei costruttori, avrà ancora un’altra boccata di ossigeno dopo i comparti, è chi costruirà il fronte Mare? Sempre gli stessi 🙂
    Ma fino a quando potrà andar avanti questa storia, questo paese non ha un minimo di rispetto sià il verde che per il mare…una volta manfredonia aveva il mare, ora è chiusa da quattro bracci, in ultimo il mostro turistico.


  • Muammar

    ma che cacchiu’ u govern dorm, altri soldi pubblici buttati, speriamo che si blocchi tutto per la crisi


  • Entità sempre vigile

    invece di evolvere e inventare veicoli elettrici e magnetici (se ci dessero i disegni quei pezzi di merda dell’area 51 potremmo organizzare finalmente il futuro come lo abbiamo sempre immaginato..invece tutto segreto tutto per l’arricchimento, tutto per la supremazia..razza di cogli….ni), case non più in cemento e antisisma, cercare di aumentare in modo esponenziale la tecnologia e la scienza, come ci stava trasmettendo Nicola Tesla; ma i progetti di Tesla sono stati secretati da quei vecchi di me… dei Bilderberg, dai loro antenati ed ora loro sono a conoscenza e usano nel privato certe tecnologie in via sperimentale e non certo per il bene dell’umanità, ma per l’arricchimento personale fine a se stesso… maledetti predoni invasori..

    Invece le ferrovie della nostra monarchia approvano un progetto che anche nel far west sarebbe più veloce una diligenza… Ridicoli buffoni..ritiratevi in casa e aspettate il vostro ultimo respiro sul letto in posizione orizzontale..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi