Cronaca

Peep Lucera, Dotoli: nessuna vertenza per Contratto di Quartiere

Di:

Il sindaco di Lucera Pasquale Dotoli (ST)

Lucera – SI è conclusa ieri la Conferenza dei Servizi indetta dalla Regione Puglia al fine di esaminare gli effetti del DPR del 15 aprile 2009 in merito alle previsioni e dell’attuazione del PEEP del Comune di Lucera. “Mi preme evidenziare – dice il sindaco Dotoli – che il 28 ottobre 2009 l’amministrazione comunale tenne una conferenza dei servizi in Regione alla luce della sentenza del Consiglio di Stato n.5953/2009, conferenza già avviata dall’allora Commissario Prefettizio Dott. Michele Di Bari. In quella sede non vennero evidenziati nè dalla Regione, nè dagli organi tecnici comunali, i contenuti del DPR del 15 aprile 2009 che recepiva il parere del Consiglio di Stato – adunanza della Seconda Sezione – del 21 novembre 2007.

Risulta agli atti del protocollo del Comune di lucera, che in data 23 giugno 2009, ossia pochi giorni dopo la mia elezione, fu notificata e trasmessa agli uffici Urbanistica e Contenzioso il DPR citato. Alla luce di quanto detto, la Regione ha ritenuto di dover procedere in autotutela all’annullamento della conferenza dei Servizi del 28 ottobre 2009, invitando l’amministrazione comunale ad adoperarsi secondo quanto dettato dal DPR del 15 aprile 2009 e verificando nel contempo, la complessa attività amministrativa posta in essere in ambito PEEP.

“In quella sede ho evidenziato che l’attività amministrativa posta in essere con il c.d. “Contratto di Quartiere” che non risulta oggetto di alcuna contestazione giurisdizionale così come tutti gli atti successivi, impone per la salvaguardia dell’interesse pubblico un atto ricognitivo complessivo”. “Tengo a precisare che qualsiasi programmazione attuativa in ossequio ai parametri di PRG resta di esclusiva competenza del Consiglio Comunale, qund’anche finalizzata alla rideterminazione, in aumento, del fabbisogno abitativo in ambito PEEP, secondo le procedure dei piani attuativi”.

“L’assessore Barbanente ha inoltre invitato il Comune di Lucera a provvedere, in tempi rapidi, alla ricognizione complessiva dell’area in questione. Mi preme sottolineare che in questi anni, tutti gli sforzi sono stati volti, dal punto di vista urbanistico, a uniformare gli strumenti attuativi, più volte oggetto in passato di contraddizioni e contenziosi. Anche per questa fattispecie, nell’interesse generale, è dovere dell’amministrazione fare chiarezza, eliminando, a distanza di decenni, vizi e problematiche riconvergendo le procedure in un giusto ambito giuridico, anche alla luce degli aspetti di natura pubblica che ruotano intorno al Contratto di Quartiere II finanziato per cinque milioni di euro dallo Stato e dalla Regione e per altrettanti cinque milioni di euro dai soggetti attuatori.”


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi