FoggiaManfredonia
Il treno veloce diretto alla Capitale salterà Foggia

Beffe. “Arriva il Bari – Roma che salta Foggia!”

Il sindacato “Bene il servizio ferroviario diretto per Roma ma che serva tutta la Puglia


Di:

Foggia. Come annunciato, e nonostante le proteste (evidentemente inascoltate) il Bari – Roma è pronto a partire. Con il nuovo orario estivo, infatti, il collegamento diretto dal capoluogo pugliese per la Capitale sarà attivo dal prossimo 29 giugno al 9 dicembre. Il treno non farà fermate a Foggia, ma attraverserà la Capitanata lungo il bypass.

Ad annunciarlo è la Fast Confsal Puglia che ha immediatamente chiesto al sindaco di Foggia, Franco Landella, la convocazione urgente della Cabina di regia per richiedere il tavolo interistituzionale presso il Ministero dei Trasporti . “Si rafforza in queste ore la penalizzazione del territorio in tema di offerta di nuovi servizi ferroviari!Bisogna fare presto, oppure Foggia sarà tagliata fuori per sempre dai collegamenti ferroviari veloci, proprio come sta accadendo – dice il segretario regionale della FAST CONFSAL PUGLIA, Vincenzo Cataneo– per questo è necessaria la convocazione del Tavolo interistituzionale a Roma per discutere delle proposte fatte dal Comune di Foggia per la realizzazione dell’Hub intermodale e delle opere connesse, come la nuova stazione Foggia Av/Ac che comporterebbe benifici per tutta Puglia”.

Per la Fast Confasl Puglia sono due le strade da seguire: la prima è una soluzione strutturale, di prospettiva, per ridurre gli attuali tempi di percorrenza, per tutti i pugliesi, da e per Napoli/Roma di almeno 10 minuti per treni Frecciargento e di 15 minuti per gli Intercity; l’altra soluzione percorribile, per soddisfare le esigenze immediate della mobilità dei cittadini pugliesi e coniugare le redditività commerciali di Trenitalia, è quella di programmare collegamenti con le altre Provincie (Lecce , Brindisi e Taranto ) e anticipare la partenza di 10 minuti del treno FAST Bari – Roma prevista con il servizio che sarà attivo da prossimo 29 giugno alle ore 06,24 anticipandone la partenza alle 6,14. Una soluzione, quest’ultima, utile anche ai cittadini della BAT che potrebbero fruire del servizio di collegamento (con Trasporto Regionale alle ore 5,52, con il Freccia Bianca alle ore 6,33 e con il servizio Intercity alle ore 7,13 ) in arrivo a Foggia e programmando una fermata del nuovo treno veloce alla Stazione di Foggia alle ore 7,11 e ripartenza alle 07.20 con l’ arrivo a Roma come previsto alle ore 9,58.

Si tratterebbe di una soluzione tampone, nelle more dell’attivazione delle procedure necessarie per definire nel Tavolo interistituzionale quanto proposto dal Comune di Foggia ed avviarne la realizzazione delle relative opere e integrazioni sistemiche previste per il trasporto sostenibile ed intermodale utile a tutti i pugliesi e per molti lucani con i ridotti tempi di percorrenza prima specificati!

“E’ l’unica soluzione che permetterà alla Capitanata e alla Puglia intera di mettersi al passo con i tempi – sottolinea Vincenzo Cataneo. L’unica soluzione utile allo sviluppo economico, alla mobilità sostenibile, a realizzare una concorrenza al trasporto aereo per dar luogo al servizio della metropolitana d’Italia con le linee AC/AV della Rete TEN-T e delle altre reti ferroviarie e non e delle nfrastrutture puntuali. E’ fondamentale l’impegno delle istituzioni, parti politiche e sociali di tutta la Puglia, partendo da quelle della Capitanata – aggiunge il segretario regionale della Fast Confsal Puglia. E’ necessario rielPiaaborare un no d’investimenti infrastrutturali con revisione progettuale anche della Rete TEN-T in Puglia, in tutti i settori del trasporto, e adeguarci, così, agli standard europei per lo sviluppo di città e regioni. Dal sindaco di Foggia ci aspettiamo una la convocazione, in tempi brevissimi, della cabina di regia, già riunita lo scorso 1 giugno. Sarà necessaria – conclude Cataneo – per definire congiuntamente le azioni concrete e immediate da mettere in campo con priorità dedicata alla immediata convocazione presso il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture del più volte richiesto e mai convocato tavolo interistituzionale”.

Redazione Stato Quotidiano.it

Beffe. “Arriva il Bari – Roma che salta Foggia!” ultima modifica: 2017-06-15T09:31:56+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
9

Commenti


  • POLITICI DELLA CAPITANATA INUTILI

    mi sembra normale quando nessuno è in grado di rappresentare il territorio come meriterebbe.


  • coscienza pulita

    Vi sta bene… comunisti, vi sta bene vi sta bene vi sta bene…. vi sta bene….!! Questa è la considerazione dei vostri politici comunisti. .. a tutti i livelli. … vi sta bene !


  • Redazione

    De Leonardis: “Il Foggia-Roma fantasma, ‘la situazione è grave ma non è seria’”
    Nota del presidente del Gruppo consiliare ‘Alternativa Popolare’, Giannicola De Leonardis. “La situazione è grave, ma non è seria”. Ci perdoni Ennio Flaiano per l’utilizzo della sua metafora (riferita alla politica), ma è perfetta per sintetizzare, senza bisogno di aggiungere altro, quanto sta accadendo in Puglia e in particolare a Foggia. Ricordiamo alcuni passaggi: il sindaco di Bari Antonio Decaro chiede di inserire nell’orario estivo di Trenitalia un collegamento ferroviario diretto dal capoluogo di regione alla capitale, il mattino presto. Il sottoscritto, le istituzioni locali, le organizzazioni di categoria e il territorio si permettono di far notare che esisterebbero anche la stazione e la provincia di Foggia, ampiamente penalizzate sul piano infrastrutturale dalla perdurante chiusura dell’aeroporto ‘Gino Lisa’. Dopo il clamore iniziale, viene ventilata l’ipotesi di un collegamento diretto tra Foggia e Roma, con partenza intorno alle sei del mattino, che verrebbe incontro all’esigenza di molti – non automuniti – di raggiungere la capitale in un orario accettabile per impegni di studio, lavoro e di varia natura, senza l’obbligo di pernottare la sera precedente o di viaggiare di notte con autobus. Si arriva così alla presentazione del nuovo orario, e del nuovo collegamento non solo non c’è traccia, ma al danno si aggiunge la beffa: all’orario ipotizzato parte da Foggia un treno, senza alcun passeggero a bordo, diretto a Benevento per poi ripartire direzione Roma, stavolta (come ovvio) con i fortunati cui viene riconosciuta la possibilità di salire. Impossibile, a rigor di logica, capire le ragioni di questo vero e proprio accanimento verso un territorio. Un compito che spetta all’assessore ai Trasporti Giovanni Giannini, cui chiediamo un intervento immediato e un incontro con i manager aziendali, magari gli stessi che una settimana fa nel corso di un’audizione in Commissione Trasporti decantavano la crescita della qualità, dell’offerta e del gradimento dell’utenza per i servizi offerti da RFI. Rifugiarsi nel silenzio, un assordante silenzio, è l’ultima delle risposte da dare adesso a una comunità stordita da continui schiaffi, stanca, delusa, mortificata ma non ancora rassegnata”./comunicato


  • Il sipontinoturconapoletano

    La provincia di Foggia serve solo per ospitare decine di migliaia di immigrati, ospitare i rifiuti della camorra e creare porcherie!


  • Valerio

    La colpa di tutto ciò, ” coscienza pulita “, è proprio di quelli come te che continuano a chiacchierare a vanvera senza pensare a quello che dicono.
    Lo vuoi capire che ‘sto gioco del destra e sinistra l’hanno inventato loro per farci litigare fra di noi? Sono 50 anni che si fanno gli affaracci loro mentre noi non riusciamo a portare avanti un discorso serio e civile senza che arrivino gli ignoranti come te a parlare di destra e sinistra. Ma, fammi capire una cosa: cosa vorrebbero fare i coumunisti e cosa vorrebbero fare quelli di destra (che a questo punto sarebbero i fascisti)? Secondo me vogliono le stesse cose: tenersi la poltrona e seminare zizzania fra il popolo in modo che non si organizzi e non protesti.
    L’unico potere, quello veramente in grado di cambiare le cose, ce l’ha il popolo! E il popolo deve essere unito se vuole riportare la situazione sotto controllo.
    Qui, invece, è un continuo buttarla su destra e sinistra, juve o milan, cattolici o mussulmani… tutto questo mentre D’Alema va in barca a vela, Bertinotti si prova il maglioncino, Fini si autoregala un bell’appartamento, il Trota si laurea e la Chaouqui organizza incontri romantici in vaticano. E’ ancora lunga la strada… vabbè dai, hai ragione: è tutta colpa dei comunisti! Scusa, ma poi come è andata a finire: li mangiano davvero i bambini?


  • GREGORIO

    SEMPLICEMENTE INAUDITO! E’ UN’AUTENTICA OFFESA A TUTTA LA PROVINCIA DI FOGGIA! VERGOGNA! VERGOGNA! POLITICI TUTTI DI TUTTI I PARTITI MUOVE LE CHIAPPE DALLE POLTRONE E RIMEDIATE A QUESTA SITUAZIONE!!


  • Michelantonio

    Non si è mai visto un treno che parte da una città senza poter far salire i viaggiatori, causando un mancato introito economico ed un disagio a tutti i cittadini.
    Chi ha preso questa decisione, secondo me, ha bisogno di un po’ di riposo, in quanto si tratta di un sintomo di incapacità dirigenz….
    Per quanto riguarda la concorrenza con il servizio aereo, non credo che con le sue tariffe, treni Italia, sia più conveniente.
    Bisogna lottare per il prolungamento della pista del ” GINO Lisa “, altrimenti preferisco viaggiare in auto.


  • coscienza pulita

    X Valerio: innanzi tutto modera i termini, ok ? Non ti permetto di darmi dell ignorante. Ora dimmi: da quanto tempo l’elettorato di Manfredonia è nettamente di sinistra? Te lo dico io: da sempre. Cosa hanno fatto x Manfredonia i politici di sinistra che la stragrande maggioranza dei Manfredoniani vota e di conseguenza manda a governare ai vari livelli ? Nulla. E hanno governato solo loro negli ultimi anni… a tutti i livelli. Caro Valerio, non è che, se sei comunista, sei più colto di tutti, non sei il detentore della sapienza del mondo. E se proprio devo dirla tutta, sono quelli come te che hanno rovinato una nazione intera…. gente con la puzza sotto al naso, ipocrita e falsa….


  • Gian

    Le solite stupidate “italian way”….. nessun altro commento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This