CronacaStato news
A cura degli agenti della Polizia di Stato

Bari, arrestato esponente clan Telegrafo

Di:

Bari. Nella serata del 13 luglio, a Bari, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal GIP del Tribunale di Bari, su richiesta della locale D.D.A., nei confronti di TELEGRAFO Donato di anni 39, figura di vertice del clan “TELEGRAFO”, ritenuto responsabile, quale mandante, del tentato omicidio di MERCANTE Giuseppe, capo dell’omonimo sodalizio criminale. Il provvedimento cautelare eseguito richiama integralmente l’analoga misura, notificata il 3 maggio scorso, anche al fratello Arcangelo di anni 24 e a Rizzo Tonino di anni 32. L’episodio contestato risale al 22 agosto 2012, quando Giuseppe Mercante fu attinto da tre colpi di arma da fuoco esplosi nel quartiere Libertà di Bari da un commando, composto da due persone.

Le indagini, condotte dalla Squadra Mobile, consentirono di individuare i responsabili dell’agguato e di individuarne il movente, che è da ricondurre alla contrapposizione tra il clan “Mercante” ed il clan “Telegrafo” per la gestione ed il controllo delle attività illecite – estorsioni, commercializzazione di sostanze stupefacenti, usura e gestione di video poker – nei quartieri Libertà e San Paolo. Telegrafo è stato rintracciato dal personale della Squadra Mobile, a seguito di accurati servizi di osservazione e pedinamento, in un appartamento del quartiere San Paolo.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati