BAT
"La VIArch-Valutazione di Impatto Archeologico è uno degli atti preliminari alla progettazione di ogni opera pubblica"

Scontro treni, MiBACT vs Libero “Giornalismo che specula sul dolore”

"Piena solidarietà agli archeologi delle Soprintendenze della Puglia"

Di:

Bari. ”Il Consiglio Superiore Beni Culturali e Paesaggistici del MiBACT esprime sconcerto per il violento e ingiustificato attacco sferrato dal giornale ‘Libero’, che nell’edizione del 15 luglio pubblica un articolo direttore Mario Giordano dal titolo ‘Tutta colpa degli archeologi. La tragedia del treno causata da tre ciotole’. Distorcendo la realtà, si attribuisce agli archeologi addirittura la responsabilità della drammatica tragedia ferroviaria in Puglia, sulle cui responsabilità sta indagando la Magistratura, alla quale si esprime totale fiducia.

È necessario precisare, per mero amore della realtà e contro ogni tentativo di speculazione, che la VIArch-Valutazione di Impatto Archeologico è uno degli atti preliminari alla progettazione di ogni opera pubblica e che le procedure dell’archeologia preventiva, nelle quali sono impegnate attivamente le Soprintendenze e centinaia di archeologi professionisti, sono finalizzate a facilitare la realizzazione delle opere pubbliche e non certo a bloccarle, mediante appunto un’azione conoscitiva preventiva, invece del blocco dei lavori in corso d’opera. Nello specifico, i lavori per il raddoppio della linea ferroviaria della Ferrotranviaria SPA, nel tratto Corato-Barletta, non erano ancora stati appaltati, per cui è del tutto improprio attribuire la responsabilità alla segnalazione di un sito archeologico.

Il Consiglio Superiore, nel condannare questo esempio di cattivo giornalismo che specula sul dolore delle famiglie e di tutti gli Italiani e nel respingere questo attacco violento e vergognoso contro una categoria di funzionari e di lavoratori che opera al servizio della società e delle comunità locali, nell’attività di conoscenza, tutela e valorizzazione del patrimonio culturale, esprime piena solidarietà agli archeologi delle Soprintendenze della Puglia e esprime profonda partecipazione al dolore dell’intera comunità italiana”.

Incidente ferroviario. Bollettino medico di oggi venerdì 15 luglio. Di seguito l’aggiornamento ad oggi, venerdì 15 luglio, dei feriti ricoverati negli ospedali pugliesi a seguito dell’incidente ferroviario di martedì 12 luglio (i dati sono stati raccolti dal Dipartimento per le Politiche della salute della Regione Puglia). Sono sempre 21 i feriti ricoverati negli ospedali pugliesi (8 Andria, 4 Barletta, 1 Bisceglie, 1 Molfetta, 2 Terlizzi, 4 Policlinico, 1 San Paolo). Risultano stazionarie, in alcuni casi anche migliorate, le condizioni degli otto pazienti più gravi. Per la paziente del San Paolo è stata sciolta la prognosi a 30 giorni. Attualmente quindi i pazienti con prognosi riservata scendono a 7.

Nel fine settimana previste dimissioni di alcuni dei pazienti non gravi.

Indagati vertici Ferrotramviaria. (ANSA) – ROMA, 15 LUG – I vertici di Ferrotramviaria sono indagati dalla Procura di Trani per il disastro ferroviario avvenuto il 12 luglio tra Corato e Bari in cui sono morte 23 persone e altre 52 sono rimaste ferite. Ferrotramviaria è la società privata che gestisce la linea su cui si è verificato il disastro. Indagato anche Nicola Lorizzo, il capotreno sopravvissuto allo scontro



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati