ManfredoniaVieste
Lo ha stabilito questa mattina la corte d'appello di Bari

Vieste, riconosciuta per la prima volta aggravante mafiosa

Condanne confermate anche per gli altri quattro imputati, tra i quali Marco Raduano, al quale sono stati inflitti 7 anni, ritenuto il capo della malavita viestana


Di:

(norbaonline.it). Riconosciuta per la prima volta l’aggravante della mafiosità in un processo riguardante la criminalità di Vieste. Lo ha stabilito questa mattina la corte d’appello di Bari, che ha condannato a 7 anni e mezzo Giambattista Notarangelo, accusato di estorsione aggravata dal metodo mafioso nel processo scaturito dalla denuncia di numerosi imprenditori turistici del Comune garganico, che diedero vita alla prima associazione antiracket in provincia di Foggia. Nella circostanza, l’imputato agì manifestando il potere di intimidazione del clan, generando timore nelle due vittime, titolari di un villaggio vacanze. Condanne confermate anche per gli altri quattro imputati, tra i quali Marco Raduano, al quale sono stati inflitti 7 anni, ritenuto il capo della malavita viestana.

fonte norbaonline.it

Vieste, riconosciuta per la prima volta aggravante mafiosa ultima modifica: 2017-07-15T10:55:50+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi