ManfredoniaMattinata
Nel primo pomeriggio, a causa delle improvvise raffiche di vento sopraggiunte, il personale della Guardia Costiera è intervenuto a soccorso i diversi natanti in difficoltà

Ferragosto, 21 diportisti salvati dalla Capitaneria di Manfredonia

Intanto, per il proseguimento del fine settimana di Ferragosto, i bollettini editi dall'Aeronautica Militare preannunciano il prosieguo dell'instabilità meteorologica sul territorio garganico

Di:

Manfredonia – GIORNATA di Ferragosto intensa nel Circondario Marittimo di Manfredonia. E’ iniziata con una mattinata tranquilla, che ha visto impegnati i militari del Corpo in attività di vigilanza lungo il litorale marittimo a Zapponeta a Mattinata, a terra e a mare, che ha avuto una notevole efficacia preventiva ed ha scoraggiato eventuali condotte illecite.

Nel primo pomeriggio, a causa delle improvvise raffiche di vento sopraggiunte, il personale della Guardia Costiera è intervenuto a soccorso i diversi natanti in difficoltà. La sala operativa della Capitaneria di Parto d Manfredonia, diretta dal C.F. Marcello Luigi Notaro, ha coordinato le diverse richieste di assistenza pervenute, traendo in salvo 21 diportisti trovatisi in difficoltà a causa del repentino cambiamento delle condizioni meteo-marine. Tra di loro vi sono state 10 persone, tra cui alcuni bambini, rimasti bloccati in una caletta della costa mattinatese, perché non più in grado di condurre serenamente il natante noleggiato. Inoltre vi sono stati 2 canoisti trovatisi in una situazione analoga alla precedente; in seguito anche un gommone e una barca a vela sono stati condotti in sicurezza dalle Motovedette della Guardia Costiera all’interno del porto di Manfredonia. Fortunatamente tutte le operazioni si sono concluse senza alcun pericolo per gli avventori del mare.

Intanto, per il proseguimento del fine settimana di Ferragosto, i bollettini editi dall’Aeronautica Militare preannunciano il prosieguo dell’instabilità meteorologica sul territorio
garganico
caraterizzata da locali piogge e mare poco mosso.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • dracula

    Considerato che la maggior parte, e’ gente sprovveduta, o che non tiene conto dei vari , della Capitaneria di Porto, non sarebbe il caso di iniziare a fargli pagare qualche multa, visto che le imbarcazioni della Guardia Costiera,non sempre hanno il pieno di gasolio come loro?


  • Luca

    Visto che andare in barca è un lusso questi salvataggi dovrebbero essere pagati da chi li richiede e non gravare sul bilancio collettivo, se mi si chiude la porta di casa è chiamo i vigili del fuoco per riaprirla devo pagare se scorazzo ed ho un problema su di uno youth vengo aiutato gratis, uno dei tanti controsensi italiani.


  • ciro

    prima di partire non leggono i bollettini del mare ogni venti minuti ci sono notizie meteo a iosa fate pagare il danno che creano alla comunita’ in termini di gasolio tempo e denaro,cosi’ questi lupi di mare ( scusa agnelli di mare)non mettono a repentaglio la vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi