Manfredonia

Contro l’inceneritore. A Zapponeta una biciclettata: “ma scelte PA incomprensibili”

Di:

Biciclettata a Zapponeta contro l'inceneritore (ST)

Zapponeta – “UNA biciclettata contro l’inceneritore, nonostante le ambiguità della politica”. In concomitanza con la festa patronale a Zapponeta, lo scorso 13 settembre 2011, è stata organizzata dal comitato locale di firme contro l’inceneritore Marcegaglia una biciclettata contro l’impianto, che dopo aver avuto le autorizzazioni rispettivamente dal Comune di Manfredonia, dell’allora Sindaco, Paolo Campo, e dalla Regione Puglia di Nichi Vendola, entrerà in funzione entro la fine dell’anno.

La manifestazione ha visto l’adesione delle associazioni locali “Italsud Aurora”, “Italsud ambiente”, “Club Foggia” e l’associazione politica locale “Giovani e Futuro”.

Grave è stata la mancanza della Pro Loco”, dicono i promotori del comitato, “a cui senza dubbio andranno dei meriti per gli eventi organizzati come la cinematografia, spettacoli, sagre, ma dovrebbe interessarsi di più per le problematiche serie del nostro paese, come la salvaguardia della salute dei cittadini”.

“Qui non c’entra la destra, il centro o la sinistra. La salute deve interessare tutti indistintamente, aldilà dei colori politici. Ecco perché vorrei che tutte le parti sociali e politiche locali si impegnassero in prima linea contro quest’opera d’arte, senza strumentalizzare. E lo dico perché ho riscontrato la presenza contraddittoria dell’assessore Lucia Riontino che ha partecipato con noi alla biciclettata contro l’inceneritore, e poi, durante la manifestazione, ha parlato a favore dell’impianto”, dice Mauro La Macchia, promotore locale, insieme a Savino Di Noia, del comitato di firme contro l’inceneritore, che insiste “sui danni che questa schifezza potrebbe causare sulla salute e sull’ambiente se entrerà in funzione. Qui è in gioco la vita dei nostri figli e nipoti. Dobbiamo protestare vivacemente, perché altrimenti, tra quindici o vent’anni, l’unico mestiere che non fallirà sarà il becchino, perché gli inceneritori danno qualche posto di lavoro, e molti posti al cimitero”. “Noi siamo la causa dei nostri mali”, continua La Macchia, “non prendiamocela con il Signore perché gli unici colpevoli siamo noi. Abbiamo ricevuto un mondo perfetto, ma noi lo stiamo rovinando con la nostra ignoranza”.

“Il Sindaco Rizzi – conclude il giovane, Mauro La Macchia ci ha detto che ci sono cose più importanti dell’inceneritore. A mio avviso, un’assurda dichiarazione (ma contatto a riguardo il sindaco Rizzi non ha confermato quanto pubblicato, dichiarandosi di volersi esprimere in occasione del prossimo consiglio comunale, ndr) visto che si mette in secondo piano un argomento così importante e sensibile che riguarda la salute di tutta la popolazione. A riguardo, mi è rimasto impresso il racconto di una ragazza del comitato che raccontava come il nostro attuale Sindaco, qualche anno fa, manifestava a Foggia contro l’inceneritore, dicendo di volersi perfino legare ai cancelli se l’impianto fosse entrato in funzione, ed oggi, invece, seguendo i diktat di partito, si pone a favore della mostruosa struttura, non considerando per niente i seri danni che potrebbe provocare alla nostra salute”.

I promotori del comitato locale di firme contro l’inceneritore promettono altre manifestazioni, ed a breve chiederanno una convocazione urgente del Consiglio Comunale di Zapponeta, per chiarire la posizione, il parere dell’amministrazione circa l’impianto che dista a pochissimi chilometri dal centro abitato di Zapponeta.

enzoriontino@interfree.it



Vota questo articolo:
26

Commenti


  • Giancarlo D'Isita

    Siamo con voi contro l’inceneritore Marcegaglia.
    Movimento Social-Sipontino


  • Vergogna

    Questa è la vera identità del sindaco Rizzi e compagni.
    Vergogna!


  • per vergogna

    subito la tuà rabbia non perdi accosione per sparlare rosica…rosica…


  • per so

    la tua immondizia dove dobbiamo scaricarla…sè esso non creerà problema ..abbiamo un vantaggio..


  • per mauro

    abbiamo un problema vero in Zapponeta l’antenna al centro del paese,,tutti dormono e i tumori camminano


  • per il signor Mauro

    ti ho lasciato un volantino sul parabrezza delle tua auto lo hai letto???


  • so

    peccato, il sindaco rizzi sembrava una persona diversa ma poi scopri che il sel ha manfredonia è stato deciso da lui compreso i personaggi che ci sono dentro. ( dicono che uno si …….i voti, l’altro un ….. di riccardi chissà se è vera la cosa poi.)


  • mauro la macchia

    Forse nn hai capito.Ho invitato a colui o colei che mi ha scritto su stato, a farsi vedere, la lotta nn è solo mia ma di tutti.Nel mio piccolo sono sempre a disposizione per combattere le schifezze che ci sono nel nostro paese.Vedi che ho scritto a proposito dell’antenna su “erosione costa” sempre su stato quotidiano. Qui si deve finire di vivere senza legge. L’antenna stà già installata, insieme possiamo toglierla, senza guardare in faccia a nessuno ma ti ripeto, la petizione dobbiamo farla insieme, quindi incontriamoci.Ora combattiamo affinchè quella schifezza d’inceneritore nn entri in funzione.Mauro La Macchia


  • mauro la macchia

    L’ho letto!Perchè nn hai scritto anche il tuo nome sul volantino che mi hai lasciato? Sono stanco di persone che si nascondono.Questa nn è una guerra per metterci contro, il paese ha bisogno di persone che lo aiutino a crescere ma nn nascondendosi.La petizione per dire “no all’inceneritore truffa” lo ha fatto l’avvocatessa Maria Antonietta Di Noia e firmata da me e Savino Di Noia.Quindi se vuoi combattere sai dove trovarmi, altrimenti taci per sempre. Mauro La Macchia


  • .....

    Si e’ arrivato Gesù Cristo in terra! Mauro e company smettetela di strumentalizzare questa causa solamente per colpire Rizzi! Guardatevi attorno i vostri amati giovani e futuro vi prendono solamente in giro!


  • so

    scandalosi.. davvero….


  • cenere eravamo e cenere ritorneremo


  • per giornalista

    Per il giornalista che ha scritto questo articolo: vorrei sapere perche’ il coordinatore del pdl di Zapponeta dice il falso e incolpa Vendola e non il suo amico Fitto. All’epoca delle concessioni Vendola non c’era e mi sembra strano sfilare con una biciclettata dicendo che la politica non centra e poi leggo che ha fatto parte un’associazione politica come giovani e futuro. Mi sembra un po’ di parte questo articolo!


  • mauro la macchia

    Mi conosci ben poco.Il nostro sindaco Rizzi mi stà conoscendo.Lui sà benissimo che nn stò strumentalizzando un bel niente, ma ho a cuore il mio paese e la mia salute. Forse nn hai capito che qui vi prendete in giro voi che usate la politica per fare i vostri sporchi affari. Prendete in giro la gente, che crede alle vostre menzogne e falsità,cn questi motti ECOLOGIA E LIBERTà, GIOVANI E FUTURO ecc…A me queste cose nn mi incantano.Purtroppo l’opposizione và sempre contro, poi diventa maggioranza e si comporta come il nostro sindaco.Nel mio piccolo e da nessuno cercherò sempre di far aprire gli occhi alla gente in cui vivo, poi YHWH solo lo sà!!! Mauro La Macchia


  • FABIO LMC

    buon giorno a tutti,
    intervengo nel discussione,
    solo per precisare che il sottoscritto
    non ha padroni e non deve rispondere a nessuno politico, per le decisioni che prendo per la salvaguardia del mio territorio e dei miei concittadini.

    ero contrario 10 anni fa e sono contrario tutt’oggi al termovalorizzatore di tressanti.
    ho incontrato anni fa on. adriana polibortone e il ministro Matteoli (ex ministro Ambiente) esprimendo il mio dissenso all’istallazione delle ciminiere e non mi sono nascosto dietro colori politici.

    ero contrario e sono contrario alle trivellazioni nel golfo e alle isole tremiti.
    anche con dichiarazioni a mezzo stampa, contro ministro Prestigiacomo.
    http://www.statoquotidiano.it/03/05/2011/prospezioni-petroceltic-fiscarelli-giovane-italia-si-oppone/47686/

    difendiamo il nostro territorio, senza colori politici!!!


  • per Fabio

    Caro Fabio, non si tratta di avere padroni al cui giudizio sottostare in forma assoluta. Piuttosto la costruzione di un inceneritore nelle vicinanze sarebbe una questione che chiunque cittadino avrebbe il diritto di comprendere appieno prima di dare il proprio assenso o dissenso.
    Il problema è proprio questo: quanti cittadini di Zapponeta sanno realmente e in maniera compiuta quelli che sono i rischi e le conseguenze darivanti dalle immissioni nell’aria delle sostanze derivanti da tale operazione.
    L’impressione mia personale è che come al solito c’è poca informazione e spesso disinformazione.
    Non si può affrontare il problema di un inceneritore con la raccolta di firme da parte di 4 quaquaraquà e una biciclettata.
    Nessun convegno, nessun incontro istituzionale, nessun relatore esperto che illustri la situazione, niente di niente (tranne un pecoraro che si fa promotore di raccogliere firme e che non sa neppure firmare).
    In tante città italiane gli inceneritori sono diventati una risorsa economica; piuttosto cerchiamo di capire bene di cosa si tratti e realmente cosa succederà e poi faremo tutte le battaglie di questo mondo.
    Il fatto che abbia firmato anche il dott. Savino Di Noia, a noi tutti non ce ne può fregar di meno………
    Attenti però a non fare la fine di Napoli! Ci manca solo questo.


  • per il signor FABIO

    che belle parole..ma non sono le tue…come tutta la campagna elettorale…e continui a non essere tè stesso…sii umile..non fare come l’ultima uscita riveditela e penso che dirai a tè stesso chi era quella persona?””’


  • lukas

    Scommettete che, dietro tutto ciò si nasconde qualcosa…..? chi vuole scommettere?……… magari qualche bugia!!!!!!!!!!


  • domenico la macchia 83

    parlate e sparlate…ma di fatti concreti…il nulla…mauro vai avanti cosi ma sappi che in mezzo alle pecore viene difficile a chiunque farsi capire…qui si parla di politica e non di un paesino che sta muorendo di fame e di tumori…chi si deve vergognare è colui che va contro chi si impegna per il bene di tutti…e viene criticato…smettetela pecoroni


  • per domenico la macchia

    dai una mano a mauro per far togliere l’antenna causa di tanti tumori in ZAPPONETA..COSA BUONA……..


  • PER PER FABIO

    SEI STATO BRAVO NEI DETTAGLI ..MA TI POTEVI RISPERMIARE LIRONIA SUL DOTT.SAVINO DI NOIA ..FORSE ERI ANCHE TU’ ALLA MANIFESTAZIONE E COSI’ POTREMMO DIRE LA STESSA COSA..OGNI CITTADINO PUò ESSERE PRESENTE PER TALI MANIFESTAZIONI…ILLAZIONI GRATUITE…..


  • mauro la macchia

    Oggi alle 19, al comune, nell’aula consiliare di Cerignola, si terrà un’assemblea pubblica, organizzata dal coordinamento contro gli inceneritori sempre di cerignola, per decidere nuove forme di lotte per nn far entrare in funzione l’inceneritore di Tressanti e per far chiudere quello che si trova nella stessa cerignola.Ognuno, se vuole avrà la possibilità di fare la propria proposta.Cercate di venire, la salute prima di tutto e poi gli altri problemi.Nn aspettatevi i politici, loro sono a favore di avvelenarci in silenzio. Mauro La Macchia


  • Erino Marzadro

    Gentili signori , buongiorno, con entusiamo leggo le vostre lettere, e ben venga, ci siano lettori che rispondono.Io sono per gli inceneritori, ma per quelli che sanno portare avanti, non a parole come si vede ma con i fatti. Guardate, è inutile parlare di nano particelle, se non si sà neanche come è un inceneritore. Bisogna lavorarci dentro, per capirlo. Ed allora basta chiacchere, e controllate invece dove acquistere i vostri prodotti che portate in casa che forsi avete meno immondizia, e dite ad i vostri imprendito meno luce sulle strade. Saluti, il diavolo di Erino.


  • mauro la macchia 10/3/82

    Erino Marzadro, sei a favore degli inceneritori, complimenti!!! Allora spiega alla gente cosa và realmente in quelle schifezze. Spiega a cosa servono veramente? Il guadagno lo avranno i politici, la criminalità e gli imprenditori disonesti. L’inceneritore è una TRUFFA LEGALIZZATA FATTA CN SOLDI PUBBLICI. Un imprenditore nn spenderebbe soldi propri per fare un TERMODISTRUTTORE, ma siccome in Italia siamo un paese di ingenui i politici fanno passare gli inceneritori come energia pulita al pari del solare e l’eolico. Mauro La Macchia 10/3/82


  • Erino Marzadro

    Egregio,signor Mauro, ho letto la sua risposta, e le dico soltanto che la plastica essendo un derivato del petrolio come la benzina della sua macchina, è un combustibile, e cosi va trattata. E’ superfluo parlare quando altre persone non capiscono la realtà. Bisogna viverla questa macchina che è l’inceneritore e poi si può parlarne. Ciao, il diavolo di Erino.


  • mauro la macchia 10/3/82

    Personalmente signor Erino Marzadro nn voglio viverla quella schifezza che si chiama inceneritore, Informandomi di ciò che è successo a Melfi dove il territorio è stato deturpato, aumento dei tumori, e sono stati arrestati due funzionari dell’arpab (Basilicata) e ciò che è successo a Falascaia(Lucca) e Cerignola dove Il termodistruttore Ecocapitanata è stato trovato 16 volte superiore alla norma che di per sè è inquinante e aumento di tumori, le istituzioni sanno benissimo cosa fare, ma in nome del guadagno inquinano e deturpano l’ambiente e cn i loro termini ipocriti tipo “Termovalorizzatore” ingannano la gente che inconsapevole si ammala perchè, questi Finti Perbenisti Ecologici si sono messi in testa di avvelenarci tutti. Gente senza scrupoli insieme alla criminalità è la nostra cancrena. Il 26 Novembre a borgo Tressanti contrada Paglia faremo una manifestazione per dire No all’inceneritore truffa. Siete invitati tutti!!! Senza colore politico. La morte nn è di nessun partito. Mauro La Macchia 10/3/82

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi